F1 | Aston Martin, Blandin: “Il porpoising non sparirà del tutto”

"Simularlo è complicato, non ci sono molti strumenti in grado di farlo", ha aggiunto

F1 | Aston Martin, Blandin: “Il porpoising non sparirà del tutto”

Il fenomeno del porpoising ha caratterizzato gran parte della stagione 2022 di Formula 1. Con le nuove vetture a effetto suolo, i saltellamenti in rettilineo sono stati molto duri per diverse squadre e in determinati circuiti, basti pensare a quanto accaduto alla Mercedes, specialmente a Baku, ma anche alla Ferrari, la quale però è riuscita a conviverci senza perdere prestazione quantomeno nella prima parte del campionato scorso. Eric Blandin, vice direttore tecnico dell’Aston Martin ha detto come questi rimbalzi di fatto non potranno sparire del tutto con questa generazione di monoposto, ma sicuramente c’è una comprensione maggiore rispetto a dodici mesi fa, quando tutti scoprirono questo fenomeno.

“Il porpoising non sparirà del tutto – ha detto Blandin. E’ un qualcosa che vive nell’insieme di questi regolamenti: ci sono dei “tunnel” che incanalano l’aria sotto la vettura che corre vicinissima al suolo, e c’è una gonna creata dal bordo del fondo e che sigilla l’aria, questa combinazione è ciò che rende la macchina suscettibile all’effetto delfino. Ogni auto ha un certo grado di oscillazione, ma con le normative attuali, causa del carico aerodinamico e della variazione di esso, i rimbalzi sono più pronunciati. Gli strumenti utilizzati sono sempre gli stessi, parlo di galleria del vento, simulatori e software, ma tutto dipende da come analizzi e utilizzi i dati raccolti a disposizione.”

Formula 1 | Aston Martin, sulla AMR23 soluzioni inedite dovute alle aree grigie del regolamento

“Simulare il porpoising è complicato, non ci sono molti strumenti in grado di farlo, e dal punto di vista computazionale non puoi prevederlo con un software normale, quindi non si tratta semplicemente di provare la vettura in galleria del vento per vedere cosa succede, non funziona così, è un problema dinamico e carichi aerodinamici cambiano in continuazione con la macchina in movimento. Nel corso del 2022 abbiamo approfondito la nostra comprensione di questa generazione di vetture di Formula 1, sotto diversi punti di vista e in tante aree, e questo ci ha permesso di identificare cosa sta causando il porpoising”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati