F1 | Abbassamento costi, slitta incontro FIA-Liberty Media

La riunione, prevista per oggi, è stata rimandata a mercoledì 15 aprile

Manca ancora la fumata bianca tra FIA, F1 e team
F1 | Abbassamento costi, slitta incontro FIA-Liberty Media

Quest’oggi, venerdì 10 aprile, avrebbe dovuto svolgersi la riunione tra FIA e Liberty Media per trovare una soluzione atta ad abbassare ulteriormente il tetto di spese vigente in Formula Uno, attualmente ferma come le altre attività sportive per l’emergenza coronavirus.

La riunione, secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, è stata rinviata e si svolgerà mercoledì prossimo (15 aprile, ndr). La pandemia ha finora costretto la Federazione e i vertici della Formula Uno all’annullamento/posticipo di ben otto appuntamenti (Australia, Bahrain, Vietnam, Cina, Olanda, Spagna, Azerbaijan, Canada) e addirittura la cancellazione del GP di Monaco, ma non sono esclusi ulteriori rinvii. Il ds del Circus Ross Brawn ha ipotizzato l’inizio del Mondiale a luglio in terra europea, ma i weekend di gara potrebbero svolgersi a porte chiuse.

Nei giorni scorsi FIA, Formula Uno e team hanno discusso in videoconferenza per cercare di trovare una soluzione che possa soddisfare tutte le scuderie. Al momento però non è ancora arrivata la fumata bianca. I team medio-piccoli chiedono infatti la riduzione di circa 100 milioni di dollari dell’attuale budget cap (175 mln, che entrerà in vigore dal prossimo anno. ndr). Ferrari e Red Bull non vorrebbero scendere sotto i 150, mentre per Mercedes andrebbe bene anche un tetto fissato a 140.

Non è neanche esclusa l’ipotesi di una graduale manovra di riduzione dei costi che vedrebbe 150 milioni come base di partenza per scendere e arrivare fino a quota 120. Una soluzione che eviterebbe alle squadre licenziamenti momentanei.

Leggi altri articoli in News F1

Articoli correlati