Robert Kubica: Il GP di Ungheria è impegnativo dal punto di vista fisico e mentale

Robert Kubica: Il GP di Ungheria è impegnativo dal punto di vista fisico e mentale

Il pilota polacco della Renault, Robert Kubica, vede il GP di Ungheria un po’ come la sua corsa di casa e spera in un risultato positivo dopo un non brillante Gran Premio di Germania.

Robert, in Germania hai concluso la gara in settima posizione, davanti alle Mercedes. Soddisfatti dell’esito della gara?

Robert Kubica: Abbiamo raggiunto il limite della nostra vettura e siamo stati i migliori “del resto” e purtroppo c’è un divario troppo grande per recuperare dai top team e dobbiamo stare attenti a non commettere passi falsi perché le squadre che ci ritroviamo alle spalle, sono dietro, ma di poco. Questo significa che è importantissimo qualificarsi tra i primi dieci per provare a finire in zona punti.

Il circuito dell’Hungaroring sarà uno dei vostri punti di forza di questa stagione?

Robert Kubica: Probabilmente la pista sarà adatta alla nostra vettura, anche se credo sia quasi impossibile sperare di avere il medesimo passo che abbiamo avuto in Germania.

Quali sfide incontra una vettura di F1 correndo all’Hungaroring?

Robert Kubica: E’ una pista molto difficile perché è un misto: ci sono curve che necessitano di grande aderenza sull’anteriore e altre che necessitano di una buona stabilità posteriore.
E’ complicato trovare un assetto perfetto perché ci sono molti dossi e curve molto differenti tra loro, per di più essendo molto corto e tortuoso, è anche uno dei GP più impegnativi dal punto di vista fisico e mentale.

Questo è il GP che si corre più vicino alla Polonia. Lo vedi come se fosse la tua gara di casa?

Robert Kubica: Un po’ si… quando arriviamo in Ungheria sono sempre molto emozionato e vengono a vedere la gara un sacco di polacchi, quindi, lo posso ritenere il mio GP di casa. Spero di fare una buona gara per i miei tifosi e per il pubblico in generale e spero di vedere, anche quest’anno, un gran numero di polacchi sulle tribune!

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati