F1 | Ferrari, Binotto: “Barcellona ci renderà più forti in futuro. Non siamo dove vorremmo essere”

"Per creare un gruppo con una mentalità vincente c'è bisogno prima di stabilità e serenità", ha dichiarato il team principal della Rossa alla BBC

F1 | Ferrari, Binotto: “Barcellona ci renderà più forti in futuro. Non siamo dove vorremmo essere”

In un’intervista concessa alla BBC, Mattia Binotto ha parlato a 360° dell’universo Ferrari. Difatti il team principal del Cavallino, promosso a capo della Gestione Sportiva di Maranello nel gennaio scorso quando prese il posto di Maurizio Arrivabene, ha analizzato la gestione della squadra, la relazione tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc e l’avvio difficile di stagione che ha visto la SF90 perdere malamente il confronto con la W10 Mercedes.

Abbiamo una squadra giovane che sta facendo esperienza ed è in un fase di apprendimento molto dura, al contrario di Mercedes e Red Bull dove il gruppo di lavoro è insieme da molto tempo. Bisogna dare responsabilità alle persone per quello che stanno facendo, supportandole e mettendole nelle giuste condizioni. È una questione di chiarezza, serenità, stabilità e fiducia. Per creare un gruppo con una mentalità vincente c’è bisogno prima di tutto di stabilità ma anche di serenità, per farlo c’è bisogno di fiducia reciproca e di darsi giusti obiettivi che devono essere ambiziosi”, ha sottolineato Binotto.

Parlando di Vettel, considerato a più riprese dallo stesso Binotto la prima guida del team, ha detto: “Il nostro primo obiettivo è massimizzare i punti come squadra. Sappiamo di avere due piloti fantastici ma con due diversi livelli di esperienza, penso che quello che abbiamo fatto sia giusto. Se ci sono delle decisioni che devono essere prese in alcune circostanze, dovrebbero essere in favore del driver più esperto. Seb è un pilota fantastico, è stato quattro volte campione del mondo, credo che se è a suo agio ed è sereno può dare buoni risultati”.

Approfondendo invece la figura di Leclerc ha aggiunto: “Fin dall’inizio di stagione è stato sorprendentemente veloce, ma soprattutto è un pilota maturo, un gran lavoratore e lo sta facendo molto bene con gli ingegneri. Se in futuro dovesse essere costantemente più veloce di Vettel non ci saranno discussioni, perché sarà semplicemente davanti”.

Sul primo scorcio di questo 2019, che ha visto la Rossa disputare prestazioni altalenanti manifestando un gap importante da Mercedes, Binotto ha dichiarato: “Ci sono state gare in cui siamo stati molto forti, come Bahrain o Baku, e avremmo potuto ottenere un risultato diverso. Nel complesso non siamo dove vorremmo essere. Siamo al di sotto delle nostre aspettative. Barcellona ci renderà più forti. Credo che prima o poi riusciremo a prendere la Mercedes. Riuscirci già in questa stagione? Difficile rispondere, al momento ci separano molti punti. La nostra monoposto ha le potenzialità per vincere”.

Piero Ladisa


F1 | Ferrari, Binotto: “Barcellona ci renderà più forti in futuro. Non siamo dove vorremmo essere”
3 (60%) 2 votes
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

4 commenti
  1. Raphael

    16 maggio 2019 at 16:16

    Tranquillo caro, vedrai che prima o poi la Mercedes si ritira e vi lascerà vincere anche a voi.

  2. pepito1

    16 maggio 2019 at 16:40

    Beh,”prima o poi” non è molto incoraggiante…
    Oltretutto l’avrei potuto dire anch’io che faccio l’agente di commercio…

  3. Saverio

    17 maggio 2019 at 07:35

    Sig. Binotto sono molto deluso dai risultati finora ottenuti. Credo che la sua promozione raggiunta, nn ha portato a nessun risultato. Forse era meglio che continuasse a lavorare a maranello, dando più contributo nel reparto enginiring. Da quanto ho capito c’è qualcosa che li non funziona.

  4. 1ferrari2

    17 maggio 2019 at 14:40

    Anch’io prima o poi farò il sei al super enalotto, l’importante è che continui a giocare ogni settimana. Voi presentatevi ad ogni gp e vedrete che prima o poi vincerete. Certo che è sicuramente una mentalità vincente.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati