F1 | Sainz: “Non mi pento di aver firmato per la Ferrari”

"L'intenzione di vincere e di poter competere per una squadra leggendaria", ha sottolineato lo spagnolo

A Maranello Sainz prenderà il posto di Vettel, dividendo il box con Leclerc
F1 | Sainz: “Non mi pento di aver firmato per la Ferrari”

Mancano oramai poche gare e Carlos Sainz saluterà la McLaren per iniziare una nuova avventura professionale: nel futuro dell’attuale alfiere di Woking c’è infatti la Ferrari, dove a partire dalla prossima stagione dividerà il box con Charles Leclerc.

Lo spagnolo, intervistato dal Mundo Deportivo, ha parlato della sfida che lo attende a Maranello. Non sarà semplice, vista l’attuale situazione tecnico/sportiva in cui versa la Scuderia, ma Sainz non vede l’ora di poter dare il proprio contributo alla causa della Rossa.

Speriamo che la Ferrari faccia un buon lavoro e che il prossimo anno possiamo avere un’auto competitiva. E se no, è sempre la Ferrari! – ha ammesso Sainz – Ad esempio, anche se il Real Madrid non ha anni buoni, tutti seguono il Madrid negli anni cattivi. Vado alla Ferrari con l’intenzione di vincere e di poter competere per una squadra leggendaria”.

Anche lo spagnolo è conscio che ci vorrà del tempo per ritrovare la Rossa lì davanti: “Penso che quello bisogna chiedere loro (ai tifosi, ndr) è pazienza e fiducia nel progetto. È un progetto molto giovane, lo diceva l’anno scorso anche Mattia Binotto e ora dobbiamo aspettare e vedere se le cose migliorano un po’ ma miglioreranno sicuramente. Cambiare una macchina per vincere improvvisamente delle gare sarà difficile. Il prossimo sarà un anno difficile ma se la Ferrari spende i ‘gettoni’ nelle aree corrette in cui utilizzarli, possiamo andare meglio rispetto al 2020”.

Una cosa è certa, Sainz non si è pentito di aver firmato per Maranello: “È una sensazione così incredibile che molti dei migliori piloti nella storia della F1 sono stati nemmeno in grado di avere. Ecco perché le persone che mi chiedono se mi pento o se dubito della Ferrari, beh dico di no”. 

L’approdo in Ferrari è anche merito della McLaren, che ha dato a Sainz una monoposto competitiva: “Senza una squadra come la McLaren, che ti dà quella fiducia per esibirti al mio livello, quella firma non sarebbe mai arrivata”.

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati