F1 | Grafiche Amazon, i fan si ribellano: “La Formula 1 non è un videogioco”

"Riceviamo già fin troppe informazioni, lasciateci interpretare le gare come meglio crediamo", si legge sul web

Nemmeno il tempo di presentare le nuove grafiche che gli appassionati si ribellano all'idea lanciata da Formula 1 e Amazon
F1 | Grafiche Amazon, i fan si ribellano: “La Formula 1 non è un videogioco”

Nemmeno il tempo di presentare le nuove grafiche Amazon, che già sul web i fan si sono scatenati nel contestare questo nuovo tipo di informazioni che avremo a partire dal Gran Premio d’Austria. Effettivamente, e qua parte un piccolissimo pensiero da parte di chi scrive, queste nuove soluzioni rischiano di uccidere quel poco che rimane di imprevedibile durante una gara, dalla quale riceviamo già fin troppi dati. Sarebbe il caso dunque di lasciare allo spettatore la possibilità di interpretare le gare a suo piacimento, senza che una grafica proveniente da un calcolo al computer possa o debba indicare già per tempo cosa accadrà, ammesso che sia preciso. Questo tipo di statistiche lasciatele ai videogiochi, che la realtà è ben altra cosa. Di seguito alcune delle lamentele più diffuse raccolte da Soymotor.

  1. Non sono necessarie! I fan si lamentano del fatto che nessuno abbia richiesto questa grafica, ritenuta più una vetrina per Amazon che altro. Gli appassionati nel web quindi si lamentano di non essere ascoltati per l’ennesima volta.
  2. Viene tolta l’imprevedibilità e l’emozione. Uno degli aspetti che danno magia alle gare è proprio il carattere imprevedibile che esse hanno, e gli appassionati credono che questo aspetto possa venire meno con le nuove grafiche. Preferirebbero avere meno informazioni e sono loro a voler interpretare la gara a loro piacimento, stabilendo se un pilota sarà in grado di arrivare o meno con quel set di gomme alla bandiera a scacchi, senza che nessun computer “imponga” una determinata visione.
  3. Per attirare il pubblico giovane, viene allontanato il veterano: i puristi (come chi scrive, non ci nascondiamo dietro a un PC, ndr) vorrebbero che la Formula 1 la smettesse di provare a essere un videogioco con così tante informazioni. Inoltre, alcuni chiedono se visualizzare tutti questi dati sullo schermo possa distrarre lo spettatore da una gara noiosa.
  4. Distrazione dall’azione in pista: i fan non sono convinti che mostrare così tante informazioni sullo schermo sia la soluzione migliore, anzi può essere invasivo più che un vantaggio. Può confondere i nuovi fan ed è fastidioso per i vecchi appassionati di questo sport.
  5. I fan preferiscono informazioni con cui trarre delle proprie conclusioni invece di accettare per forza di cose i calcoli di Amazon. I tempi dicono già molto, il punteggio di prestazione delle auto lasciamolo a F1 2020.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati