F1 | Haas, Kevin Magnussen: “Un peccato per i tifosi, speriamo di ripagarli con un grande spettacolo”

L'annullamento di entrambe le sessioni ha impedito ad Ilott di disputare la sua prima sessione di libere, ma il pilota di F2 è comunque felice di questa esperienza: "La prossima volta sarò pronto"

F1 | Haas, Kevin Magnussen: “Un peccato per i tifosi, speriamo di ripagarli con un grande spettacolo”

Quella di oggi è stata una giornata tanto attesa per i giovani ragazzi di Formula 2 che avrebbero finalmente debuttato nella sessione di libere con una vettura di prim’ordine; c’era attesa anche di tornare su un circuito come quello del Nurburgring, ma nulla da fare: il meteo si è messo contro il circus, l’attesa si è prolungata fino a quando la direzione gara non ha annullato entrambe le sessioni di libere. La fitta nebbia e la pioggia non hanno lasciato alcuno scampo, ma sembra che le condizioni potrebbero migliorare da domani.

Non è stato tanto felice Romain Grosjean, che avrebbe comunque ceduto la sua macchina al britannico Callum Ilott durante le FP1.

Il nostro sport dipende dalle condizioni meteorologiche, ed oggi non sono state affatto clementi – ha dichiarato il francese – è un peccato per Ilott che avrebbe disputato la prima sessione di libere, è un peccato per i tifosi, ma anche per noi che amiamo guidare queste vetture. Ovviamente, le condizioni non ci hanno permesso di scendere in pista, per cui avremo davvero molto lavoro da fare domani“.

Un peccato anche per i tifosi, così come ricordato da Kevin Magnussen, che spera di poterli ripagare nel resto del weekend, meteo permettendo.

E’ stata una giornata frustrante senza scendere in pista. Ovviamente, non è un vero e proprio svantaggio, perché nessuno è riuscito a lavorare oggi, ma non vedevo l’ora di guidare qui. Mi dispiace per i tifosi sugli spalti, sono stati seduti li fuori tutto il giorno sotto la pioggia per nulla. Spero che possiamo ripagarli con un bello spettacolo nel resto del weekend“.

Nonostante tutto, Callum Ilott è felice di aver vissuto queste esperienza come “quasi” pilota di F1, così come da lui raccontato a fine giornata.

Ovviamente non è stata la sessione ideale per nessuno. In ogni caso, è stata una bellissima esperienza venire qui e prepararsi come farebbe un vero pilota di Formula 1 – ha spiegato il pilota di F2 – da questo punto di vista ho imparato molto, sicuramente non è stata una opportunità sprecata. Avrei tanto voluto scendere in pista e fare qualche giro, ma il meteo è contro di noi. Spero di avere un’altra occasione entro la fine della stagione, ma se anche questa dovesse essere l’unica, è stata comunque una grande esperienza. Prendo tutto il positivo che c’è: la prossima volta sarò pronto”.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati