Ferrari | GP Cina, solo quarto posto per Leclerc: “Sorpreso. Mezzo secondo più lento con le hard”

"Non mi aspettavo questa McLaren, gli aggiornamenti saranno importantissimi", ha detto il monegasco

Ferrari | GP Cina, solo quarto posto per Leclerc: “Sorpreso. Mezzo secondo più lento con le hard”

Risultato negativo e soprattutto inaspettato per la Ferrari, che in Cina non è riuscita a fare meglio del quarto posto con Charles Leclerc. Il pilota monegasco, ancora una volta con una sosta in meno è stato in grado di rimontare dalla sesta posizione di partenza, ma non ne aveva abbastanza per lottare con Red Bull e McLaren, oggi molto più competitiva del previsto, specialmente con Lando Norris, secondo, ma se Piastri non avesse avuto un problema, probabilmente sarebbe stato un altro avversario molto ostico da arginare. Adesso a Maranello dovranno necessariamente montare gli aggiornamenti sulla SF-24 tra Miami e soprattutto Imola, così da potersi rimettere in carreggiata.

“Abbiamo fatto fatica, ma oggi non potevamo fare di più in termini di risultato – ha ammesso Leclerc. Purtroppo la McLaren ne aveva di più, sulla Red Bull lo sapevamo, ma Lando andava molto più veloce di noi. Con la media non siamo andati male, mentre con la hard il passo era questo, ed è una differenza incredibile, perché sulle gialle andavamo quanto loro, forse leggermente più veloci, ma sulle dure eravamo mezzo secondo più lenti, quindi sì, dobbiamo analizzare perché il passo gara che abbiamo visto nelle prime gare oggi non c’era”.

“La sorpresa è stata la McLaren, Oscar aveva un danno sul fondo sennò sarebbe stato difficile finire al quarto posto. Gli aggiornamenti saranno importantissimi, daranno la direzione per il resto dell’anno: sono fiducioso perché il team ha fatto un gran lavoro per portarli in tempo per le prossime gare”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati