Test F1 Barcellona 2, prima giornata: Nessuno raggiunge Rosberg

Il tedesco davanti anche al pomeriggio malgrado Hamilton in pista

Test F1 Barcellona 2, prima  giornata: Nessuno raggiunge Rosberg

Le prima giornata al Montmelo si è chiusa quasi come si era aperta ossia con Nico Rosberg in vetta con il suo 1’23’022 segnato con le soft al mattino.

Alle sue spalle Valtteri Bottas, come i suoi colleghi alle prese con la prova gomme ma plafonato sull’1’23″229 firmato con le nuove ultrasoft a metà turno. Terzo Fernando Alonso con il crono di 1’24″735 protagonista nei minuti iniziali della pomeriggio di un guasto che lo ha bloccato in uscita di pit lane.

Stesso problema anche per Kimi Raikkonen, tra l’altro ad una decina di minuti di distanza. Per la sua Ferrari la procedura di rimozione non è stata tanto facile. Infatti i meccanici non sono bastati ed è dovuto intervenire il carroattrezzi.

Il finnico, nonostante in garage per un po’, ha comunque limitato i danni. Scivolato in quarta piazza da quella d’onore del mattino ha mantenuto l’1’24″836.

Sistemati i freni posteriori Daniil Kvyat ha cominciato con i long run. Autore di 64 tornate è stato il meno stacanovista dei big assieme ad Iceman.

Sesto Lewis Hamilton subentrato al compagno di team e autore di un tour de force che lo ha condotto a

Inarrestabile Max Verstappen su Toro Rosso, primo a superare i cento, quindi Nico Hulkenberg su force India come lui ben oltre la tripla cifra.

Nono Felipe Nasr su Sauber, attivo in long run così come in simulazioni di drive through e pit stop.

Decimo Kevin Magnussen che ha causato la bandiera rossa finale dopo aver perso pezzi in rettilineo

E’ stato costretto a tagliare corto Esteban Gutierrez. Causa un guasto alla trasmissione il messicano della Haas non ha potuto aumentare il suo bottino di 23 giri.

Infine risolta la perdita d’olio ha potuto riprendere la pista Rio Haryanto con la Manor, autore di 44 tornate e di un tempo particolarmente alte (1’27″62).

F1GrandPrix.Motorionline.com

Pos. N. Pilota Team Distacco Tempo Giri
1 06 Nico Rosberg Mercedes 1’23″022 82
2 77 Valtteri Bottas Williams +00″207 1’23″229 123
3 14 Fernando Alonso McLaren +01″713 1’24″735 93
4 07 Kimi Raikkonen Ferrari +01″814 1’24″836 72
5 26 Daniil Kvyat Red Bull +02″027 1’25″049 69
6 44 Lewis Hamilton Mercedes +02″029 1’25″051 90
7 33 Max Verstappen Toro Rosso +02″154 1’25″176 144
8 27 Nico Hulkenberg Force India +02″314 1’25″336 121
9 12 Felipe Nasr Sauber +02″471 1’25″493 103
10 20 Kevin Magnussen Renault +02″738 1’25″760 119
11 21 Esteban Gutierrez Haas +03″639 1’26″661 23
12 88 Rio Haryanto Manor +04″243 1’27″265 45


Chiara Rainis

Test F1 Barcellona 2, prima giornata: Nessuno raggiunge Rosberg
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti
  1. Alecx

    1 marzo 2016 at 18:24

    Credo che con le ultrasoft e assetto da qualifica, la Mercedes scende sotto l’1:22

  2. Alecx

    1 marzo 2016 at 18:33

    Avete notato poi che l’airbox della Mercedes è enorme rispetto agli altri?

  3. voicelap

    1 marzo 2016 at 19:11

    Richiesta per la redazione: e’ possibile indicare la mescola con la quale e’ stato ottenuto il tempo nella tabella rieplogativa? Si eviterebbe di dover continuare a ricercare l’informazione nell’articolo, dove oltretutto non sempre e’ specificato. grazie

  4. sergio-go

    1 marzo 2016 at 20:16

    Le frecce d’argento sono oltre 3 secondi più veloci dell’anno scorso.

  5. MORENO

    1 marzo 2016 at 20:34

    LA FERRARI SI STA NASCONDENDO

  6. Raphael

    1 marzo 2016 at 22:26

    Non è cambiato nulla, super Mercedes e gli altri a spartirsi le molliche.
    Tanto vale che invece di 1222 gare quest’anno ne facciano 2 o 3 cosi risparmiano soldi e tempo, tanto con i regolamenti attuali c’è poco da fare (con niente da sviluppare…).

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati