F1 | Ferrari, Vettel sul contatto con Leclerc: “Un vero peccato”

"Ora non ci resta che concentrarci sull’ultima gara della stagione", ha ammesso il tedesco

F1 | Ferrari, Vettel sul contatto con Leclerc: “Un vero peccato”

La gara di Sebastian Vettel è durata 66 giri. Il tedesco infatti è stato protagonista di un contatto con la SF90 gemella di Charles Leclerc, cercando di sopravanzare il monegasco dopo il sorpasso subito qualche metro prima alla S do Senna, che ha costretto entrambi al ritiro sulla pista di Interlagos.

Vettel, commentando quanto accaduto nel Gran Premio del Brasile, ha detto: “La sostanza di questa giornata è che non abbiamo concluso una gara nella quale potevamo conquistare un buon risultato. Il contatto che c’è stato tra noi è un peccato soprattutto per il team dal momento che entrambe le vetture erano in zona punti e sappiamo quanto impegno ci mettano i ragazzi tanto in pista quanto a Maranello”.

L’alfiere della Rossa, completando la propria disamina, ha poi aggiunto: “Dal mio punto di vista la corsa stava procedendo bene, anche se credo che oggi Max (Verstappen, ndr) fosse fuori portata. Ora non ci resta che concentrarci sull’ultima gara della stagione cercando di portare a casa il miglior risultato possibile”.

F1 | Ferrari, Vettel sul contatto con Leclerc: “Un vero peccato”
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

1 commento
  1. maxim

    18 novembre 2019 at 11:55

    Ormai è “cotto” (di testa) e sperare sempre una una sua “resurrezione” è utopia.
    Quando la gara si fa un po confusionaria va nel pallone (se vede benissimo che ha “chiuso” Leclerc dopo il sorpasso)
    Io pagherei la penale per il 2020 e prenderei Sainz (ad esempio)

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Lando Norris votato come miglior rookie del 2019

Il britannico ha ricevuto il 76% delle preferenze, precedendo Albon e Russell nel sondaggio promosso da Formula1.com
Lando Norris è stato votato come miglior debuttante della stagione 2019 nel sondaggio indetto da Formula1.com. Alla guida della McLaren