Pirelli, Hembery: “Un incidente insolito la foratura sulla vettura di Vettel”

Pirelli, Hembery: “Un incidente insolito la foratura sulla vettura di Vettel”

Lewis Hamilton ha conquistato ad Abu Dhabi la terza vittoria della stagione con gli pneumatici Pirelli, adottando una strategia di due soste con due stint sui P Zero Yellow soft, seguiti da uno stint sui P Zero White medium. Hamilton ha così conquistato il 17° successo in carriera, dopo aver vinto quest’anno in Cina e in Germania.

Una strategia simile è stata adottata da tutti i primi tre classificati al traguardo, mentre il pilota della Red Bull Racing Mark Webber, quarto, ha tentato una tattica su tre soste, passando alla mescola più dura a un giro dalla fine. Il pilota della Force India Paul di Resta è stato l’unico arrivato al traguardo ad aver optato per un solo pitstop, passando dalle medie alle soft nel giro 27 e poi girando per 28 giri sui P Zero Yellow soft, fino alla bandiera a scacchi. Per completare i 55 giri della gara, la maggior parte dei piloti ha usato una strategia di due soste.

Hamilton ha preso il comando nel primo giro, dopo il ritiro del neo Campione del Mondo Sebastian Vettel per un danno al retrotreno della sua monoposto in seguito a una foratura. Gli ingegneri Pirelli stanno ancora indagando sulla causa dello sgonfiamento improvviso dello pneumatico. L’incidente ha interrotto la serie di 19 arrivi a podio consecutivi della Red Bull Racing, ed è anche il primo ritiro di Vettel dopo 19 gare.

Come di consueto, la gara di Abu Dhabi ha preso il via all’imbrunire e si è conclusa col buio, con le temperature della pista che si sono stabilizzate sui 28 gradi centigradi verso la fine del gran premio. Questo fattore ha contribuito ad allungare la vita degli pneumatici, con le soft durate per circa 25 giri e le medie per circa 30. La gara è stata caratterizzata da una strenua battaglia tra Hamilton e il pilota della Ferrari Fernando Alonso, passato dalla quinta alla seconda posizione nel primo giro. Nell’ultima serie di pitstop, Alonso è rimasto in pista due giri più di Hamilton – per guadagnare terreno e tentare di passare il rivale. Lo spagnolo ha chiuso al secondo posto, il suo decimo podio del 2011 e il primo ad Abu Dhabi: l’unica gara in cui finora non era mai arrivato tra i primi tre.

Nonostante sia partito da fondo griglia a causa di problemi meccanici avuti in qualifica, Rubens Barrichello è riuscito a rimontare durante la gara chiudendo 12° grazie a una strategia su due soste, che l’ha visto partire con le medie e poi effettuare due stint sulle soft. Utilizzando una strategia simile, anche Kamui Kobayashi con la Sauber è arrivato in zona punti per la prima volta dopo sette gare.

Il commento del Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery: “Assieme alla Red Bull Racing, stiamo ancora analizzando ciò che resta dello pneumatico di Sebastian Vettel per cercare di capire cosa è successo. Sembra trattarsi di un incidente davvero insolito e abbiamo già esaminato il punto con Sebastian, dal quale non sembra emergere alcuna causa immediatamente evidente, tanto più che il set di pneumatici era già stato utilizzato in qualifica. Tuttavia, finché non sapremo come stanno esattamente le cose non ha senso fare ipotesi. Con il calo delle temperature, i nostri pneumatici soft e medi hanno dovuto affrontare condizioni della pista leggermente diverse rispetto al solito, con diversi Team che hanno attuato un’ampia varietà di strategie, da una a tre soste. Ci hanno detto che lo scorso anno qui furono effettuati solo 11 sorpassi, quindi questa gara è stata senza dubbio un bel contrasto. Di norma a questo punto faremmo i bagagli per tornare a casa, ma questa settimana ci aspetta il test dei giovani piloti, nel corso del quale proveremo per la prima volta alcuni dei nostri pneumatici della gamma 2012.”

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

45 commenti
  1. frederick

    13 novembre 2011 at 20:40

    Capita. Meglio ora che prima. Dispiace umanamente vedere un pilota che ha vinto di tutto non rilasciare mezza dichiarazione come avesse vinto un mondiale. Da questo punto di vista devi crescere ancora tanto in termini di umiltà Seb.

  2. Enzo

    13 novembre 2011 at 23:01

    finalmente il dito……….se le messo dove doveva.

    • Clary

      13 novembre 2011 at 23:35

      giustamente lo usa per lucidare i trofei dei suoi titoli..

    • giacomo

      14 novembre 2011 at 14:03

      beh, prima lo aveva messo nei fondelli dei suoi avversari, ferrari in primis

    • Slauzy

      14 novembre 2011 at 15:02

      Non bisogna mai esultare sulle sfighe degli altri. Non è sportivo. Anzi, penso proprio che abbia avuto un culo spaventoso: bucare dopo aver già conseguito il titolo non cambia nulla, nemmeno il morale.

    • Fernando

      14 novembre 2011 at 19:18

      … chissà quanti ancora ne metterà a tutti gli avversari 😀 (NB: non sono un suo tifoso e non tifo per nessuno, sia chiaro!)

      • Slauzy

        15 novembre 2011 at 00:10

        e no, con un nome come il tuo mi dici che non tifi per nessuno 🙂

  3. Enzo

    13 novembre 2011 at 23:02

    E questo e solo l’inizio !!!

    • Clary

      13 novembre 2011 at 23:34

      l’inizio delle vacanze?

      • frederick

        14 novembre 2011 at 16:43

        Delle vacanze di Vettel che ha bisogno di relax per le troppe vittorie prima di fare il tris l’anno prossimo.

    • Amos (Tifoso Sutil)

      14 novembre 2011 at 23:32

      Che Brutte cose da dire… senti questa!:
      “Rosic Rosic Rosic”

      • Amos (Tifoso Sutil)

        14 novembre 2011 at 23:38

        Bisogna essere Sportivi.. chi non è sportivo è libero di cambiare sport.. ce ne sono tanti disponibili..
        io apprezzo tutti i piloti.. perfino Karthikeyan (in modo minore) ovviamente ho le mie preferenze.. (vedi Sutil) ma di certo non vado a pregare che gli succeda di nuovo… sono cose che capitano.. non esaltiamoci.. mettiti nei panni di un suo tifoso.. avresti detto così? manchi d rispetto.. ;D

        Ad ogni modo, mi dispiace per Sebastian.. avrebbe vinto ancora lui sicuramente.. ma le corse sono così.. sono sempre una “lotteria”.. sono sicuro che si riprenderà in Brasile!

  4. Stu

    14 novembre 2011 at 01:27

    per la prima volta forse abbiamo capito che le Red Bull senza Vettel sono tutt’altro che imbattibili,vista anche la modesta corsa di Webber.

    • Ingenuo (tifoso Ferrari)

      14 novembre 2011 at 11:47

      E c’era bisogno di questo noiosissimo gp per capirlo…!?!

      • frederick

        14 novembre 2011 at 16:43

        Bah. Ho visto GP peggiori quest’anno. Abbiamo visto i sorpassi, sicuramente più che in India.

    • Slauzy

      14 novembre 2011 at 15:06

      Vettel (come dice un famoso sito di spionaggio) ha guidato un’altra vettura. Webber ha una RB prova di accorgimenti tecnici all’avanguardia. Ricordiamoci che l’anno scorso webber vinceva i GP e stava spesso davanti a Sebastian. O è diventato un mostro in pochi mesi, oppure webber si è preso l’artrosi nel 2011.

    • Fernando

      14 novembre 2011 at 19:22

      Diciamo che ha ampiamente dimostrato che il valore aggiunto della RB è lui; connubio vincente. Webber ne ha dato ampia dimostrazione.
      Piuttosto mi delude il comportamento dei telecronisti pesudotifosi: come esultare per un incidente (potenzialmente pericoloso) e pensare che Alonso avrebbe avuto un’opportunità in più di vincere???? Assurdo!!! Rai licenzia Mazzoni!!!
      PS: mi domando come possa un pneumatico danneggiarsi in quel modo perché prende un cordolo dopo la partenza; si parla tanto di sicurezza in F1 per poi dover udire… :”Ha commesso un errore, prendendo il cordolo a freddo…”. Ma la sicurezza in questi casi dov’è??? Se un cordolo può fare simili danni perché preso a freddo, credo che qualcosa vada rivista.

    • willy michael

      14 novembre 2011 at 19:51

      no e Webber che nn capace di guidare perchè la red bull e la macchina piu forte….

      • Slauzy

        15 novembre 2011 at 00:14

        e l’anno scorso era non capace di guidare visto che stava davanti a Sebastian? Qualcosa non torna

  5. lapo

    14 novembre 2011 at 07:07

    vediamo l’anno prossimo a scarichi pari…

    • Fernando

      14 novembre 2011 at 20:22

      Guarda che la McLaren li ha copiati più che bene, così come le ali flessibili e tutto il resto; solo a Maranello si sono svegliati tardi per le ali e mai per il diffusore…

  6. willy michael

    14 novembre 2011 at 08:39

    mamma mia sotto questo punto di vista vedo una red
    bull molto tarocca,come possibile che ti ritiri facendo un giro con una ruota bucata… o forse e colpa di vetel che nn e capace di guidare con una ruota bucata….mi dispiace per lui ma questo fa parte del gioco… forza fernando….

    • willy michael

      14 novembre 2011 at 09:02

      ahhh dimenticavo finalmente abbiamo visto gara con macchine regolari dopo silverstone a parte quella di webber.. sarebbe stato un bellissimo campionato
      con le macchine regolari e vetel c’è ritroveremmo molto indietro, se vetel avrebbe vinto il campionato con una mclaren o una ferrari allora il titolo nn sarebbe in discussione…. forza alonso sei un grande per i miracoli che fai…

      • DarioK

        14 novembre 2011 at 09:36

        se VetTel AVESSE…

      • Slauzy

        14 novembre 2011 at 15:08

        ma è uno straniero, è inutile puntualizzare!

      • willy michael

        14 novembre 2011 at 19:21

        hai ragione Dariok ho sbagliato capita purtroppo…comunque Slauzy mi sa che sei tu lo straniero rompi coglio…del…caz….. e ricordo che Massa ha bucato e rientrato hai box e nn ha fatto alcun danno alla macchina mentre Vetel si…

      • Slauzy

        15 novembre 2011 at 00:18

        “rientrato hai box” allora la tua non era una svista, sei recidivo!

    • matteo

      14 novembre 2011 at 09:08

      ??? ma se quando è arrivato ai box c’era il cerchio che si muoveva come avrebbe fatto a ripartire?

      • willy michael

        14 novembre 2011 at 09:20

        si l’ha rovinato e normale matteo..

      • matteo

        14 novembre 2011 at 10:37

        infatti che colpa ne hanno Vettel e Red Bull?

      • willy michael

        14 novembre 2011 at 19:33

        e allora in red bull nn sanno stringere i cerchi…

      • sandro

        15 novembre 2011 at 14:11

        quello che si muoveva si chiama portamozzo,il cerchio ( che è quello dove monta lo pneumatico ) era stato già smontato

    • anonimo

      14 novembre 2011 at 17:29

      Forza sportivi,non perdete mai occasione per dimostrare quanto rosicate ve’?? Certo che i tifosi ferraristi non si fanno mai mancare nulla,poi criticano gli altri di essere anti-sportivi e poco rispettosi.

    • Amos (Tifoso Sutil)

      14 novembre 2011 at 23:34

      Ma non hai visto le condizioni di quello che è rimasto della Parte posteriore della Vettura?

  7. Ingenuo (tifoso Ferrari)

    14 novembre 2011 at 11:51

    Non c’è nulla da indagare
    E’ colpa di Vettell in teleronaca l’hanno ribadito all’ennesima potenza…

    • anonimo

      14 novembre 2011 at 17:31

      Giustamente se l’hanno ribadito bisogna credergli,loro capiscono tutto,ma tutto.Infatti sono sempre lodati per lottimo lavoro.Ma per favore fatti un giretto.

  8. Walter176

    14 novembre 2011 at 12:00

    Certo che una foratura alla prima curva è veramente insolita…errore?Ma che errore? Qui le accuse se le tira su la Pirelli tutte. Certo che è curioso che il pneumatico si sfasci/ stalloni così su un cordolo…

    • Slauzy

      14 novembre 2011 at 15:11

      La vettura di Vettel è stata sabotata dagli uomini MacLaren! L’ho sentito dire da Flavio in persona!

  9. Enrico

    14 novembre 2011 at 12:36

    Sicuramente… Vettel non ha fatto alcun errore, è la gomma che è partita letteralmente… Complimenti alla pirelli e sopratutto a ecclestone che in nome del buisness ordina gomme di cosi bassa qualità

    • Slauzy

      14 novembre 2011 at 15:14

      quella gomma l’ha già usata in qualifica, e ha fatto la pole. Forse l’ha già rovinata lì? La mia è solo una supposizione. Flavio ha detto che gli uomini MacLaren hanno sabotato la macchina di Sebastian. Sarà vero? Altre voci di corridoio (incontrollate) dicono che la Pirelli fornisce i set peggiori alla Red Bull e quelle migliori alla Ferrari. Solo così si spiegherebbe la prestazione sempre eccezionale di Alonso con una vettura così scadente.

  10. Elena (Mclaren)

    14 novembre 2011 at 12:39

    ..anche perchè la stessa traiettoria di Vettel l’hanno fatta in tanti..passando nello stesso tratto dove poi lui ha avuto il problema della gomma..penso sia stata più una fatalità…
    antonini dice che vettel l’aveva già detto venerdì che doveva stare attento a quel cordolo..ma io penso che vuoi per un insieme di fattori..pressione del pneumatico..particolare tecnico della macchina un po’fallato..

    • matteo

      14 novembre 2011 at 14:28

      lo pneumatico è lo stesso usato nelle qualifiche.. forse hanno usato delle pressioni molto basse e la spalla della gomma ne ha risentito..

    • wr

      14 novembre 2011 at 20:39

      A mio vedere la RB voleva per l’ennesima volta fare una delle sue furbate. Vedi a SPA dove hanno settato la vettura con un angolo di campanatura al di sopra del limite consiglito dalla Pirelli. Hanno poi anche avuto il coraggio di chiedere ai commissari di potere ridurre l’angolo per la gara, visto l’esagerato consumo del pneumatico.
      Qui ad Abu Dhabi penso siano partiti con una pressione del pneumatico talmente bassa – e penso al di sotto del limite consigliato dalla Pirelli – per avere vantaggi in accelerazione e magari anche altri come il grip. Queta volta gli è andata male prendendo il cordolo in modo troppo esagerato.
      Io dico questo … dall RB bisogna aspettarsi di tutto

  11. giacomo

    14 novembre 2011 at 14:05

    Lewis Hamilton ha conquistato ad Abu Dhabi la terza vittoria della stagione con gli pneumatici Pirelli,
    ma che affermazione è! perchè ci sono in pista pneumatici di altre marche?

    • Slauzy

      14 novembre 2011 at 15:16

      finalmente uno che grida “il re è nudo” – bravo!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati