F1 | Ferrari, Binotto: “È stata una gara a due volti”

"Vettel ha ottenuto un buon risultato, Leclerc ha dimostrato di non mollare mai. Ora ci prepariamo per il Canada", ha dichiarato il team principal della Rossa

F1 | Ferrari, Binotto: “È stata una gara a due volti”

La Ferrari si congeda dal Gran Premio di Monaco, sesta prova stagionale del Mondiale 2019 di Formula Uno, prendendo bandiera a scacchi con il solo Sebastian Vettel. Il tedesco infatti, giunto terzo, ha ottenuto il secondo posto in virtù della penalizzazione di Max Verstappen. L’idolo di casa Charles Leclerc, partito dall’ottava fila, è stato invece costretto al ritiro al 18° giro in seguito al contatto con la Renault di Nico Hulkenberg.

Il team principal della Ferrari Mattia Binotto, commentando l’esito della corsa di Montecarlo, ha discutendo: “Il secondo posto di Seb, considerato che partiva quarto, è sicuramente un buon risultato su una pista dove tutti sappiamo quanto sia difficile superare. Ha avuto un buon ritmo per tutta la gara e ha saputo gestire bene le gomme, che oggi non era cosa facile”.

Parlando di Leclerc ha detto: “Charles ha cominciato forte, sapeva di dover rimontare visto che la sua gara era ormai compromessa fin dalla qualifica di ieri. Era partito bene e si sa che quando si è aggressivi si rischia. Ha effettuato dei bei sorpassi, anche se in occasione dell’ultimo forse ha un po’ esagerato. L’attitudine però era quella giusta. Ha dimostrato di non mollare mai, di non arrendersi. Quella di oggi è stata una gara a due volti. Adesso ci prepariamo per il Canada”.

Piero Ladisa


F1 | Ferrari, Binotto: “È stata una gara a due volti”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

7 commenti
  1. turbinium70

    26 maggio 2019 at 23:28

    “Il team principal della Ferrari Mattia Binotto, commentando l’esito della corsa di Montecarlo, ha discutendo:….” HA DISCUTENDO???????Ma in che lingua scrivete????

  2. Metal84f1

    27 maggio 2019 at 00:20

    Quello che mi chiedo é come abbia fatto la Ferrari a sbagliare una vettura che poteva essere un’evoluzione della buona base dell’anno scorso

  3. Saverio

    27 maggio 2019 at 07:25

    Rispondo a metal84. Il problema è che a maranello c’è un gruppo di ingegneri che sono stati assunti con dubbio merito. In pratica sono degli esaltati figli di papà che si sono comprati la laurea, e grazie all’amico dell’amico sono entrati in ferrari. Ed ecco i risultati. Alla famiglia agnelli interessa di più la champions per la Juventus che la Ferrari, nn capiscono che ci stanno umiliando

  4. Roberto

    27 maggio 2019 at 08:30

    Questi ho sono degli incompetenti clamorosi o ci prendono per il naso clamorosamente. Se la macchina non è all’altezza perchè Leclerc è costantemente in lotta con i tempi della Mercedes? Poi siete “abilissimi” voi al muretto nel trovare a ogni weekend come rovinargli la gara e far arrivare davanti il crucco… Siete la mortificazione della nostra tradizione automobilostica sportiva e ogni domenica mi fate vergognare per voi.

    • 12cilindri

      27 maggio 2019 at 12:10

      sicuramente queste figuracce in f1 si ripercuoteranno sule vendite delle rosse stradali
      mentre la mercedes aumenterà ancora più le vendite delle sue auto, la famiglia agnelli questo lo capisce oppure no non esiste solo la juventus

  5. Raphael

    27 maggio 2019 at 10:19

    Sì, una corsa a due facce una di schifo e l’altra di grande schifo …. ora si stanno preparando per Il Canada,… a perdere e rilasciare dichiarazioni un po’ più originali di quelle degli ultimi anni

  6. calimero0123

    27 maggio 2019 at 12:02

    Posso capire che la Mercedes e piu forte di noi, sono migliori, pazienza. Ma fare errori di strategia, gara dopo gara, week-end dopo week-end ?!! Questo e innacetabile ! Imperdonabile ! Vogliamo scuse, responsabili e teste !

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati