Test Silverstone, Calado: “Grande opportunità correre con la Force India”

"E' quello che ho sempre voluto fare", ha ammesso il pilota che è stato il più veloce nei test del mattino

Test Silverstone, Calado: “Grande opportunità correre con la Force India”

Correre con la Force India in occasione dei test dedicati ai giovani piloti è una grande opportunità per James Calado. Il 24enne pilota britannico è risultato il più veloce oggi e si è detto soddisfatto. L’obiettivo è quello di sfruttare al meglio la chance, anche perché il team di Vijay Mallya è esperto nell’aiutare e valorizzare i giovani piloti, come dimostrano i felici casi di Paul di Resta, che ha conquistato il posto da titolare dopo aver guidato per un anno il venerdì durante le prove libere, e di Nico Hulkenberg, rilanciato dopo aver perso il sedile alla Williams. Senza dimenticare Jules Bianchi che nel 2012 è stato il terzo pilota della Force India e quest’anno è titolare con la Marussia.

“Che grande opportunità, è quello che ho sempre voluto fare, quindi sono al settimo cielo
– ha commentato -. Chi lo sa cosa succederà in futuro, ma questa è un’opportunità su cui mi sto concentrando”.

“In realtà il mio lavoro è fare bene in GP2 e pensare a vincere il campionato, guidare una monoposto di Formula 1 è un bonus, un regalo, ma anche l’ambizione di tutta la vita – ha proseguito -. In passato sono cresciuti qui dei giovani piloti, hanno avuto una buona esperienza e io sono un altro che ha questa chance. Sono qui solo per fare un buon lavoro e aiutare la squadra”.

“Nel corso degli anni si è fatta più dura, i soldi sono un importante fattore – ha aggiunto in merito all’approdo nel circus -. Credo che il talento permette dio offrire un grande spettacolo. Io per ora posso solo concentrarsi sullo svolgimento di un buon lavoro, sia in GP2 che in giornate come questa”.

“Non sto davvero pensando troppo al futuro, mi rendo conto che sarà difficile, ma posso solo fare del mio meglio”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati