Test F1 Barcellona, giorno 2: Ferrari sempre al comando

Vettel al top davanti a Ricciardo. Terza la Force India di Perez

Test F1 Barcellona, giorno 2: Ferrari sempre al comando

Sarà anche stato merito delle nuove Pirelli ultrasoft, ma tant’è che anche la seconda giornata di test a Barcellona ha visto chiudere in testa Sebastian Vettel e la Ferrari, pacesetter fin dalla mattinata con il miglior tempo di 1:22.810. Dietro il tedesco l’australiano, quello della Red Bull, staccato di sette decimi sempre con mescola viola. Terza la Force India di Perez, con le supersoft, davanti alla Mercedes di Rosberg, che con la gomma medium si è confermato invece stacanovista in fatto di giri, 172.
Non sono stati da meno nemmeno gli altri team, con altre 7 squadre oltre quota 100 tornate, inclusa la McLaren-Honda e la debuttante Haas, che lunedì era rimasta bloccata ai box dopo aver perso l’alettone anteriore, oggi fissato a dovere.
La classifica odierna si completa con Ericsson, Gutierrez, Bottas, Wehrlein, Alonso, Palmer – tutti su gomma soft – e Verstappen – su medium. Giornata caratterizzata da tre bandiere rosse, di cui una al mattino, e due al pomeriggio, con Palmer costretto a un “ritiro” anticipato per un problema al turbo e Vettel che ha decretato la fine della sessione con qualche minuto di anticipo.

Cronaca – Al mattino è Sebastian Vettel a farla da padrone, passando in testa nelle fasi finali della sessione dopo aver montato la nuova gomma ultrasoft. Ricciardo gli è dietro a poco più di mezzo secondo, mentre Rosberg chiude con il terzo tempo conquistato su mescola medium. Il tedesco rimane però leader in fatto di giri. La top ten si completa con Perez, Ericsson, Bottas, Wehrlein, Palmer, Gutierrez, Alonso e Verstappen. I test sono stati momentaneamente interrotti a metà mattinata per una bandiera rossa causata dallo stop della Toro Rosso di Verstappen.

Alla ripartenza alle 14.00 la C34 della Sauber è la prima a lanciarsi in pista. Poco dopo seguono Perez, Vettel e la Red Bull di Ricciardo. I primi giri fanno registrare tempi molto alti, segno che i piloti sono impegnati in prove sulla distanza e con un discreto carico di benzina. I tempi di Ferrari e Red Bull appaiono simili e costanti, mentre Rosberg è rientrato ai box dopo appena un giro.

Passata da poco la prima mezz’ora sventola la seconda bandiera rossa della giornata. Questa volta è la Renault di Palmer a fermarsi in ingresso alla curva 3. Dopo una decina di minuti si può tornare a girare: Vettel e Alonso sono i primi. Via via si aggiungono anche gli altri piloti, ad esclusione di Wehrlein, Palmer, Gutierrez e Verstappen.
Perez, su gomma soft, è il primo a migliorarsi questo pomeriggio, salendo al terzo posto. Poi viene il turno di Alonso, che con la mescola gialla e un tempo di 1:26.082 passa dalla decima all’ottava piazza.

Vettel torna in pista con la gomma ustrasoft, con cui ha ottenuto il miglior tempo al mattino, 1:22.810. Ferrari e Mercedes sono impegnate nei long run mentre Perez con la Force India si migliora ulteriormente a 1:24.238. A poco più di due ore dalla conclusione Vettel continua a guidare la classifica seguito da Ricciardo, Perez, Rosberg, Ericsson, Bottas, Wehrlein, Alonso, Palmer, Gutierrez e Verstappen. Nel frattempo Alonso ha raggiunto il traguardo dei 100 giri, secondo solo a Rosberg con 115. Palmer e la Renault concludono la giornata in anticipo per un apparente problema al turbo.

A due ore dalla conclusione: Vettel, Ricciardo, Perez, Rosberg, Ericsson, Bottas, Wehrlein, Alonso, Palmer, Gutierrez e Verstappen. Intanto già quattro team hanno passato quota 100 giri: Mercedes, McLaren, Toro Rosso e Red Bull. Perez, in terza posizione, si migliora ancora fermando il crono a 1:23.650. La Williams si va ad aggiungere al club dei “centisti” e lo stesso fa poco dopo anche la Rossa di Vettel.

A poco più di un’ora dalla conclusione la Haas di Gutierrez sale in settima posizione con la gomma soft, a un solo millesimo da Bottas. A un’ora dalla conclusione e dopo un’ora e mezza ai box, la Red Bull di Ricciardo torna in pista con la mescola medium. Lo stesso fanno Vettel e Rosberg, con il tedesco campione del mondo impegnato anche in alcune prove di partenza.

Con la gomma soft Gutierrez prosegue la sua scalata e supera così la Williams conquistando la sesta piazza in 1:25.524. Anche la Sauber intanto mette a segno 100 giri e il numero di team che oggi hanno raggiunto questo traguardo sale così a sette.
A pochi minuti dalla bandiera a scacchi si aggiunge al club anche la Force India.

Cinque minuti alla conclusione e sventola la bandiera rossa: Vettel è fermo alla curva 3 e la sessione si conclude ufficialmente. Il tedesco, grazie al tempo conquistato al mattino, rimane il leader della giornata davanti a Ricciardo e Perez.

Test Barcellona F1 2016 – Tempi, risultati e giri Giorno 2
1 Sebastian Vettel Ferrari 1’22″810 125
2 Daniel Ricciardo Red Bull 1’23″525 112
3 Sergio Perez Force India 1’23″650 101
4 Nico Rosberg Mercedes 1’24″867 172
5 Marcus Ericsson Sauber 1’25″237 108
6 Esteban Gutiérrez Haas 1’25″524 79
7 Valtteri Bottas Williams 1’25″648 134
8 Pascal Wehrlein Manor 1’25″925 71
9 Fernando Alonso McLaren 1’26″082 119
10 Jolyon Palmer Renault 1’26″189 42
11 Max Verstappen Toro Rosso 1’26″539 121

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati