F1 | Un commissario conferma: “Abbiamo scelto di non usare la mano pesante con Vettel a Baku”

Paul Gutjahr faceva parte della commissione gara

F1 | Un commissario conferma: “Abbiamo scelto di non usare la mano pesante con Vettel a Baku”

In un’intervista rilasciata al quotidiano svizzero Blick, Paul Gutjahr ha commentato le decisioni prese dalla commissione gara durante il Gran Premio d’Azerbaijan, confermando come la direzione abbia preso in considerazione la bandiera nera per Sebastian Vettel. Gutjahr faceva parte della commissione a Baku ed ha sottolineato come i pochi danni accusati da Hamilton abbiano influito sulla non squalifica del tedesco. In pratica, Vettel è stato graziato per non influenzare troppo il campionato.

Ecco le parole di Gutjahr: “Abbiamo valutato diverse ipotesi tra cui anche la bandiera nera. Potevamo usare una mano più pesante, ma considerando i pochi danni accusati da Hamilton e la lotta per il campionato, non abbiamo voluto influenzare troppo il risultato finale, valutando lo stop&l’ho come la giusta punizione per la guida di Vettel”.

Roberto Valenti

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti
  1. daesnilt

    30 Giugno 2017 at 13:54

    Giusto. Quindi nel calcio, per non influenzare il campionato, valutiamo se dare un rigore o no. Patetico.

  2. ale7485

    30 Giugno 2017 at 15:50

    Si è punito il gesto di stizza del tedesco che comunque non poteva avere conseguenze di danneggiamento gravi a Hamilton, cioè si è toccato senza alcun danno effettivo e non è nemmeno dimostrabile al 100% l’intenzionalità del contatto visto che Vettel aveva le mani alzate e non sul volante!
    In una partita calcistica assomigliava più a una spinta che una entrare dura sulle gambe…cartellino giallo ok ma squalifica o salto diretto di una partita mi pare davvero esagerato!

    • ChrisAmon

      30 Giugno 2017 at 22:39

      Il tuo commento è talmente equilibrato che non riesco a capire come ci siano 4 pollici all’ingiù…. Il tifo contro è una brutta bestia…..

    • Francesco

      25 Aprile 2018 at 09:32

      Ah, beh… certo!!! “non è nemmeno dimostrabile al 100% l’intenzionalità del contatto visto che Vettel aveva le mani alzate e non sul volante!” … e come avrebbe fatto a dare la ruotata a Hamilton??? con il pensiero??? A volte è patetico leggere certi commenti… sigh…

  3. Stefano5691

    30 Giugno 2017 at 16:48

    Una volta deciso una punizione, basta. Che l’azione non sia giustificabile sono il primo a dirlo, ma il fatto di continuare a perseverare ha solo allo scopo di coprire le lacune che la Federazione continua ad avere su tutti i fronti.

  4. joskee

    30 Giugno 2017 at 17:11

    Deleterio usare misure differenti secondo quale è il pilota a commettere infrazioni.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati