F1 | Williams, Russell: “Non mi interessa la lotta interna con Robert”

Kubica: "Gasly mi ha toccato alla prima curva e ho perso l'ala anteriore"

F1 | Williams, Russell: “Non mi interessa la lotta interna con Robert”

Come ampiamente pronosticato, la Williams ha chiuso nelle ultime due posizioni il Gran Premio d’Australia a due giri di distacco dal leader. Russell ha svolto una gara lineare e senza alcun intoppo, mentre Kubica è stato coinvolto in un incidente al via, con l’ala anteriore che è andata via per un contatto con Gasly. Delusione per i due piloti, che comunque provano a vedere quel poco che c’è di pieno nel bicchiere.

“Sono felice di aver portato la macchina a casa senza problemi – ha detto Russell. Mi sento bene fisicamente ed è stata una buona gara per quanto mi riguarda, ma ovviamente è deludente essere così indietro nella prestazione. Abbiamo fatto un pit-stop in più per provare tutte le mescole: c’è molto lavoro da fare a partire da domani, sperando di migliorare. Non mi interessa lottare con Robert per l’ultimo posto, dobbiamo lavorare insieme: nel complesso posso essere orgoglioso e soddisfatto di me, perché eravamo consapevoli di cosa ci aspettava, ho raggiunto tutti i miei obiettivi”.

“Non è stata sicuramente una gara facile e lo sapevamo da prima della partenza – ha ammesso Kubica. Abbiamo iniziato con la gomma dura per fare esperienza con quella mescola: alla prima curva ero all’interno e all’uscita la Red Bull si è mossa a destra per evitare un contatto e ci siamo toccati, danneggiando la mia ala anteriore, il che mi ha costretto a entrare ai box. Inoltre al terzo giro ho perso uno degli specchietti, quindi non ho potuto vedere bene le bandiere blu. Con la macchina in quelle condizioni non ero proprio a mio agio, ma comunque, so che sembra strano, non avrei mai pensato di dire una cosa del genere, ma credo ci fossero alcuni aspetti positivi: voglio ringraziare di nuovo tutti i componenti del team”.

F1 | Williams, Russell: “Non mi interessa la lotta interna con Robert”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati