F1 | Verstappen-Hamilton all’ultimo atto, che la battaglia sia maschia ma corretta

L'auspicio è quello di vedere una lotta dura ma senza l'ennesimo contatto

F1 | Verstappen-Hamilton all’ultimo atto, che la battaglia sia maschia ma corretta

Manca oramai pochissimo e le luci si accenderanno sullo Yas Marina Circuit di Abu Dhabi per l’ultimo appuntamento stagionale che vedrà contrapposti Max Verstappen e Lewis Hamilton, arrivati negli Emirati appaiati in testa al Mondiale piloti. Una situazione che riflette ancora di più uno stato di incertezza che ha caratterizzato un campionato vissuto con il cuore in gola per la maggior parte delle gare, in virtù delle emozioni e dei colpi di scena che si sono succeduti scandendo di fatto una rivalità (a livello competitivo) che difficilmente erano ipotizzabile lo scorso inverno.

La Formula 1 non è allora uno sport finito, come voleva far credere una parte di appassionati vedendo soprattutto gli ultimi anni che hanno mostrato un dominio imbarazzante della Mercedes, ma è una categoria che sa ancora regalare quel giusto appeal. Ma al tempo stesso in una rivalità molto dura, cruenta, senza esclusione di colpi, non sono mancati momenti di tensione che l’hanno condizionata. Anche a Jeddah, dove purtroppo si è assistito ad una conduzione dilettantesca da parte della direzione gara che ha di fatto mercanteggiato penalità, abbiamo assistito ad alcuni episodi che hanno stufato e che hanno quasi tolto quel giusto entusiasmo che ha caratterizzato l’intensa battaglia tra Verstappen e Hamilton.

I duelli all’ultimo sangue sono assolutamente ben accetti (prima del 2021 eravamo in forte astinenza), ma vederli reiterati nel modo in cui abbiamo assistito recentemente è qualcosa che non va bene. Che avvilisce anziché creare interesse. Quella tra Verstappen e Hamilton è stata accostata, erroneamente, alla rivalità tra Senna e Prost ma gli episodi carichi di polemiche che hanno contraddistinto la carriera del brasiliano e del francese sono prettamente due (Suzuka ’89 e ’90), mentre nel caso dell’olandese e dell’inglese iniziano ad essere troppi. E iniziano seriamente a seccare. Favoriti anche da una Federazione che ha lasciato correre senza prendere decisioni forti nei momenti cruciali, alimentando un inutile rodeo anziché sedarlo per tempo.

Stiamo assistendo ad un’anarchia, ad una resa dei conti, ad un demolition derby che non fa assolutamente bene. L’augurio è ad Abu Dhabi si possa assistere ad una gara maschia, ma leale, tra Verstappen e Hamilton. Purtroppo il rischio dell’ennesimo incidente che condizioni la vittoria iridata esiste, soprattutto dopo le tensioni della scorsa settimana. Speriamo resti solo un’ipotesi e non trovi sfogo pratico nella realtà.

Passerebbe un messaggio sbagliato e soprattutto si macchierebbe con un’eventuale, nuova, collissione una stagione a dir poco spettacolare. E non sarebbe affatto il caso…

Piero Ladisa


Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati