Schumacher entusiasta all’idea del debutto in notturna

Schumacher entusiasta all’idea del debutto in notturna

Michael Schumacher guarda con entusiasmo all’idea di guidare per la prima volta un GP in notturna. La gara di Singapore segnerà il suo debutto in questa tipologia di corsa dato il ritiro nel 2006.

Singapore ha fatto il suo ingresso nel calendario di F1 nel 2008 e quindi per Schumacher sarà la prima volta in questo tracciato essendo rientrato nel mondo delle corse quest’anno.

“Sono sempre stato ansioso di conoscere nuove sfide e nuovi circuiti e sento che quella di Singapore sarà proprio un’avventura eccitante” ha detto Schumacher in una precedente intervista.

“Ho tre ragioni per guardare con trepidazione questo weekend; è un circuito nuovo per me, è un circuito cittadino e sarà la mia prima gara in notturna.

“Guidare su un nuovo tracciato non è mai stato molto complicato per me e io di solito sono molto rapido a imparare e a trovare il ritmo migliore in pista; come squadra (e qui parla per la Mercedes GP) ci terremmo molto a fare una buona prestazione e daremo il massimo per garantire il miglior risultato possibile.”

Anche l’altro pilota in casa Mercedes, Nico Rosberg è ansioso di ritornare a correre a Singapore dove l’anno scorso concluse la gara in seconda posizione, quando ancora militava nella Williams.

“Questa gara mi fa tornare in mente bei ricordi, perché qui ho ottenuto il miglior piazzamento della mia carriera quando sono finito secondo un anno fa. Questa pista è davvero stimolante da guidare e sarà una vera lotta anche quest’anno” ha detto il figlio del campione del mondo Keke.

“Ti fa sentire come se fossi in una vera strada di città, è molto stretto e recintato da guard rail e con continue frenate e accelerazioni che non danno mai tregua al pilota.

“Abbiamo avuto dei discreti risultati nelle ultime due gare, così speriamo di continuare in questa direzione e ottenere altri punti il prossimo weekend a Singapore.”

Davide Cantire

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

14 commenti
  1. lucab

    18 Settembre 2010 at 10:26

    Su piste già conosciute Schumy ha preso la paga da Nico, su un circuito sconosciuto la vedo ancora più dura.

    Non riesco a capire se le prestazioni di Schumy sono più condizionate dalle sue diminuite capacità, dalla crescita del valore medio dei piloti o dalle eccessive difficoltà ad adattarsi al complesso vettura. Certo che ai tempi d’oro una situzione di questo genere non l’avrebbe mai tollerata, ha veramente perso la sua grinta?

  2. stennh

    18 Settembre 2010 at 11:24

    no secondo me non ha perso la sua famosa grinta…il 7 volte campione del mondo sta facendo un ottimo lavoro in mercedes e son sicuro che entro i prossimi 2 anni metterà su una monoposto fantastica…chiunque vorrebbe un pilota come Schumy nella propria scuderia,è un gran motivatore,è un ottimo pilota nonché campione per 7 volte,ed è un collaudatore molto pignolo nel suo lavoro

  3. anonimo

    18 Settembre 2010 at 11:49

    shumi era un gran pilota 41 anni sono tanti anche xlui ci sta mettendo grinta e coraggio ma l’eta conta e oltre tutto se ci agiungi una monoposto non all’altezza ed ecco i risultati cmq io gli darei 10 solo x il coragio a 41 anni di rimettersi a corre su una monoposto di f1 non e da tutti

  4. Beppe

    18 Settembre 2010 at 16:25

    Sono d’accordissimo con ANONIMO, purtroppo non si può ritornare su prestazioni fatte 10 anni fa ovviamente.
    Gran merito e coraggio per il suo ritorno, ma una domanda viene spontanea; ma chi te l’ha fatto fare avevi tutto da perdere caro Schumi!!!
    La passione … … con tutti i soldi e kartdromi in giro …

    Beppe
    Red Bull

  5. SEZAR

    18 Settembre 2010 at 19:06

    Beppe Schumy si è preso ben 40 mln d euro!! 🙂

  6. ridas22

    18 Settembre 2010 at 20:38

    A inizio stagione dicevano che per le corse in notturna Schumacher avrebbe avuto problemi di visibilità perchè per un uomo mediamente la vista cala dopo i 40 anni…

  7. jack

    18 Settembre 2010 at 20:43

    Almeno per una volta non correrà a fari spenti…

  8. carmine

    18 Settembre 2010 at 21:56

    a 41 anni un uomo è nel pieno della vita, ma che cavolo andate dicendo, e poi in ferrari al primo anno lo davano già per finito, ma lo ricordate il suo ultimo gp? ho ancora i brividi, ricordate fisichella che sulla force india era da podio e con la rossa combatteva per il penultimo posto? lui aveva guidato fino al gp precedente…come si dice…diamo tempo al tempo

  9. Davide

    19 Settembre 2010 at 09:39

    Per me resterà per sempre il migliore, come é scritto piú su, arrivato alla Ferrari, tutti lo davano per finito, dunque aspettate l’anno prossimo prima di criticarlo.

  10. Beppe

    20 Settembre 2010 at 09:47

    Personalmente non ho assolutamente criticato il pilota tedesco(anche se non mi è mai stato molto simpatico), ma indubbiamente i numeri parlano chiaro!!!
    Da tifoso di Nelson Piquet sr, capisco lo stato d’animo dei fans di Schumy, ma nel 1991 Nelson fece bene a ritirarsi dalla F1, avrebbe sbiadito la sua gloriosa carriera con stagioni incolori.
    Diciamoci la verità al di là della passione, i soldi sono sempre una fortissima calamita.
    Chi di noi non avrebbe fatto come Schumi?

  11. Ingenuo

    20 Settembre 2010 at 10:35

    Schumy è Schumy ed un altro pilota che vinca 7 titoli mondiali non penso che accadrà nei prossimi anni nemmeno un Hamilton, un Alonso od un Vettel od altri quotati piloti riusciranno a vincere come lui
    Ma uno che non sapeva che cavolo fare tutto il giorno, che ha la f1 nel sangue e che faceva gare di motociclismo cosa vi dice?
    Seecondo me ha ragione lucab per un po’ tutte le cose che ha detto ma sopratutto anche dal fatto che le f1 che guidava lui non hanno nulla a che fare da quelle che guida ora, e poi sta facendo un lavoro egreggio più o meno finisce quasi sempre in zona punti e due volte ha sfiorato il podio… non è un pilota da buttare via solo perché prima ci abituava con vittorie e quando andava male si ritirava o faceva un podio

  12. piero

    20 Settembre 2010 at 10:36

    Ma per uno che fino al suo ritiro aveva accumulato qualcosa come ben 900milioni, pensate che 40milioni in piu o in meno fanno la differenza?
    Non l ha fatto per i soldi, quando uno ama un lavoro lo fa fino che la salute glielo permette, per di piu uno sport del genere, che per migliaia di persone (se non milioni) sarebbe un mestiere da sogno…quindi se ha la possibilita’ di farlo perche’ no?

  13. anonimo

    21 Settembre 2010 at 22:34

    secondo me shumi e tornato xche ha ritrovato quei stimoli che non aveva piu nel 2006 e per un pilota i stimoli sono tutto peccato che non ha fatto i conti con il suo fisico troppo vecchio x sorregere lo stres fisico che da la f1

  14. Motore Asincrono Trifase

    21 Settembre 2010 at 23:04

    per chi dice che lo fa solo per soldi, ho letto che nella sua carriera ha guadagnato qualcosa come 800 milioni di dollari.Piu’ gli investimenti fatti negli anni e lo stipendio che la ferrari gli dava come consulente di 8 milioni l’anno e gli introiti di sponsor e gadget. 40 milioni in 3 anni sono bruscolini (perche’ non sono l’anno ma per tutto il triennio). Tanto che dopo il ritiro gareggiava in moto, per la passione delle corse

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Gran Premi

Il GP di Singapore secondo Brembo

Dal 16 al 18 settembre il Marina Bay Street Circuit ospita il 15° appuntamento del Mondiale 2016 di F1
Teatro nel 2008 del primo GP di Formula 1 in notturna, il Marina Bay Street Circuit è rimasto fedele all’ambientazione