F1 | Ferrari, Vettel sull’Hungaroring: “Tracciato dal ritmo incalzante”

"Non ci sono rettilinei lunghi, ci si trova sostanzialmente sempre a dover lavorare con il volante", ha dichiarato il tedesco

F1 | Ferrari, Vettel sull’Hungaroring: “Tracciato dal ritmo incalzante”

La Formula Uno torna nuovamente in pista in questo weekend per il Gran Premio d’Ungheria, ultimo appuntamento prima della pausa estiva. Sebastian Vettel arriva con il vento in poppa al round magiaro, dopo l’ottima gara di Hockenheim che lo ha visto chiudere al secondo posto al termine di una grande rimonta dalla ventesima piazza.

Il tedesco, descrivendo il tracciato dell’Hungaroring, ha detto:  “Se c’è una pista che mette alla prova il pilota nella Formula 1 moderna, questa è l’Hungaroring. Su questo tracciato dal ritmo incalzante non ci sono rettilinei lunghi quindi ci si trova sostanzialmente sempre a dover lavorare con il volante. Il clima poi, dato il periodo in cui si viene a gareggiare qui, è spesso torrido, il che di certo non aiuta”.

Se l’asfalto è asciutto è sempre molto impolverato e non è detto che migliori nel corso del weekend perché vento e uscite di pista riportano dentro la sabbia che le vetture girando naturalmente tendono a eliminare – ha sottolineato Seb -. Proprio per questo l’aderenza fuori dalla traiettoria ideale è minima e ogni errore rischia di essere pagato caro in termini di tempo”.

Parlando poi delle curve più insidiose ha aggiunto: “Le più significative sono la 1 e la 14. Alla prima staccata, prendendoti qualche rischio, è possibile tentare un sorpasso, anche se il rettilineo da cui si arriva non è certo lungo. Anche alla curva 14 non è affatto semplice completare la manovra con successo”.

Piero Ladisa


Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati