F1 | Stroll: “Mi sento un pilota più completo di un anno fa, ma nel 2018 non l’ho potuto dimostrare”

Il giovane canadese: "Le prestazioni della Williams erano davvero scarse"

F1 | Stroll: “Mi sento un pilota più completo di un anno fa, ma nel 2018 non l’ho potuto dimostrare”

Reduce da un’annata terribile, Lance Stroll guarda con ottimismo e consapevolezza al 2019, stagione in cui esordirà con Racing Point al fianco di Sergio Perez. Il 20enne canadese durante il suo secondo anno in Williams è stato fortemente penalizzato dalle pessime prestazioni della FW41, a causa delle quali ha terminato il campionato con soli 6 punti all’attivo, 34 in meno rispetto al 2017. Nonostante ciò, Stroll ha cercato di trovare dei lati positivi nel suo ultimo Mondiale, soprattutto a livello personale.

“Non penso sia giusto confrontare le due stagioni” – le sue prime parole riportate da PlanetF1. “Il 2018 è stata una stagione ‘antincendio’. Abbiamo raccolto pochissimi punti, ma le poche volte in cui ciò è accaduto sono stati punti pesanti perché abbiamo battuto macchine più veloci intorno a noi. Lo stesso in qualifica: ho ‘raschiato’ il Q2, mi sono qualificato per il Q3 a Monza. Sono stati davvero dei grandi risultati perché le prestazioni della macchina erano davvero scarse. Tutto sommato credo di essere un pilota più completo oggi rispetto ad un anno fa, ma penso di non essere stato in grado di dimostrarlo a causa del pacchetto. È la natura di questo sport, alcuni anni vanno così e come pilota devi accettarlo. Ho appena compiuto 20 anni e credo ancora di essere molto lontano dal raggiungere il mio pieno potenziale: ogni anno cerco di continuare a scolpirlo”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. .. non è normale

    27 dicembre 2018 at 12:50

    la famiglia stroll sono la rovina della f1 insieme alla mercedes, fia e calinero.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati