F1 | Toto Wolff: “Il cambio regolamentare ci è costato più di mezzo secondo al giro”

Poi ammette: "Non va bene per lo sport quando una squadra o un pilota dominano per anni"

F1 | Toto Wolff: “Il cambio regolamentare ci è costato più di mezzo secondo al giro”

L’inizio stagione per la Mercedes è stato più difficile delle aspettative. Il cambio regolamentare, seppur all’apparenza minimo ha complicato un po’ i piani della squadra anglo/tedesca, data da tutti nettamente favorita alla vittoria mondiale anche per questo 2021. Effettivamente, il taglio al fondo voluto dalle nuove normative per diminuire il carico aerodinamico ha dato non poche difficoltà alla W12, e lo dimostra il fatto che al momento, dopo cinque gare, in testa ai rispettivi campionati ci siano Verstappen e Red Bull. Toto Wolff, team principal e co-proprietario della Mercedes parla di nuovi stimoli e cambiamenti necessari per dare motivazioni anche a un team vincente per anni.

“E’ così anche in altri sport – ha detto Wolff al quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung. Bisogna chiedersi costantemente quale sarà il nuovo obiettivo da raggiungere. Per noi la risposta è semplice: il cambio regolamentare, questo aiuta tanto. Vogliamo dimostrare che le nuove normative non possono fermarci. Capisco che i detentori dei diritti della Formula 1 siano sempre alla ricerca di un modo per rendere il mondiale il più competitivo possibile, perché non va bene per lo sport quando una squadra o un pilota dominano per anni, ma nel 2017 e nel 2019 abbiamo continuato a vincere, per questo hanno optato per un nuovo cambiamento, con l’obiettivo di invertire la rotta. Le ultime modifiche ci sono costate più di mezzo secondo al giro, è un dato di fatto. La cosa migliore per tutti sarebbe se il campionato si decidesse all’ultima gara e con un punto di differenza”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati