F1 | Red Bull lascia Sakhir con le ossa rotte: Ricciardo e Verstappen costretti a sostituire alcune componenti in vista della Cina

L'olandese affronterà il week-end a Shanghai con una nuova trasmissione, mentre Ricciardo "scongelerà" la seconda centralina

F1 | Red Bull lascia Sakhir con le ossa rotte: Ricciardo e Verstappen costretti a sostituire alcune componenti in vista della Cina

Continua il momento nero della Red Bull in questo avvio di mondiale 2018. Secondo quanto riportato da Helmut Marko, Max Verstappen dovrà sostituire la trasmissione in vista del prossimo appuntamento di Shanghai. I numerosi urti del fondo con l’asfalto, dovuti al giro effettuato con la posteriore sinistra bucata dopo il contatto con Lewis Hamilton, avrebbero danneggiato il differenziale della sua RB14. Un problema non da poco visto che la squadra, terminato il GP a Sakhir, partirà direttamente per la Cina e non ci sarà tempo per un’accurata verifica dell’unità danneggiata. Considerando questo, Red Bull sostituirà l’elemento in via del tutto precauzionale, così da permettere all’olandese un fine settimana privo di problemi. Da notare che l’ex Toro Rosso avrà la possibilità di sostituire la scatola del cambio senza incorrere in penalità dato che la Scuderia di Milton Keynes ha fermato anzitempo la vettura, ritirando la RB14 #33 dalla corsa di domenica pomeriggio.

In casi come questi, infatti, il regolamento permette al team di sostituire alcuni elementi che in teoria dovrebbero essere “congelati”. Tra questi c’è proprio il cambio. Discorso diverso, invece, per Daniel Ricciardo: l’australiano avrebbe accusato un problema alla centralina elettronica della vettura. Una noia simile a quello che ha fermato Verstappen durante i test pre-season a Barcellona. In questo caso, però, Red Bull sarà costretta a sostituire la componente, scongelando la seconda unità della stagione. Ogni squadra, ricordiamo, può utilizzare al massimo due centraline nei ventuno appuntamenti del campionato, ragion per cui l’australiano dovrò gestire con accurata attenzione la componente che sarà montata a Shanghai.

Al terzo elemento, infatti, scatteranno dieci posizioni di penalità sulla griglia di partenza.

Roberto Valenti

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati