F1 | Haas, disavventura per Grosjean: “Ho sentito una botta e non sono riuscito a controllare la vettura”

Steiner polemico: "Inaccettabile". Intanto la FIA autorizza la squadra a violare il coprifuoco

F1 | Haas, disavventura per Grosjean: “Ho sentito una botta e non sono riuscito a controllare la vettura”

Libere 2 ricche di emozioni per Romain Grosjean in quel di Sepang: il francese della Haas ha chiuso la sessione del pomeriggio contro il muro esterno di curva 13, non riuscendo a completare il programma di lavoro previsto per la giornata di oggi. Romain, incredibilmente, è stato buttato fuori da un tombino strappato dalla Mercedes di Valtteri Bottas, passato pochi minuti prima proprio da quella curva. Il francese stava eseguendo la propria simulazione gara quando si è ritrovato il coperchio di un tombino in piena traiettoria. Essendo un tratto che si effettua in pieno, l’alfiere della Haas non è riuscito ad evitarlo, centrandolo con la posteriore destra.

Il risultato è stato a dir poco catastrofico: l’ex Lotus ha perso il controllo della VF17, finendo dapprima in testacoda e successivamente contro le barriere. Nessun problema per il pilota, uscito con le proprie gambe dall’abitacolo, ma questo piccolo intoppo costringerà i tecnici del team statunitense a fare gli straordinari durante la notte (la vettura è andata completamente distrutta nella parte anteriore.ndr). Da notare che l’impatto col tombino ha divelto di netto la gomma posteriore destra.

Incredulo il francese, intervistato da Sky Sport immediatamente dopo l’impatto: “E’ successo tutto all’improvviso e non riuscito ad evitarlo. Onestamente non avevo modo di vedere perché quel tratto si effettua in pieno e inoltre era in mezzo al cordolo. Stavo seguendo la normale traiettoria quando ho sentito un botto al posteriore. Ho perso la macchina e non c’è stato modo di recuperala. E’ un vero peccato, ma alla fine sto bene e i meccanici ripareranno la macchina. Dispiace perché abbiamo perso del tempo prezioso”.

Polemico invece Gunther Steiner, il quale afferma che nei moderni impianti non è giustificabile un evento di questo tipo: “A mio avviso una cose del genere non dovrebbe capitare in un circuito permanente, considerando anche il fatto che siamo nel 2017. Non è accettabile e sono assolutamente certo che va contro gli standard di sicurezza imposti dalla FIA. I gara sarebbe stato un disastro visto che quella copertura poteva finire sulla macchina di qualcuno o peggio, magari sul casco di un pilota. Non ho parlato ancora con nessuno, ma pretendo che qualcuno dia una spiegazione all’accaduto. Bisogna lavorare con le autorità per evitare casi pericolosi come questi”.

Da notare che la Federazione ha autorizzato la squadra a violare il coprifuoco durante la notte per effettuare tutte le riparazioni dell’auto. Come si legge nel comunicato, “l’incidente è stato causato da fattori esterni al team e la pilota ragion per cui,considerando l’evento straordinario, il team Haas F1 potrà lavorare sulla vettura violando il coprifuoco imposto dal Regolamento”.

Roberto Valenti

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati