Si e' concluso positivamente il secondo test della Red Bull RB4

Si e' concluso positivamente il secondo test della Red Bull RB4

Il programma di lavoro della Red Bull Racing di questa settimana a Valencia, ha riguardato soprattutto lo sviluppo della RB4, dopo il suo incoraggiante esordio avvenuto la settimana precedente a Jerez de la Frontera.

Nella giornata di martedi', nella quale sono stati completati 82 giri, il punto principale del programma in agenda ha riguardato la verifica analitica del funzionamento di tutti i sistemi e dato che le vettura e' riuscita a girare sostanzialmente senza intoppi, David Coulthard ha anche potuto cominciare a lavorare sul bilanciamento della macchina e sulla messa a punto dell’assetto.

Effettuati i necessari adattamenti al sedile ed alla posizione di guida, Mark Webber si e' messo alla guida della nuova vettura per la prima volta mercoledi'. A parte l’abituale lavoro di sviluppo, Webber ha anche potuto svolgere qualche prova aerodinamica, con risultati soddisfacenti. "Sono contento di questa nuova macchina", ha detto Mark alla fine della sessione. "Quella odierna, e' stata una giornata incoraggiante e si direbbe proprio che questa vettura rappresenti un bel passo avanti rispetto a quella dello scorso anno, sia in termini di affidabilita' sia di velocita'. Il che non e' per niente male. Adesso, dobbiamo lavorare con questa base e coi dati raccolti – e che raccoglieremo – per essere al meglio della forma il piu' velocemente possibile, prima della gara di Melbourne. Abbiamo quattro belle settimane davanti a noi".

Anche nell'ultima giornata di test, Mark Webber e' stato al volante della RB4, ma il suo lavoro si e' concluso prematuramente, quand’e' stato scoperto un danno provocato alla monoscocca dal passaggio su un cordolo. Benché non si trattasse di un danno troppo serio, non poteva essere riparato in tempo per poter riprendere la sessione. "Tutto sommato, comunque, questi tre giorni di prove si sono rivelati positivi, visto che la RB4 ha mostrato un incoraggiante potenziale in fatto di velocita' ed affidabilita'", ha dichiarato Ian Morgan, il Capo ingegnere della squadra prove. "Persino le due serie di giri che Mark e' riuscito a completare stamane sono andate bene, anche se a causa della fine anticipata delle nostre prove, non siamo riusciti a portare a termine il programma di lavoro pianificato".

La Red Bull Racing tornera' in azione dal 1 al 3 febbraio a Barcellona.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati