F1 | Racing Point, Sergio Perez è terzo: “E’ un grande giorno per il team”

"Avrei potuto prendere la pole, ma Giovinazzi è andato fuori pista e ho dovuto rallentare" ha spiegato il messicano

F1 | Racing Point, Sergio Perez è terzo: “E’ un grande giorno per il team”

Per un po’ c’è stato il suo nome accanto al numero 1, ma Sergio Perez ha dovuto cedere la prima fila al compagno di squadra, Lance Stroll, alla sua prima pole in carriera, e Max Verstappen. Certo, una pole position sarebbe stata un grande biglietto da visita per qualche team (Red Bull, magari), ma anche il terzo posto non è da meno. La strategia della Racing Point è stata perfetta, mandando i suoi piloti in pista con le intermedie per l’ultimo tentativo in Q3. Le due pantere rosa hanno portato a casa il primo bottino del weekend, ma sono i punti che contano davvero, importanti nella classifica costruttori. I due partiranno dal lato pulito della pista e questo potrebbe rappresentare un vantaggio nei confronti di Verstappen e delle due Mercedes.

E’ un grande giorno per il team, sono soddisfatto. In Q1 ho dovuto abortire il mio miglior giro per via della bandiera gialla, e questo mi è costato una posizione in Q2, dove gli altri non hanno abortito i loro tentativi con doppia bandiera gialla. Ma ce l’abbiamo fatta – ha spiegato Checo – una volta in Q3, abbiamo optato per le intermedie perché eravamo convinti che le avremmo portate in temperatura per farle lavorare al meglio. L’azzardo ha pagato e, giro dopo giro, continuavamo a migliorarci ed essere veloci. Credo che avrei potuto prendere la pole, oggi, ma nel mio ultimo tentativo, quando le gomme erano nel loro massimo, Antonio Giovinazzi era davanti a me in curva cinque ed è andato fuori pista, rientrando subito dopo. Ho dovuto rallentare”.

Comunque, sono contento della terza posizione, specialmente perché partiremo dal lato migliore della pista – ha continuato il messicano – possiamo essere orgogliosi del lavoro fatto stanotte, eravamo davvero forti sul bagnato. Speriamo di esserlo anche in gara, ma tutto può succedere. Sappiamo che le Mercedes scaleranno la griglia in fretta e Max sarà fortissimo, ma con una buona partenza e un buon primo giro possiamo giocarcela. Credo che la partenza sarà complicata, per via della temperatura delle gomme, per cui speriamo di prendere subito vantaggio e portare a casa un buon risultato“.

 

 

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati