Bridgestone: Barcellona, un circuito impegnativo per gli pneumatici

Bridgestone: Barcellona, un circuito impegnativo per gli pneumatici

Bridgestone si appresta ad iniziare la serie di Gran Premi europei del Campionato del Mondo di Formula Uno 2009: il primo appuntamento in calendario e' il Gran Premio di Spagna, in programma il 10 maggio sul tracciato di Catalogna, a nord di Barcellona. Il circuito e' ben conosciuto dai team e dai piloti che normalmente lo utilizzano nei test invernali di preparazione alla stagione. In occasione del Gran Premio di Spagna, la Casa giapponese portera' i pneumatici Bridgestone Potenza con mescola dura e morbida. Il tracciato, lungo 4.655 metri, presenta un lungo rettilineo e una varieta' di curve differenti ed e' piuttosto impegnativo per i pneumatici. In particolare il pneumatico anteriore sinistro e' particolarmente sollecitato nel corso del giro singolo. Trovare il giusto compromesso tra una bassa resistenza aerodinamica in rettilineo e sufficiente deportanza in curva rappresenta una sfida per tutti i team. Le numerose curve richiedono particolare attenzione e le alte velocita' comportano un elevato carico per i pneumatici.

Hirohide Hamashima – Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport

Quali sono le sue previsioni per la gara di Barcellona?
“Il tracciato di Barcellona si colloca nella fascia “media” in termini di abrasivita' e di asperita' ma, considerando le esigenze dei piloti e la durata, sara' utilizzata la mescola di pneumatici piu' dura. Su questo circuito il pneumatico anteriore sinistro sara' particolarmente sollecitato e per i team e per i piloti sara' impegnativo trovare il migliore assetto in una pista che pero' conoscono bene.”

Molti team hanno provato le loro monoposto nei test di preparazione alla nuova stagione: che vantaggi possono trarne?
“Naturalmente l’esperienza dei team su questo tracciato rappresenta un vantaggio nel set-up. Sicuramente le temperature dell’aria e della pista saranno piu' elevate rispetto ai test invernali e questo sara' un aspetto da non sottovalutare. Generalmente vediamo tempi sul giro piuttosto vicini. Il tracciato e' ben bilanciato e rappresenta un buon indicatore dell’equilibrio complessivo delle vetture. Una monoposto che mostra buone performance sulla pista di Barcellona ha il potenziale per ottenere un eccellente rendimento su molti tracciati.”

Dati e fatti:
Numero e specifica di pneumatici portati a Barcellona:
1800 pezzi. Mescole: dura e morbida (asciutto); intermedia (bagnato)
Pole position 2008: 1min 21s.813 (Raikkonen, Scuderia Ferrari Marlboro)
Giro piu' veloce in gara nel 2008: 1min 21s.670 (Raikkonen, Scuderia Ferrari Marlboro)
Podio 2008: Raikkonen (Scuderia Ferrari Marlboro), Massa (Scuderia Ferrari Marlboro), Hamilton (McLaren Mercedes)

Bridgestone: Barcellona, un circuito impegnativo per gli pneumatici
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Bridgestone esclude un ritorno in F1

Anche i giapponesi hanno escluso un ritorno nella categoria regina
Bridgestone ha escluso un suo ritorno in F1. Il produttore di gomme giapponese, arrivato in F1 nel 1997, ha abbandonato