F1 GP Stati Uniti, Qualifiche: Pole da record per Lewis Hamilton

Il britannico scatterà dalla prima fila insieme a Rosberg. Red Bull e Ferrari a seguire

F1 GP Stati Uniti, Qualifiche: Pole da record per Lewis Hamilton

Tira fuori tutto quello che ha Lewis Hamilton sul tracciato di Austin, centrando pole position e record della pista con il miglior tempo di 1:34.999. Il pilota della Mercedes partirà così dalla prima fila, con a fianco il suo più acerrimo nemico, Nico Rosberg, staccato in Qualifica di due decimi. Terza piazza alla Red Bull di Daniel Ricciardo, che condivide così la seconda fila con il compagno di box Verstappen. Raikkonen fa meglio di Vettel e si prende il quinto tempo davanti al tedesco, mentre un sempre più in palla Nico Hulkenberg fa suo il settimo tempo, seguito da Bottas, Massa e Sainz a completare le prime dieci posizioni.

Cronaca – Q1 – Semaforo verde in pit lane con Perez e le due Manor le prime a lasciare i box. Il messicano e Ocon sono con la gomma soft, ma la Force India dopo un solo giro rientra ai box e passa alle supersoft. Il primo crono è per Wehrelin, 1:39.319, mentre la pista comincia a riempirsi. Tutti i piloti sono con le SS, tranne Button, che fa compagnia ad Ocon con le soft. Ericsson passa in testa, poi è il turno di Grosjean. Ma ecco che arriva Hamilton, primo in 1:36.296. Rosberg gli è dietro, seguito da Verstappen e Ricciardo. Quinto Vettel, poi scavalcato da Raikkonen, e il finalndese a sua volta da Hulkenberg. Perez, Bottas e Sainz chiudono la top ten. Anche Ocon e Button nel frattempo sono passati alla SS. Rischiano l’esclusione Gutierrez, Ocon, Wehrelin, Ericsson, Button e Nasr. Hamilton e Rosberg tornano a girare con le SS usate; poi dalla nona posizione in avanti sono di nuovo tutti dentro. Button sale sedicesimo ma poi Massa, nono, lo butta fuori. Esclusi anche Grosjean, Magnussen, Wehrlein, Nasr e Ocon.

Q2 – Subito dentro Nico Rosberg, con la gomma soft. Stessa mescola per Hamilton. Il tedesco ferma il cronometro a 1:36.255. Secondo Hamilton, davanti a Perez e Vettel, con la gomma soft. Verstappen quinto con le SS. Raikkonen ruba la piazza all’olandese. Mercedes, Red Bull e Ferrari non effettuano un secondo tentativo mentre escono di nuovo tutti gli altri. Sesto crono per un velocissimo Hulkenberg, ottavo Sainz, seguito da Bottas e Massa. Rimangono così esclusi Perez, Alonso, Kvyat, Gutierrez, Palmer ed Ericsson.

Q3 –  Mercedes, Red Bull, Ferrari, Hulkenberg, Sainz e le Williams lottano per la pole position. Gomma SS per tutti in questa volata finale. Rosberg primo a lasciare i box e a fermare il cronometro, segnando 1:35.442. Poi Hamilton lo scavalca di 72 centesimi e segna il record della pista. Terzo tempo per Verstappen, seguito da Vettel. Quinto Raikkonen. Arriva la Red Bull di Ricciardo che si inserisce in terza posizione. Breve pausa ai box prima del gran finale. Tutti dentro, con Bottas che è il primo a lanciarsi: settimo tempo per lui, seguito da Massa e Sainz. Sventola la bandiera a scacchi, quando Rosberg taglia il traguardo segnando 1:35.215; ma è Hamilton a fregare il compagno di box e scippargli la pole con il tempo di 1:34.999. Terzo Verstappen, che viene scavalcato da Ricciardo. Vettel quinto fino a quando Kimi non chiude il suo giro e gli si piazza davanti. Settima la Force India di Hulkenberg seguita da Bottas, Massa e Sainz.

F1 GP Stati Uniti – Tempi, risultati e giri Qualifiche 

classifica-q_gp_usa

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati