F1 | Robertson (manager Raikkonen): “Kimi ama guidare monoposto di Formula Uno ed essere al limite”

Sull'approdo in Sauber: "Lavorerà in sinergia col team, ponendo la sua attenzione sullo sviluppo della vettura", ha sottolineato Robertson

F1 | Robertson (manager Raikkonen): “Kimi ama guidare monoposto di Formula Uno ed essere al limite”

Dalla prossima stagione Kimi Raikkonen tornerà al suo “primo amore”. A quella Sauber, al volante della quale, debuttò in Formula Uno nel lontano 2001.

Sul passaggio, o sarebbe più appropriato dire ritorno, del finlandese alla corte della scuderia di Hinwil e sulla sua voglia di cimentarsi ancora nella top class, Steve Robertson (manager di Iceman, ndr) ha dichiarato: «Kimi ama guidare monoposto di Formula Uno ed essere al limite. La gente pensava che, dopo aver guidato così tanti anni per la Ferrari, avrebbe deciso di ritirarsi andando così sul suo yacht per godersi la vita».

«Sapendo che non avrebbe continuato in Ferrari ha cercato una nuova soluzione. Ora la situazione della Sauber è differente rispetto a quella di due anni fa. L’ingaggio di Kimi mostra le loro intenzioni e ambizioni, avrebbero potuto prendere un pilota pagante e invece hanno optato per un campione del mondo», ha aggiunto Robertson.

Sull’eventuale mancanza di stimoli di Raikkonen a guidare una monoposto non competitiva per la vittoria ha detto: «Non penso che questo possa accadere. Lui lavorerà con il team per cercare di migliorare le cose e sa a cosa va incontro. Sa benissimo che le vittorie non arriveranno, tranne casi eccezionali. Sa benissimo che non ritroverà la stessa situazione di competitività vista in Ferrari, ma porrà la sua attenzione allo sviluppo facendo così progredire la Sauber».

Robertson, infine, ha paragonato la situazione della Sauber a quella della Lotus, dove Kimi avrà più libertà di “movimento” rispetto a quanto accaduto in Ferrari: «La gente mi diceva che in quel periodo Kimi era più tranquillo, all’epica Eric Boullier mi disse: “Non chiediamo molto a Kimi, sappiamo cosa lo rende felice e cosa no, vogliamo che sia se stesso”. In team come la Ferrari c’è una struttura aziendale più articolata rispetto ad altre scuderie».

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Racing Point, accordo concluso con l’Aston Martin

Il 30 marzo gli azionisti dell'Aston Martin hanno completato l'accordo con il consorzio Yew Consorzio Tree facente capo a Lawrence Stroll
Aston Martin prenderà il posto della Racing Point sulla griglia di partenza della Formula Uno a partire dal 2021. La