F1 | Renault, Hulkenberg: “Il bello di Suzuka è che bisogna essere coraggiosi in certi punti della pista”

Sainz: "Il primo settore è molto fisico, sembra non finire mai"

F1 | Renault, Hulkenberg: “Il bello di Suzuka è che bisogna essere coraggiosi in certi punti della pista”

Dopo la deludente prestazione di Sochi, la Renault cerca subito il riscatto nel bellissimo scenario di Suzuka. La Haas ha rosicchiato qualche punto al team francese in ottica quarto posto, e in Giappone Sainz e Hulkenberg devono puntare necessariamente alla top ten. Adesso sono infatti 11 le lunghezze che separano i due team in classifica, con la Haas sempre sub judice per i fatti di Monza. I due piloti sono determinati a fare bene in una delle piste più belle del mondo.

“Suzuka è costruito per i piloti – ha detto Hulk. E’ una pista incredibile per chi guida, specialmente in una monoposto moderna di Formula 1 ed è sicuramente uno dei migliori circuiti nel panorama mondiale, con alcune combinazioni di curve incredibili. Ci sono dei cambi di quota importanti e anche il fisico viene messo a dura prova con la forza G sul corpo e sul collo. Ci sono alcune parti della pista in cui bisogna essere abbastanza aggressivo e coraggioso, e questo è il divertimento”.

“Il circuito è molto divertente da guidare – ha dichiarato Sainz. E’ un vero circuito per i piloti, nel quale le nostre capacità e abilità sono messe a dura prova. Il primo settore è molto fisico, specialmente con le macchine moderne ad alto carico. Non lo finisci mai: destra, sinistra, destra, sinistra, poi le Degner, tutto è molto impegnativo e con la via di fuga in ghiaia è tutto più difficile. La Spoon bisogna farla bene, in quanto arriva prima di un lungo rettilineo che poi arriva fino alla 130R”.

F1 | Renault, Hulkenberg: “Il bello di Suzuka è che bisogna essere coraggiosi in certi punti della pista”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati