Raikkonen: “Podio possibile a Sakhir”

Il finlandese è ottimista sulle possibilità della Lotus in Bahrein

L'ex ferrarista non è deluso al 14° posto al GP di Cina, ottenuto a causa del degrado delle gomme nel finale: ritiene la E20 capace di lottare per il podio, se verrà utilizzata una migliore strategia
Raikkonen: “Podio possibile a Sakhir”

In rotta per il Golfo Persico, Kimi Raikkonen lascia la Cina con un risultato veramente deludente, maturato nei giri finali: il degrado delle gomme lo ha fatto precipitare a centro classifica, lontano dalla zona punti, ma il finlandese della Lotus vede comunque parecchi segnali positivi in vista del GP del Bahrein.

“E’ stata una buona gara, ma abbiamo finito anticipatamente le gomme durante lo stint finale”, ha spiegato l’ex ferrarista. “Mi sentivo a mio agio in macchina e ho potuto spingere bene, ma abbiamo perso tutto quanto fatto in gara nel finale. Non ero riuscito a superare Felipe Massa nella parte centrale della gara, e ma sono stato in grado di mantenere Sebastian Vettel dietro di me: alla fine però le mie gomme erano troppo rovinate, nel difendermi sono andato largo e poi sono finito sui marbles, i frammenti di gomma. Ho perso la trazione e siccome eravamo tutti molto vicini sono stato passato da un’infinità di vetture. Era troppo tardi per fare un altro stop ai box ed è stato frustrante. La colpa va alla strategia che abbiamo scelto, ma c’è da dire che non avrei lottato per il secondo posto se fossi andato per una tattica a tre soste. Forse avremmo dovuto eseguire un secondo stint più lungo, come quello fatto dal mio compagno Romain Grosjean. Comunque dalla Cina abbiamo imparato molto sui pneumatici”.

Raikkonen non è comunque abbattuto per il brutto risultato di Shanghai: “Sono cose che succedono, da questi sbagli si impara molto e infatti abbiamo capito tantissimo sul funzionamento delle gomme. Siamo andati vicinissimi in Cina a finire sul podio, abbiamo corso ruota a ruota con altre vetture, è stato un bello spettacolo. Abbiamo solo bisogno di un po’ più di velocità, gli aggiornamenti hanno funzionato bene malgrado il poco tempo per testarli nelle libere a causa di pioggia e freddo, soltanto non siamo stati contenti dell’eccessivo divario rispetto al tempo della pole”.

Adesso la F1 fa tappa in Bahrein, su un circuito in cui Raikkonen è finito molto volte sul podio: “Speriamo di trovare più prestazione la prossima gara, lì troveremo più caldo e la nostra E20 va meglio in quelle condizioni. Inoltre la pista di Sakhir offre alcune opportunità di sorpasso, quindi vediamo cosa succede. Un podio dovrebbe essere possibile e penso che sia stato lo stesso in tutte le gare che abbiamo disputato. In Bahrein ho ottenuto un secondo e tre terzi posti, per cui spero di ripetermi. Non sappiamo il nostro vero potenziale, ma se avremo altri aggiornamenti, allora potremo andare molto meglio che in Cina. Vedremo”, ha concluso l’asso della Lotus.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

16 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati