F1 | Mercedes, Valtteri Bottas: “Dobbiamo trovare il giusto assetto”

"Le condizioni variabili rendono il tutto più complicato" ha aggiunto il finlandese, che dovrà scontare una penalità di cinque posizioni in griglia

F1 | Mercedes, Valtteri Bottas: “Dobbiamo trovare il giusto assetto”

Valtteri Bottas si mette davanti a tutti nella prima sessione di libere a Spa Francorchamps, staccando Max Verstappen di 0.164s. Nel pomeriggio, però, il finlandese cede la prima posizione proprio al pilota Red Bull, con solo quarantuno millesimi a separarli. Bottas si è dimostrato veloce, ma dovrà fare del suo meglio in qualifica: su di lui, infatti, pende ancora la penalità conquistata dopo il violento “strike” alla partenza in Ungheria, che ha di conseguenza provocato il ritiro di diversi suoi colleghi. Bottas dovrà scontare cinque posizioni di penalità in griglia, e l’obiettivo per lui è sicuramente la prima fila. Il set-up della vettura sarà fondamentale, ma le condizioni meteorologiche incerte rendono la ricerca dell’assetto più difficile, così come spiega lo stesso Valtteri.

E’ andato tutto bene oggi. Da quanto possiamo vedere dalla classifica, sarà ancora una battaglia serrata con la Red Bull, esamineremo ogni dettaglio stanotte per cercare di recuperare ogni singolo margine – ha spiegato Bottas – il ritmo, sia sul passo gara che sul giro secco era buono. E’ sempre complicato fare paragoni sui dettagli delle singole sessioni, ma le sensazioni sono buone, è un inizio positivo. Sembravamo molto veloci sui rettilinei con le la configurazione delle ali che abbiamo provato e, in gara, sarà importante per me essere veloci nel primo e terzo settore, per poter sorpassare. Ma alla fine, se piove, hai bisogno di più downforce. Quindi vedremo come andrà, sessione dopo sessione. Ogni decisione sarà fondamentale per la qualifica“.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati