Raikkonen: “Presto per dire se potremo puntare alla prima fila in Australia”

Il finlandese risponde alle sollecitazioni del Presidente Marchionne

Raikkonen: “Presto per dire se potremo puntare alla prima fila in Australia”

In pista per la prima giornata dell’ultima tranche di test a Barcellona Kimi Raikkonen ha chiuso al quarto posto con il crono di 1’23″836 e 72 tornate accumulate.

Protagonista di una mattinata abbastanza tranquilla Iceman si è però ritrovato fermo fuori dalla pit lane quando erano passati solo una decina di minuti dall’avvio della sessione pomeridiana per un problema al cambio.

“E’ normale che in frangenti del genere in cui si stressa la monoposto qualcosa si rompa dunque non vedo perché preoccuparsi – ha riferito in perfetto stile zen ai media presenti in conferenza – Diciamo che di lavoro da fare ce n’è ancora molto ma nel complesso siamo soddisfatti”.

Alla domanda invece sull’ennesima richiesta del Presidente Ferrari Sergio Marchionne , questa volta pronunciata direttamente dal Salone di Ginevra, di conquistare prima fila e podio già in Australia nel weekend dal 18 al 20 marzo il pilota di Espoo ha dichiarato:”Mi sembra prematuro sbilanciarsi. Non sappiamo quale sia il nostro vero potenziale e non ci siamo mai neppure misurati ad armi pari con la concorrenza, di conseguenza non so rispondere, senza contare che il tracciato di Barcellona è piuttosto diverso da quello di Melbourne…”.

Infine sul confronto con il compagno di squadra Vettel che nel 2015 lo ha visto perdere il 36enne ha sottolineato:”Ovvio che mi piacerebbe vincere, tuttavia l’obiettivo primario è condurre il team più avanti possibile e magari assicurargli delle doppiette…”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti
  1. MORENO

    1 Marzo 2016 at 20:28

    dai che c’e la farai grande

  2. rossoferrarisempre

    1 Marzo 2016 at 21:05

    Chiaro che lui non si voglia sbilanciare e circa vettel la trovo una risposta intelligente e consapevole di sé alla interno del team

  3. Nurburgring Nordschleife

    1 Marzo 2016 at 21:10

    è vero, è normale che su una monoposto quasi completamente diversa e così rivoluzionaria rispetto a quella dello scorso anno sia normale avere dei problemi.
    Però vedere quelle frecce d’argento macinare così tanti chilometri…mi fa paura!

    • Ray74

      2 Marzo 2016 at 19:38

      La Mercedes potrebbe correre tutto il mondiale con soli 2 motori ma non significa che è la più veloce(così ,tanto per..)

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati