Montezemolo: “La Ferrari non deve mollare e deve lottare per la vittoria ad ogni gara”

Montezemolo: “La Ferrari non deve mollare e deve lottare per la vittoria ad ogni gara”

Sarà una settimana importante per la Ferrari quella che si aprirà lunedì prossimo. A Tokyo il Presidente Luca di Montezemolo presenterà la FF all’Ambasciata d’Italia a Tokyo in una serata speciale che vedrà la partecipazione di esponenti di spicco del mondo della cultura e dello spettacolo nonché quella dei clienti e dei collezionisti Ferrari più importanti e dei grandi appassionati del Marchio.

“Questa serata ha una finalità tutta particolare” – ha dichiarato Montezemolo al sito ufficiale della Ferrari – “La FF che presenteremo, la prima in Giappone, sarà infatti messa all’asta insieme a quattro polo decorate con il messaggio Gambaré Nippon che era visibile sul musetto della 150° Italia in occasione dell’ultimo Gran Premio d’Australia, autografate da Fernando Alonso e Felipe Massa. Il ricavato sarà devoluto alla città di Ishinomaki, duramente colpita dal sisma che ha devastato il Giappone settentrionale nel marzo scorso. Siamo molto vicini a questo Paese e siamo felici di poter dare il nostro contributo per la ricostruzione.”

Il viaggio di Montezemolo in Estremo Oriente proseguirà poi alla volta di Hong Kong, uno dei mercati più importanti per la Ferrari nell’area Asia Pacifico: lì il Presidente avrà una serie d’incontri con le istituzioni locali e i più importanti clienti di una zona dove il Cavallino Rampante è presente da oltre vent’anni.

La settimana sarà importante anche sul fronte sportivo, perché a Silverstone la Scuderia Ferrari Marlboro è chiamata a confermare i progressi visti nelle ultime tre gare anche su una pista sulla carta sfavorevole alla 150° Italia. “Nei giorni scorsi ho fatto il punto della situazione insieme a Stefano Domenicali e ai suoi tecnici” – ha proseguito Montezemolo – “Stiamo lavorando con il massimo impegno e si sono visti già dei miglioramenti rispetto alle prime gare, che sono frutto anche di un diverso approccio allo sviluppo della vettura. Sappiamo che la situazione nelle due classifiche è difficile ma non voglio sentire parlare di mollare la presa: dobbiamo cercare di progredire continuamente e di lottare per la vittoria ad ogni gara, com’è d’obbligo per la Ferrari. Ovviamente abbiamo anche cominciato a parlare della vettura del 2012, com’è normale che accada in questo periodo. Ho fiducia in quello che stanno facendo Domenicali e i suoi e sono convinto che ne vedremo i risultati.”

Montezemolo ha così commentato l’andamento del campionato: “Penso sia stata una prima parte di stagione positiva per la Formula 1. Devo dire che le gare sono tutte molto incerte e ricche di sorpassi, interessanti per il pubblico fino alla fine, sia sulle tribune sia in televisione. Era uno degli obiettivi che il nostro sport si era posto e credo sia stato raggiunto. Voglio cogliere l’occasione per fare i complimenti alla Pirelli, al suo ritorno in Formula 1. Del resto, non sono stupito: abbiamo con loro un ottimo rapporto e li conosciamo da tempo, visto che sono fra i nostri fornitori storici per le nostre vetture stradali ad altissime prestazioni.”

Infine, è inevitabile anche un passaggio sulle ultime novità in materia di regolamenti tecnici: “La scelta di avere un motore V6 turbo a partire dal 2014 è giusta e prendo atto con soddisfazione come abbia prevalso il buon senso” – ha detto Montezemolo – “E’ la prova di come lavorando insieme, senza inutili contrapposizioni o diktat, si possano raggiungere i migliori risultati per il bene di questo sport.”

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

46 commenti
  1. Turez

    1 luglio 2011 at 16:27

    Come non dargli torto…è la croce e delizia della Ferrari..gli altri possono toppare,la Ferrari è obbligata sempre a vincere,anche in annate no,è questa la differenza con gli altri!

  2. Madda

    1 luglio 2011 at 16:30

    Montezemolo! Lei è falso come Giuda. Dimostra di essere proprio idoneo ad entrare in politica.

    Questa Sua frase “… si sono visti già dei miglioramenti rispetto alle prime gare, che sono frutto anche di un diverso approccio allo sviluppo della vettura”, è una falsità completa.

    Questi miglioramenti sono frutto del lavoro che aveva impostato e predisposto Costa con la sua squadra, prima della sua cacciata, che è avvenuta un mese fa. Nessun miglioramento apportato sulle macchine, fino ad ora ha e può avere una firma diversa.

    Io se fossi in lui, Le farei causa anche per questo. A tutti noi Lei può raccontare frottole, ma chi è dentro questo ambiente o almeno conosce il funzionamento di una azienda, di un ufficio tecnico e dei tempi di fornitura, sa benissimo che in 7, 14 o 28 giorni non si può passare nulla dalla carta all’assemblaggio.

    Mi immagino che Lei debba difendere le Sue scelte personali nei confronti dell’opinione pubblica e dei suoi azionisti.

    La Ferrari e il suo Mito non si meritano questo.

    • iorek

      1 luglio 2011 at 17:00

      montezemolo parla a una platea di clienti alla presentazione di una nuova vettura. E’ normale che un presidente in un contesto del genere parli con enfasi di tutte le scelte fatte.
      Quello che dici e’ vero, in pochi giorni non cambi nulla, ma in formula 1 a parita’ di materiali ci sono moltissimi fattori quali regolazioni, aprocci ecc che possono determinare un risultato o un’altro.
      Questo non vuole essere contro costa, ottimo ingegnere, che pero’ e’ inconfutabile che si sia dimostrto molto conservativo nelle sue scelte progettuali e probabilmente lo era anche nei settaggi. (sottolineo probabilmente )

      • Madda

        1 luglio 2011 at 17:26

        I settaggi li fa l’ingegnere di pista, mi pare, non il DT. E il conservativo sicuro non era Costa, ma il signor Tombazis. Certo è imbarazzante per la Ferrari doverlo ammettere. Non lo faranno mai, ma le assicuro che questà è la verità.

      • Andrea

        1 luglio 2011 at 18:18

        Peccato che le novità che vedete da tre gp a questa parte Costa non le ha deliberate…..e nemmeno le ha disegnate per la cronaca….. Montezemolo come i politici? Conoscetelo di persona prima……….

      • quickest

        1 luglio 2011 at 19:04

        @Andrea
        interessante quello che dici. Come fai a saperlo?

      • Madda

        1 luglio 2011 at 19:23

        @ Andrea
        Caro Andrea, vuoi sembrare informato quando dici che Costa non ha deliberato le modifiche degli ultimi tre GP, ma non lo sei assolutamente.
        Ci vuole almeno un mese da delibera a realizzazione.
        Montecarlo si correva nella settimana del suo allontanamento e le macchine sono partite direttamente per il Canada.
        Anche tu vuoi far credere che gli asini volano?

      • Madda

        1 luglio 2011 at 19:38

        @ Andrea
        Andrea… dici che Costa non “ha disegnato le modifiche” … chiaro che no!
        Non mi pare che in un team di F1 e quindi nemmeno in Ferrari il DT debba disegnare personalmente eventuali modifiche, ti pare?
        Andrea secondo me non hai le idee molto chiare …

      • quickest

        1 luglio 2011 at 20:10

        Madda, come fai a dire che ci vuole un mese per approvare le modifiche? Intanto e’ – anzi era – Costa ad approvare lo sviluppo, il quale dura molto di piu’ di un mese di per se’, senza poi contare la produzione

      • Andrea

        1 luglio 2011 at 20:21

        @ Madda : Forse della Ferrari te conosci solo il cancello da dove si entra……..

      • Madda

        1 luglio 2011 at 20:23

        @quickest
        Io ho detto esasttamente quello che hai scritto tu. Forse mi sono espressa male. Io dicevo che secondo me ci vuole più di un mese per apportare delle modifiche e facendo due conti non è passato abbastanza tempo perchè Montezemolo possa spacciare per modifiche del “nuovo gruppo di lavoro” quanto abbiamo visto a Montecarlo, Canada e Valencia …
        Primo non mi sembra onesto …secondo mi da fastidio perchè non tollero le falsità ..

      • Madda

        1 luglio 2011 at 20:29

        @ Andrea
        Non so neanche dove sia il cancello della Ferrari …

        Sono una tifosa per la vita della Ferrari e mi è caduta tanto in basso da nemmeno poterlo immaginare….

        Immagino che tu lo varchi tutti i giorni il cancello della Ferrari … lo stile maleducato e prepotente me lo fa presumere….

      • Madda

        1 luglio 2011 at 20:31

        @Andrea … visto che sei tanto ben informato, chi le ha deliberate le modifiche di Montecarlo, Canada e Valencia?

        Illuminaci d’immenso…dai … dacci questa notizia…

      • quickest

        1 luglio 2011 at 21:24

        si si, lo so che non e’ una questione di non concordare su quello che avevo scritto, ti domandavo semplicemente come fai a dire che e’ un mese, quando in realta’ e’ molto di piu’. E comunque le opinioni sono concesse no? Si discute per questo

      • quickest

        1 luglio 2011 at 21:25

        Hey Madda, vacci piano, magari lui lo varca davvero. Non si sa chi ci sia dietro i vari nicknames

    • yx

      1 luglio 2011 at 22:29

      @ Quickest… Non l’ho mica offeso Andrea…. Se lavora alla Ferrari mi auguro faccia un buon lavoro…
      Per il mese che dicevo….era solo per dare una misura…. Immagino che gli siluppi richiedano tempo…ben piu’ tempo di un mese….idea…disegno…pezzi…galleria…modifiche…nuovi pezzi….produzione… Se non vuoi rischiare i fermarti a meta’ gara bisogna andarci coi piedi i piombo.. Ho letto he Montezemolo preferisce ora una macchina piu’ competitiva e meno affidaile…. Vedremo….

  3. giacomo

    1 luglio 2011 at 16:32

    chiedi aiuto a bisignani

  4. David

    1 luglio 2011 at 17:34

    si certo fra 21anni
    jajajaja

    • Denis

      1 luglio 2011 at 18:57

      si fra 21 anni rivincerà il campionato la mclaren 🙂
      hai poco da criticare visto che la tua squadra non fà meglio 🙂

    • maxfunkel

      1 luglio 2011 at 19:03

      David fatti curare t el’ho sempre detto….
      SMETTILA DI SCRIVERRE QUESTI COMMENTI DA PURO IMBECILLE….

      • David

        1 luglio 2011 at 19:14

        MaxFuck torna dalla mamma

      • salvatore

        1 luglio 2011 at 21:08

        io credo che la soluzione sia semplice, gli imbecilli vanno isolati, e il primo a sbagliare sono io che sto rispondendo a codesto IMBECILLE con la I maiuscola

    • Frenk

      2 luglio 2011 at 22:41

      Vincere dopo 21 anni per noi è stato fantastico,ma poi tu almeno ce li hai 21 anni?

  5. Spy Blog

    1 luglio 2011 at 17:43

    Intanto questo miglioramento è stato PER VIA DEL CIRCUITO è stata la stessa ferrari a dirlo, smorzando i facili entusiasmi. Hanno già detto che tutte le novità che vedremo domani, non basteranno. Dire di voler non mollare… potrà pure fare bene… ma la matematica dei punti… lo smentisce.

    • maxfunkel

      1 luglio 2011 at 19:04

      Lo smentirà la matematica, ma la Ferrari NON DEVE MOLLARE MAI!!!!
      Guai se solo per un momento la Scuderia che è il Simbolo della Formula Uno abbassasse la testa…. GUAI!!!

  6. quickest

    1 luglio 2011 at 19:12

    cos’altro puo’ dire? Che gli si creda poi e’ un altro paio di maniche

  7. quickest

    1 luglio 2011 at 19:13

    In tutti i casi i risultati Ferrari, con la squadra da lui designata sono alquanto scadenti. Il resto sono e restano solo parole

    • salvatore

      1 luglio 2011 at 21:09

      quickest, mi sembra che la squadra da lui disegnata abbia vinto titoli a bizzeffe in passato? in che pianeta vivevi? ah se sai fare di meglio proponiti al suo posto

      • quickest

        1 luglio 2011 at 21:33

        Hai ragione, mi sono espresso male, e non immagino di poter fare meglio di Montezemolo. Quello che volevo dire e’ che la scelta di cambiare la squadra dopo il 2006 l’ha presa lui e da allora le cose non vanno proprio. Si potrebbe anche dire che le mosse giuste le ha fatte negli anni 90 quando ha assunto Todt, il quale ha poi messo assieme la squadra vincente. Poi, se osservi, durante l’era Todt Montezemolo lo si sentiva proprio poco; non ce n’era bisogno, perche’ il nano era bestiale. Quello a cui mi riferisco sono le scelte degli ultimi anni che hanno portato alla squadra odierna

      • quickest

        1 luglio 2011 at 21:35

        e per la precisione ti ringrazio e ti metto un pollice in su’, tie’

      • salvatore

        2 luglio 2011 at 09:48

        🙂 grazie per il pollice in su, beh però converrai con me che di elementi come brown,todt, byrne e schumacher se ne trovano in giro pochi, quindi dopo il 2006 era ben difficile fare un passo avanti!

      • quickest

        2 luglio 2011 at 19:31

        certo, come si fa a dire il contrario. Pero’ allo stesso tempo la Ferrari deve trovare la maniera di rimanere al top, si sa che non e’ semplice, ma con le scuse si va poco lontano

  8. David

    1 luglio 2011 at 19:15

    No Scuhmacher No Brawn No Byrne …..No Party
    jajajajajaj

  9. Federico Barone

    1 luglio 2011 at 20:44

    @ Madda:

    Dall’articolo qui sopra:

    “Stiamo lavorando con il massimo impegno e si sono visti già dei miglioramenti rispetto alle prime gare, che sono frutto anche di un diverso approccio allo sviluppo della vettura…”

    Spiegami, per cortesia, dove Montezemolo ha utilizzato la forma “nuovo gruppo di lavoro” (che tu riporti). Egli non fatto alcun riferimento a Costa.

    Sul conservativismo: non sappiamo esattamente chi sia il responsabile esatto (Costa, Tombazis o altri): si sentono versioni così differenti…
    Comunque le ultime Ferrari hanno sempre avuto problemi a far lavorare le gomme dure, il vantaggio che avevano (si dice) con le morbide non è servito a molto mi sembra. Siccome Costa era il responsabile del progetto (se non sbaglio) io immagino che un minimo di responsabilità le abbia. Se poi hanno eliminato la persona giusta o quella sbagliata lo vedremo. Io non conosco i fatti e le persone interne alla scuderia.

    • quickest

      1 luglio 2011 at 22:17

      Federico, e’ semplice: non e’ che la Ferrari con le morbide abbia un vantaggio e con le dure no; le dure hanno bisogno di piu’ carico per entrare in temperatura, e da qui il problema, mentre con le temperature piu’ basse delle soft riescono ad andare un po’ meglio; e’ sempre una mancanza cronica di carico il problema di base

      • Federico Barone

        1 luglio 2011 at 23:25

        Hai ragione, mi sono espresso male. Ciò è frutto della nostalgia per i tempi passati, nei quali le auto più “gentili” con e gomme potevano avere dei vantaggi in gara (la meccanica contava più di adesso evidentemente) montando gomme più morbide (non v’era monopolio di gomme). Ora è tutto diverso ed è vero – il problema della Ferrari è la mancanza di carico aerodinamico.

    • madda

      1 luglio 2011 at 23:05

      @Federico Baroni
      Hai ragione….ho vigolettato una frase che invece era la mia trasposizione a quella scritta che diceva…che i miglioramenti ‘sono frutto anche di un diverso approccio allo sviluppo della vettura’…

      I tre ultimi circuiti erano oggettivamente piu’ consoni alle caratteristiche delle Rosse….
      E in cosi’ poco tempo il nuovo approccio allo sviluppo non puo’ avere prodotto miglioramenti….troppo poco tempo….
      Io la vedo cosi’.

      E aspetto con ansia i miglioramenti veri frutto del diverso approccio allo svilppo.

      • Federico Barone

        1 luglio 2011 at 23:27

        Quelli li aspetto anch’io. Spero non per altri 17 anni (4 sono ormai andati…) 😉

      • madda

        2 luglio 2011 at 07:37

        Federico, non o capito i tuoi numeri….17 …4 …? Me li spieghi?

  10. Raffaele

    1 luglio 2011 at 23:43

    Ma vai a cagher, insieme ai tuoi amici politici

  11. Alex

    2 luglio 2011 at 00:39

    Benissimo, è in Giappone… Vuole fare mercato… Kobayashi in Ferrari al posto di massa daiii

    • salvatore

      2 luglio 2011 at 09:50

      ma mi spieghi cosa ha fatto koba di tanto impressionante da meritare un posato in ferrari? oltre a buttarsi come un samurai in ogni sorpasso, cosa che mi piace di lui,ma….non si vive di soli sorpassi eh

  12. Giovanni De pascalis

    2 luglio 2011 at 07:38

    Montezemolo dice sempre cosi…e come una cassetta dove ci sono registrate solo quelle parole cioè “non molliamo mai” “dobiamo migliorare” “miglioreremo” “non dobiamo arrenderci”..e basta… e poi vediamo una Ferrari sempre poco conpetitiva.

  13. Federico Barone

    2 luglio 2011 at 08:32

    @ Madda:

    non posso replicare direttamente al tuo post, quindi scrivo qui.

    Io ho aspettato 21 anni che la Ferrari ri-vincesse (con MSC) il titolo mondiale piloti. Ora (incluso il 2011) sono già 4 stagioni che non si vince questo titolo (del costruttori mi importa meno…). Quindi, non vorrei dover aspettare ancora 21 anni (21-4=17), sarei troppo vecchio. 😉

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati