F1 | Ferrari, Binotto: “Il trattamento è lo stesso per entrambi i piloti”

"Il miglior pilota sarà quello che occuperà la prima posizione. Vedremo come vanno le cose a Monza", ha ammesso il team principal della Rossa

F1 | Ferrari, Binotto: “Il trattamento è lo stesso per entrambi i piloti”

Il Gran Premio del Belgio, corso domenica sulla pista di Spa, ha regalato alla Ferrari il primo successo di questa stagione con Charles Leclerc. Una vittoria letteralmente di squadra, grazie anche al “muro” di Sebastian Vettel nei confronti di Lewis Hamilton nello stint più delicato della gara.

Un rallentamento che ha permesso a Leclerc, a cui in precedenza Vettel aveva lasciato strada in pista, di ottenere secondi preziosi sulla Mercedes dell’inglese amministrati fino alla bandiera a scacchi.

Sul ruolo di gregario, svolto da Vettel in Belgio, Mattia Binotto ha voluto precisare un aspetto: “I due piloti hanno e avranno lo stesso trattamento Semplicemente se uno è più veloce e può vincere la gara, il team interviene e chiede a un pilota di aiutare l’altro. Questo è successo in molti team nel corso degli anni e non cambierà in Ferrari”.

Il team principal della Rossa, completando la propria disamina, ha aggiunto: “Ci saranno delle opportunità per Sebastian. Andremo gara per gara, il miglior pilota sarà quello che occuperà la prima posizione. Vedremo come vanno le cose a Monza”.

Parlando invece del futuro di Vettel, e dei rumors circolati nelle scorse settimane su un eventuale ritorno in Red Bull nel 2020, ha detto: “Sono tutte sciocchezze. Sebastian ha un contratto con noi – ha sottolineato Binotto al quotidiano tedesco Die Welt -. Non ha senso tornare alla Red Bull, vuole diventare campione del mondo con la Ferrari”.

Piero Ladisa


Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati