F1 | GP Suzuka 1998, Mika Hakkinen diventa Campione del Mondo

Il finlandese della McLaren vinse il suo primo titolo in carriera in una lotta all'ultimo GP con Schumacher

F1 | GP Suzuka 1998, Mika Hakkinen diventa Campione del Mondo

Dici Michael Schumacher e pensi Mika Hakkinen. E viceversa. Un po’ come accade oggi con Sebastian Vettel e Lewis Hamilton, grandi rivali in una F1 che vive di battaglie per la prima posizione al traguardo, ma soprattutto per la vittoria di quel titolo iridato che fa entrare il vincitore nell’olimpo dei Campioni del Mondo.

Quell’olimpo dove Mika Hakkinen entra il 1° novembre 1998, in Giappone. A Suzuka il finlandese vince due battaglie: quella con il rivale della Ferrari Michael Schumacher e quella personale, forse la più difficile. Quella che ti mette l’ansia del risultato, ma che ti dà anche l’adrenalina giusta per raggiungerlo.

Dopo otto stagioni infatti Hakkinen vince il Mondiale, inseguito per anni e conquistato nella prima stagione in cui la sua McLaren-Mercedes è davvero competitiva. Otto sono anche le vittorie di quella stagione: Australia, Brasile, Spagna, Monaco, Austria, Germania, Lussemburgo e Giappone. Vittorie che lo fanno arrivare davanti a Schumacher di 14 punti, grazie anche al ritiro del tedesco nell’ultima gara, quella giapponese.

Una GP intenso, fin dalle qualifiche. Hakkinen e Schumacher arrivano al sedicesimo e ultimo appuntamento stagionale distanziati di soli 4 punti in classifica: 90 per il finlandese, 86 per il tedesco. Una distanza risicata che rischia di far decidere il Mondiale sul numero di GP vinti, podi o pole, tale è l’equilibrio che ha accompagnato i due contendenti durante tutta la stagione.

In qualifica è una guerra al giro più veloce: la spunta Schumi, che parte dalla pole. In gara però la partenza viene ripetuta due volte: la prima perché la Prost di Jarno Trulli si spegne, la seconda perché lo stesso Schumacher commette l’errore di mettere la prima e spegnere il motore, con la conseguenza di dover ripartire dal fondo.

Strada libera quindi per Hakkinen, che arriva primo davanti al ferrarista Irvine e al compagno Coulthard. Per Schumacher la giornata nera finisce con la foratura al 31° giro che lo costringe al ritiro e a dire addio al titolo. A piangere a fine gara è però proprio Hakkinen, che in conferenza stampa racconta: “Da quando ho iniziato in F1 nel 1991, è stata una battaglia ogni anno. Abbiamo lavorato duramente e finalmente abbiamo vinto il Mondiale”.

Nel destino era scritto che l’olimpo della F1 aprisse le porte a un nuovo ospite. Quel destino che aveva già deciso di sorridere al finlandese anche l’anno successivo, sempre a Suzuka.

F1 | GP Suzuka 1998, Mika Hakkinen diventa Campione del Mondo
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Amarcord

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati