F1 | Il sistema Halo fa a pugni con l’aerodinamica

Continua a destare scetticismo il nuovo dispositivo di sicurezza: "Bisogna lavorarci sopra"

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
F1 | Il sistema Halo fa a pugni con l’aerodinamica

Il dispositivo di sicurezza Halo potrebbe influire negativamente sull’aerodinamica delle monoposto del 2018. Gli ingegneri sono già alla ricerca di nuove soluzioni in grado di sopperire ai limiti di questo sistema di protezione: “Sotto l’aspetto della sicurezza, Halo potrà essere un elemento positivo, è stato introdotto appunto per questo motivo” – ha spiegato Nick Chester, direttore tecnico della Renault. Dal punto di vista aerodinamico, però, può diventare un ostacolo e sicuramente bisognerà lavorarci sopra. In ogni caso, penso che non saranno inventati trucchi particolari in virtù della sua presenza. L’importante è montarlo sulla macchina e sperare che i piloti lo apprezzino”.

Dello stesso parere è Paul Monaghan, responsabile dell’ufficio progetti Red Bull: “Se riusciremo ad avere una carenatura in grado di ridurne i disagi aerodinamici e di renderlo più gradevole esteticamente, opteremo per quella soluzione. Anche se penso che in questo caso l’estetica non sia una priorità. Questo dispositivo deve solo garantire sicurezza ai piloti”.

Federico Martino

12th agosto, 2017

Tag:, , ,

Iscriviti al Canale YouTube:

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento

Devi eseguire il Login per pubblicare un commento.

Orari e risultati: GP Stati Uniti
GP
Venerdi' 20 Ottobre 2017
Prove Libere 1 17:00 - 18:30
Prove Libere 2 21:00 - 22:30
Sabato 21 Ottobre 2017
Prove Libere 3 18:00 - 10:00
Qualifiche 23:00
Domenica 22 Ottobre 2017
Gara 21:00
Meteo F1 GP Stati Uniti
Calendario F1 2017
Listino Auto Nuove: Configura la tua Auto
F1 su Facebook: Diventa Fan
Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini