F1 | Red Bull, Sergio Perez: “Con tre giri in più avrei preso Lewis”

"Speravo nella doppietta, ma ci riproveremo in Austria" ha detto Checo, al secondo podio in Red Bull

F1 | Red Bull, Sergio Perez: “Con tre giri in più avrei preso Lewis”

Sergio Perez conquista il secondo podio consecutivo con la Red Bull, dopo la strabiliante vittoria in Azerbaijan. Il messicano scatta quarto al via e, sventato un attacco di Carlos Sainz nei primi metri, si mette docilmente all’inseguimento del trio davanti. Con una sola sosta, si mette al servizio del compagno di squadra, rientrato invece al box due volte, lasciandogli il via libera per la corsa alla vittoria. Sul finale, a tre giri dalla bandiera a scacchi, Checo sferra l’attacco a Bottas, conquistando il podio e la terza posizione. Grande weekend per la Red Bull, che grazie al doppio podio allunga di ben trentasette punti sulla Mercedes.

Il team ha fatto un lavoro fantastico oggi e una grande strategia, facendo la giusta chiamata al momento giusto, congratulazioni a tutti qui in pista e in fabbrica – ha detto Checo dopo il podio – è un grande risultato per noi, è questo ciò che conta e sono felice. Da parte mia, questo weekend non è stato buono quanto mi aspettavo, come piloti vogliamo solo vincere e per questo devo continuare a lavorare sodo, continuare a migliorarmi e conquistare risultati migliori con la meravigliosa vettura che mi hanno dato. Due podio consecutivi e un bel po’ di punti, mi sarebbero serviti forse tre giri in più per sorpassare Lewis e fare doppietta, ma spingeremo per farlo in Austria. Penso che sarà positivo per me fare due gare back to back a Spielberg, perché la prima gara mi darà una bella panoramica di come la vettura si comporta su quella pista, e di conseguenza una buona base per la seconda gara. Spero potremo giocarci la vittoria e continuare la scia positiva“.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati