F1 | Renault, Abiteboul: “In Bahrain vogliamo dimostrare la crescita del nostro motore”

Nick Chester: "A Melbourne qualifica deludente, ma abbiamo individuato il problema"

F1 | Renault, Abiteboul: “In Bahrain vogliamo dimostrare la crescita del nostro motore”

Ci si aspettava qualcosa in più in Australia per quanto riguarda la Renault. Il team francese ha conquistato la settima posizione con Hulkenberg, mentre Ricciardo è stato costretto al ritiro. Le qualifiche non sono andate come si aspettavano i vertici della squadra, con ambo le macchine fuori dalla Q3 probabilmente per alcuni deficit prestazionali dell’intero pacchetto macchina/motore.

“Siamo determinati a fare meglio in Bahrain – ha detto Cyril Abiteboul, team principal della Renault. Dobbiamo sottolineare il passo avanti fatto sul motore, e il secondo Gran Premio della stagione sarà una bella opportunità per dimostrarlo: porteremo alcuni aggiornamenti aerodinamici, come in ogni gara, e dobbiamo mirare alla costanza nell’intero fine settimana, offrendo ai nostri piloti un’auto bilanciata e affidabile in tutte le sessioni per massimizzare le prestazioni. Allo stesso modo dobbiamo focalizzare il nostro lavoro per raggiungere l’eccellenza in tutte le aree”.

“Il weekend di Melbourne è stato un mix di cose positive e negative – ha detto Nick Chester, direttore tecnico della Renault. Non ci siamo qualificati dove avremmo meritato di essere in termini di prestazioni, ma abbiamo visto che in alcune aree c’erano dei problemi di affidabilità: un piccolo errore o un calo di prestazione significa perdere posizioni in griglia. In Bahrain porteremo alcuni aggiornamenti sulla carrozzeria legati al raffreddamento e per affrontare al meglio il caldo, oltre ad alcuni upgrade meccanici e aerodinamici. Dobbiamo spingere e sviluppare rapidamente la nostra macchina per guadagnare in termini di prestazione”.

F1 | Renault, Abiteboul: “In Bahrain vogliamo dimostrare la crescita del nostro motore”
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati