Red Bull, Kvyat: “Le cose vanno decisamente meglio”

Ricciardo: "La guidabilità è migliorata"

Red Bull, Kvyat: “Le cose vanno decisamente meglio”

Quarto e decimo tempo per le due Red Bull, rispettivamente di Daniil Kvyat e Daniel Ricciardo, nonostante entrambi i piloti siano stati costretti ai box per alcuni problemi sulla RB11.
Il pilota russo è riuscito però a strappare un buon piazzamento davanti alle due Williams di Bottas e Massa, mentre l’australiano ha chiuso la top ten a più di un secondo dal vertice, e con soli 8 giri all’attivo. Nel complesso però la monoposto di Milton Keynes sembra essersi migliorata rispetto a Melbourne, con una guidabilità parzialmente ritrovata.

“Abbiamo avuto qualche noia a fine sessione, ma nulla di così grave e sembra che le cose vadano meglio qui”, ha dichiarato soddisfatto Kvyat a fine giornata. “Abbiamo messo a segno dei buoni giri là fuori e cercheremo di fare degli ulteriori passi in avanti questa notte, continuando a lavorare sulla monoposto. In confronto all’Australia le cose vanno decisamente meglio e c’è del potenziale, dobbiamo solo continuare a lavorare sodo. I tempi non sono male, anche se siamo solo al venerdì, e bisognerà prestare più attenzione a quanto accadrà domani e domenica. Da parte nostra continueremo a combattere!”, ha concluso speranzoso il giovane russo.

“Alcune cose sono decisamente positive e il grosso problema di guidabilità riscontrato a Melbourne è decisamente migliorato ora. La macchina oggi andava molto meglio”, queste le parole di Ricciardo al venerdì, rimasto a lungo ai box per un problema sulla sua power unit, con il motore termico che girava a 5 cilindri.

“Questa mattina abbiamo dovuto fare qualche aggiustamento nel set up e al pomeriggio c’è stato qualche problema a rallentare il nostro lavoro. Abbiamo avuto però dei buoni riscontri da Daniil, che non era troppo lontano dal passo delle Ferrari, il che lascia ben sperare in vista di domani. Stiamo trovando delle aree di miglioramento. Se poi domani dovesse arrivare la pioggia prima delle qualifiche mi vedrete anche sorridere!”, ha concluso l’australiano.

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati