F1, FIA approva l’introduzione dei motori V6 dal 2014

F1, FIA approva l’introduzione dei motori V6 dal 2014

La Formula 1 passerà ufficialmente ai motori turbo V6 da 1.6 litri dal 2014 dopo che le proposte dei team sono state ratificate oggi dal Consiglio Mondiale del Motorsport.

La FIA ha diramato un comunicato in cui ha annunciato che i membri del Consiglio Mondiale hanno accettato, tramite un voto via fax, di formalizzare l’introduzione dei nuovi motori turbo che saranno dotati di unità per il recupero e il riuso dell’energia.

“Dopo un voto via fax dei suoi membri, il Consiglio Mondiale del Motor Sport ha ratificato le regole sui motori frutto di recenti consultazioni con i team di Formula 1. Il nuovo motore sarà un V6 1.6 turbo con sistemi di recupero e riuso dell’energia. Questa nuova formula entrerà in vigore all’inizio della stagione 2014 di Formula 1” si legge nel comunicato FIA.

La FIA e i team hanno superato lo stallo delle recenti settimane grazie ad un meeting della Commissione F1 prima del weekend del GP Europa. Il nuovo piano ha visto l’abbandono dell’idea dei quattro cilindri proposta in precedenza dalla FIA in favore dei V6. La Ferrari era contraria ai quattro cilindri per motivi di marketing legati alle proprie vetture di serie mentre Mercedes e Cosworth erano preoccupati per i costi di sviluppo. I responsabili tecnici dei team si sono incontrati a Valencia per appoggiare i V6 da 1.6 litri. I team hanno poi dichiarato che avrebbero richiesto di aumentare il numero di giri da 12.000 a 15.000. Non è chiaro se la richiesta sia stata già ratificata o meno. Inoltre non è ancora chiaro se la richiesta di posticipare al 2014 l’introduzione delle regole sui telai previste per il 2013 sia stata accolta.

F1, FIA approva l’introduzione dei motori V6 dal 2014
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

50 commenti
  1. Francesco

    30 giugno 2011 at 13:41

    Io non capisco…stiamo parlando di F1 o cosa?
    La FIA vuole macchine più ecologiche; e i team vogliono libertà di espressione tecnologica?? Bene,allora motori liberi per cilindrata,giri motore,sovralimentazione e CARBURANTI COMMERCIALI!! Unica regola 500 litri di carburante per la gara….E’ COSI’ DIFFICILE???

    Un Ing. meccanico deluso da questa F1.

    • Marco T.

      30 giugno 2011 at 16:47

      Anche io sono di questa idea, mettere un tetto alle risorse e poi piena libertà ai Team su cilindrata, turbo o aspirato kers o non kers etc.

  2. Danilo

    30 giugno 2011 at 13:58

    Ma che togliessero qualsiasi restrizione sui motori, voglio vedere motori 12 cilindri, turpo, aspirati, motori da 6 litri di cilindrata e qualsiasi altra cosa passi per la testa dei progettisti!
    Voglio che i motori tornino ad essere indomabili e che sopratutto di tanto in tanto esplodano!!!

  3. luca

    30 giugno 2011 at 14:11

    ragazzi l’anno prossimo abbiamo MikeCTF e quickest in Ferrari cosi’ si retrocede in formula gp2

    • MikeCTF (tifoso Ferrari)

      30 giugno 2011 at 21:21

      se non altro faremmo valere un po di buon senso…

  4. umberto

    30 giugno 2011 at 15:10

    meglio i v6 dei i v4.

  5. luca

    30 giugno 2011 at 15:55

    Prima di tutto vi auguro cari tifosi ferraristi tanto lambrusco per dimenticare l’agonia (sportiva s’intende)di quest’anno sempre che non abbiate dimenticato il 2010,ragazzi voi parlate senza cognizione di causa,e dal 1980 che vado a vedere i gp sia a imola quando si correva e a monza,sono stato a spa francorchamps in belgio anche ancora quando c’era lo lotus honda turbo di nakashima,mi ricordo i turbo 1500 cm3 turbo da’ 1000 cv e passa come i Renault,i BWW 4 4 cilindri in linea poi marcati megatron e gli HONDA di prost e senna,mansell ecc….sono una libidine vederli a partire a razzo quando il motore va’ in coppia a prescindere dal rumore non metallico ma sibillino dove si sentiva esclusivamente il fischio della turbina,missili erano e poche chiacchiere,i motori aspirati sono un’altra cosa,molto rumore e tanta coppia.
    Bisognerebbe ringraziare la fia che ha introdotto di nuovo il turbo,una soluzione unica e inaviccinabile dai motori aspirati a pari cilindrata.
    ciaooooooooooooooooooooooooooo

  6. r.strauss

    30 giugno 2011 at 16:25

    La tanto sbandierata ecologia della FIA è solo una facciata.
    volendo rendere più ecologici i motori di F1 ci sarebbe l’etanolo (che è bio derivato) e che viene usato oltre che nella Indy e Indy Light anche in molti paesi sulle auto di serie.

    altro discorso i motori. Accetterei anche i V6 turbo ma con sviluppo libero e non standardizzati addirittura con i componenti forniti da un unico costruttore.

    Quello che mi viene da pensare è che hanno si accettato i motori, ma c’è da vedere tutto il resto, quindi l’areodinamica, le gomme ecc.

    Mi sa che sarà sempre peggio e che le dormite sul divano tipo Valencia aumenteranno a dismisura.

  7. Paolo93

    30 giugno 2011 at 16:27

    Ora le scuderie hanno vinto questa ennesima battaglia contro la FIA pur sapendo che hanno solo ritardato l’introduzione dei V4 perchè tanto dopo 10 anni la FIA cambierà motore e, visto la tendenza, si avrà un V4 1.2 biturbo fino a quando arriveremo a quello elettrico completamente silenzioso da non accorgerci più del passaggio delle auto. E’ vero il petrolio prima o poi finirà dell’elettrico nelle gare non lo voglio assolutamente, preferisco i biocarburanti almeno si avranno motori a combustione che producono il tanto amato suono che accompagna le gare.

    • Paolo93

      30 giugno 2011 at 16:28

      Scusate per il troppo pessimismo… di solito sono ottimista ma dalla FIA non si vedono segni di miglioramento.

  8. Marco T.

    30 giugno 2011 at 17:20

    La F1 che vorrei (forse un ritorno al passato):

    Auto: motori di 3.0cc aspirati o 1.5cc turbo/biturbo max 12 cilindri e regime di rotazione libero, peso min. 600kg con possibilità di usare la zavorra sino al raggiungimento del peso minimo, aerodinamica non predominante nelle prestazioni (come oggi)ma limitata al minimo indispensabile a livello di alettoni ed estrattori, cambio sequenziale, kers, niente controllo trazione e sistemi di partenza assisitita.
    Regolamento:
    test:
    test privati illimitati pre-campionato, 10 turni di test per tutti su circuiti del mondiale durante la stagione,
    prove e qualifiche:
    2 sessioni di prove libere il venerdì, 2 sessioni di qualifiche il sabato con griglia schierata in base alla somma dei migliori tempi sul giro delle due sessioni,
    Warm-up la domenica mattina,
    Gara: si parte e si arriva con quanta benzina si vuole e con le gomme che si reputano le più prestazionali. Unici limiti un quantitativo massimo di benzina e il numero di treni di gomme da utilizzare in gara.

  9. fabrizio

    30 giugno 2011 at 19:04

    Cambiano i presidenti ma alla fine la storia e’ sempre quella:la FIA non e’ quell’organo supremo che fa le regole (e dovrebbero decidere un gruppo di ingegneri..tipo il buon Cadringher e non Todt)e poi vigila affinche’ le regole vengano rispettate.Alla fine chi comanda sono i team i quali cercano di portare a casa quello che piu conviene ad ognuno.E purtroppo ai team cio che interessa e’ mantenere piu o meno gli stessi regolamenti:non tanto per una questione di costi ma per evitare un cambio di gerarchie(a livello di prestazioni)rispetto ad ora.

  10. r26

    30 giugno 2011 at 20:29

    ma xche ce l’avete con il turbo sono motori piu prestazionali dei aspirati in tutto non capisco xche vi fissate con gli rpm a me vedere una monoposto che fa i 340 o i 360 non cambia nulla ma quello che mi emozzione e vedere il contaggiri in accellerazione schizzare alle stelle vedere sovrasterzi di potenza sentire la potenza che viene scaricata nel minor tempo possibile se tanto vi piacciono i motori che girano in alto xche non proponete alla fia di introdurre motori wankel che girano ancora piu in alto degli aspirati una rx8 da 231 cv gira sui 9000 rpm

    • vincenzo

      30 giugno 2011 at 20:53

      siamo perfettamente d’accordo

    • MikeCTF (tifoso Ferrari)

      1 luglio 2011 at 17:19

      Guarda, non ho niente di per sè contro i turbo, anche se il ruggito dei motori aspirati è unico… un po come dire: meglio le bionde o le more? Indiffferente! questione di gusto e basta, nient’altro! se son fighe son fighe! 😀 😀 non ho niente contro nuove motorizzazioni, anzi! le cose che non mi piacciono sono la cilindrata (so che coi turbo fa poca differenza, ma è troooppo piccola per me! 😀 ) e il fatto che ci saranno troppe ridicole limitazioni allo sviluppo e alla progettazione in nome di chissà quale risparmio di risorse e balle varie… punto! Se fosse per me lascerei tutto libero per la progettazione e limiterei solo consumi ed emissioni. Punto! Ben vengano turbo, reattori, razzi, motori da trattori e quant’altro… ma lasciate la libertà nella progettazione!

  11. jon luck

    1 luglio 2011 at 16:49

    Mi ricordo che i motori turno 1.5, a 6 o 4 cilindri (non il v8 dell’Alfa) hanno espresso le potenze più alte mai viste in formula uno. Le differenze tra le marche di motore erano vistose. Le direzioni di sviluppo e ricerca erano molteplici (iniezione d’acqua, accensione elettronica, dimensioni delle turbine, invenzioni sulle valvole di sfogo, disposizioni degli scarichi ecc.) Un v6 turbo 1.6 senza limitazioni oggi avrebbe una potenza incredibile (1500 cv?). Non so quali siano le limitazioni imposte ai nuovi motori per ridurre la potenza e lo sviluppo, ma con i turbo le possibilità di ricerca (e di elusione delle norme) sono grandi.

  12. r26

    1 luglio 2011 at 17:29

    sulle limitazioni sono d’accordo ma sulla cilindrata no xme 1.6 cm3 vanno bene realizzare dei 4.0 v8 turbo le limitazioni della fia sarebbero ancora piu evidenti anche xcxhe senza limitazioni con i 4.0 v8 turbo assisteremo a gare con dragster no di f1

  13. redpassion

    1 luglio 2011 at 21:09

    ciao ,ragazzi non pensate troppo allo spettacolo ci divertiremo con questi motori turbo da 1600 cc ,non dimentichiamo i gloriosi 1500 turbo degli anni 80,sputavano oltre 800 cv vedi quelli renault ed i mitici tag porche pluricampioni del mondo .il sound sarà bellissimo con gli sbuffi della sovrapressione lanciati in atmosfera, non vedo l’ora .

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati