F1 | Pagelle GP Italia – Leclerc da favola, Bottas ci prova, Vettel rovina tutto

Bene le Renault di Ricciardo e Hulkenberg, Giovinazzi in zona punti

Vettel rovina tutto con un testacoda alla variante Ascari, Leclerc conquista il cuore dei tifosi Ferrari
F1 | Pagelle GP Italia – Leclerc da favola, Bottas ci prova, Vettel rovina tutto

CHARLES LECLERC 10 – Dopo la super prestazioni di Spa-Francorchamps, Leclerc offre agli appassionati una prova di guida schiacciate, mandando praticamente in corto circuito un mastino come Lewis Hamilton. La SF90 lo aiuta tantissimo sul dritto, ma il monegasco riesce a mantenere alta la concentrazione, commettendo pochissimi errori. Una prestazione fantastica che gli ha permesso di conquistare la prima vittoria davanti al pubblico di Monza. LEADER

VALTTERI BOTTAS 7,5 – Il finlandese gestisce alla perfezione la prima parte di gara, risultando poco incisivo sulle gomme. Un aspetto importante che gli permette di seguire una strategia alternativa, visto il pit stop posticipato rispetto a Charles Leclerc e Lewis Hamilton. Rimonta, sorpassa Hamilton e si mette in scia alla Ferrari, però manca il guizzo finale sul monegasco (troppi gli errori commessi durante l’inseguimento.ndr). Restano comunque gli aspetti positivi del week-end, ma la sensazione è quella che il finlandese abbia sprecato un’occasione abbastanza ghiotta. BRAVO, MA POTEVA FARE DI PIU’

LEWIS HAMILTON 7,5 – Prova di tutto alle spalle del monegasco, spingendo come un forsennato dal primo giro fino alla seconda sosta ai box. Recrimina sulla manovra di Leclerc alla seconda variante, ma in generale Lewis può ritenersi soddisfatto del bottino punti portato a casa. L’obiettivo chiaramente era quello di vincere, ma la velocità sul dritto della SF90, unita alla volontà di Leclerc, non gli hanno permesso di conquistare il gradino più alto del podio. Appuntamento rimandato a Singapore. TU NON PUOI PASSARE

DANIEL RICCIARDO 7 – Sfrutta al massimo il potenziale della RS19, conquistando un quarto posto del tutto insperato all’inizio del week-end. Vince in maniera schiacciante il confronto col proprio compagno di scuderia e conferma, semmai ce ne fosse stato bisogno, di avere in mano la leadership del team. Monza, insomma, ha riportato a galla il Ricciardo che tutti quanti conosciamo. HE’S BACK

NICO HULKENBERG 6,5 – Nico, come Ricciardo, sfrutta al massimo la monoposto, raccogliendo punti importanti per la squadra per quello che riguarda la classifica costruttori. Perde in maniera netta il duello diretto col compagno di squadra, ma la sensazione è che il quinto posto fosse il massimo raggiungibile nella gara di domenica pomeriggio. GREGARIO

ALEX ALBON 6 – Tenta una bellissima manovra ai danni di Carlos Sainz subito dopo la partenza, ma la difesa dello spagnolo lo porta a perdere posizioni, complicando e non poco la sua gara (la velocità sul dritto della RB15 non gli consente di sorpassare.ndr). Il gap con Verstappen in termini di ritmo è ancora abbastanza ampio, ma la prestazione del thailandese resta comunque molto positiva. CONFERMA

SERGIO PEREZ 6.5 – Il messicano, come in Belgio, sfrutta al massimo il potenziale della monoposto, spingendo al massimo per tutta la durata del Gran Premio. Il risultato è una prestazione di assoluto livello che regala punti importanti alla squadra per la classifica costruttori. Arriveranno GP più complicati, ma la sensazione è che Checo abbia sfruttato al massimo gli appuntamenti super veloci di Spa e Monza. COSTANTE

MAX VERSTAPPEN 6 – Nonostante gli avvertimenti della squadra, Max sbaglia nuovamente la partenza, finendo addosso alla Racing Point di Sergio Perez. Un particolare che gli fa perdere diverso tempo, ma che fortunatamente non compromette il suo arrivo in zona punti. L’obiettivo adesso sarà quello di voltare rapidamente pagina, focalizzando l’attenzione sul prossimo appuntamento di Singapore, round che, almeno sulla carta, dovrebbe regalare una bella occasione alla scuderia austriaca. PASTICCIONE

ANTONIO GIOVINAZZI 7 – L’italiano riscatta al meglio il pesante errore di Spa-Francorchamps, chiudendo in zona punti una gara bellissima, gestita con velocità e intelligenza. Un risultato importante, conquistato davanti al pubblico di casa, che gli permette di puntellare un sedile che fino a qualche giorno fa sembrava vacillaare in maniera abbastanza pericolosa. FINALMENTE, GIOVI!

LANDO NORRIS 6 – Gara incolore per l’inglese, visto che non riesce mai a farsi notare dalle telecamere. Porta a casa un punto importante, ma la sensazione è quella che si potesse fare molto di più. OPACO

LANCE STROLL 5 – Il canadese sfrutta al massimo la qualifica del sabato, scattando bene e mettendosi in scia alle vetture di vertice della classifica. Un buon inizio che faceva presagire una domenica tutto sommato positiva. Una manovra folle di Sebastian Vettel alla variante Ascari, però, lo porta a finire in testacoda, distruggendo di fatto ogni speranza di zona punti. Da notare che nel modo di rientrare in posta, Stroll rischia di mandare a muro Gasly, aspetto che gli costa un drive through in corsia box. OCCASIONE SPRECATA

KIMI RAIKKONEN 5 – Il voto deriva più dalla qualifica che dalla gara stessa, visto che il finlandese getta una possibile zona punti finendo contro le barriere esterne della Parabolica. Una domenica negativa che l’alfiere del team Alfa Romeo vorrà immediatamente dimenticare. AHI AHI, KIMI

SEBASTIAN VETTEL 4 – Trovare le parole per descrivere la situazione del tedesco appare quanto mai difficile. Doveva essere la domenica del riscatto, soprattutto dopo la vittoria conquistata da Leclerc in Belgio, ma nei fatti la gara si è rivelata un autentico disastro, con un testacoda alla variante Ascari che non ha rovinato non solo la sua domenica, ma anche quella di Stroll. Inutile sottolineare la pericolosità del suo rientro in pista, giustamente punito dalla commissione gara. Serve una risposta immediata già a partire dal prossimo round di Singapore. DISPERSO

GLI ALTRI: PIERRE GASLY 6.5, GEORGE RUSSELL 6, ROMAIN GROSJEAN 5, KEVIN MAGNUSSEN 5, DANIIL KVYAT 6, CARLOS SAINZ 6, ROBERT KUBICA 5.

GP ITALIA 8 – Leclerc, Hamilton e Bottas animano una gara emozionate, vissuta tutto d’un fiato dall’inizio alla fine. Sarà un piacere poter commentare questo Gran Premio fino alla stagione 2024. MONZA UNICA

F1 | Pagelle GP Italia – Leclerc da favola, Bottas ci prova, Vettel rovina tutto
5 (100%) 4 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti
  1. Victor61

    11 settembre 2019 at 10:53

    Leclerc fa pochissimi errori e manda in corto circuito Hamilton? 7,5 a Hamilton dopo tutto quello che di magico ha fatto per tutto il weekend quando, senza qualche indulgenza di troppo dei commissari nei confronti di Leclerc, ha sfiorato di vincere comunque contro la super Ferrari? ma soprattutto 7,5 a Lewis come a Bottas che non è riuscito nemmeno ad avvicinarsi sotto 1 secondo e mezzo da Leclerc causa 2 grossolani errori e nonostante le gomme meno usurate? Bottas che rimonta e sorpassa Hamilton? Sorpassa? Io non so dove la redazione di questo sito li trova questi pseudo giornalisti improvvisati della domenica ma spero che non li paghino niente perché qui si va oltre l’assunzione obbligatoria di categorie protette :-)) mandiamoli tutti a lavorare in fabbrica che forse qualche cosa imparano perché più stupidi e faziosi di così neanche a farlo apposta…

    • giallo81

      11 settembre 2019 at 13:50

      Neanche io sono d’accordo sul voto ad Hamilton (che ci ha provato dall’inizio alla fine pur consapevole di dover stressare le gomme) ma non credo sia necessario offendere chi scrive gli articoli

  2. arminK

    11 settembre 2019 at 14:15

    @roberto valenti eri ubrico quando hai scritto queste pagelle …

    Mai visto una roba del genere, ma che voti hai messo !
    hahahahaha

    Dimmi che hai tirato due dadi e sommato i numeri !

  3. Roby Bad

    12 settembre 2019 at 08:49

    Vero
    A Hamilton 6.5 al massimo
    Non per le prestazioni
    Ma perché un campione come lui che si lamenta come un lattante alla prima porta in faccia in un duello quasi normale (per una vera F1)
    Pensa che siano tutti doppiati ? Anche quando sono in testa alla gara?

    • Victor61

      12 settembre 2019 at 15:10

      @robybad: come ti ho già detto più volte devi farti rifare il piano terapeutico del tuo psichiatra perchè finchè il Nero vi correrà contro non vincerete nemmeno la coppa del nonno :-))

  4. Roby Bad

    12 settembre 2019 at 21:30

    Certo deve roderti molto ( e anche a Hamilton) essere rimasti dietro perfino con il DRS che permette i sorpassi pure alla nonna di Bottas…
    E pure con il DRS sono due volte che restate dietro alla Rossa
    Deve proprio rodere…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati