Formula 1 | Doornbos sul binomio Red Bull – Honda: “Verstappen capirà subito la competitività dell’auto”

"Se la vettura non dovesse rivelarsi in linea con le sue aspettative, sbatterà subito i pugni sul tavolo", ha aggiunto

Formula 1 | Doornbos sul binomio Red Bull – Honda: “Verstappen capirà subito la competitività dell’auto”

Intervistato alle colonne di Ziggo Sport, Robert Doornbos ha parlato delle possibilità mondiali di Max Verstappen, sottolineando come molto dipenderà dalla power unit che riuscirà a mettere insieme la Honda per il 2019. Se i giapponesi dovessero assemblare una buona unità, infatti, Max sarebbe certamente della partita per quello che riguarda la conquista del titolo. Al contrario, invece, vedremo un Verstappen nervoso e voglioso di risposte da parte del team.

Le prime tornate effettuate durante i test, proprio in tal senso, diranno molto sulla stagione del binomio Red Bull-Honda.

Ecco le parole di Robert Doornbos: “Max saprà subito quanto può essere competitiva la nuova auto, ragion per cui sarà curioso vedere la sua faccia dopo che avrà percorso i primi giri. Verstappen non riesce a tenere dentro la delusione e se la vettura non dovesse rivelarsi in linea con le sue aspettative, sbatterà subito i pugni sul tavolo”.

L’olandese, proprio in tal senso, ha parlato della nuova partnership con Honda, rivelando come il motore sarà la vera incognita della vettura 2019: “La macchina nel 2018 era una delle migliori, se non quella più veloce. Per loro è importante che l’unità Honda si riveli affidabile e non inferiore a quella Ferrari e Mercedes. Se il pacchetto risulterà abbastanza buono, Max ottenerà dei risultati, visto che l’anno scorso c’è riuscito con una vettura che accusava un deficit di 70 cv”.

Sull’arrivo di Pierre Gasly ha invece aggiunto: “Pierre afferma che non arriverà in Red Bull per fare il secondo, ma fossi in lui non attirerei troppo l’attenzione, visto che contro Verstappen non ha alcuna possibilità. Ci sono molti piloti che vorrebbero affiancarsi a Max. Lewis Hamilton ad esempio potrebbe parlane, ma non accadrà mai”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati