McLaren, Button: “Ho dimostrato di essere ancora al top”

Magnussen: "Quest'anno ho imparato molto"

McLaren, Button: “Ho dimostrato di essere ancora al top”

Per i “ragazzi” della McLaren è tempo di ringraziamenti e di complimentarsi con il neo campione del mondo Lewis Hamilton. Jenson Button e Kevin Magnussen hanno chiuso l’ultima gara dell’anno rispettivamente in quinta e undicesima posizione, in un appuntamento che per entrambi non è stato facilissimo – così come l’intera stagione del resto. La coppia di Woking ha sofferto la mancanza di un passo sufficientemente competitivo e la difficile gestione delle gomme.
Per Jenson Button si è trattato molto probabilmente dell’ultimo GP di F1 e l’inglese, ex iridato 2009, ha salutato il suo pubblico con una serie di “donuts” (i cerchi sull’asfalto con la monoposto) nella notte di Abu Dhabi.

Jenson Button: “E’ stata una gara dura! Pensa che abbiamo fatto del nostro meglio con quello che avevamo: in termini di strategia non abbiamo sbagliato ma il nostro passo non è mai stata abbastanza per attaccare quelli davanti a noi. Quindi il quinto posto alla fine va bene. Tirare fuori il massimo dalla macchina è tutto quello che si può chiedere a un pilota, e penso che quest’anno ho dimostrato di essere ancora al top. Visto che è l’ultima gara della stagione vorrei dire un grosso ‘grazie’ a Tom (Stallard) e Bernie (Collins), i miei due ingegneri di gara: hanno fatto un lavoro fantastico, così come i miei meccanici. L’intera squadra è stata di grande supporto, il che è fantastico. E’ stata una buona giornata per me, ma ancora di più per il mio amico Lewis. Vincere due volte il titolo iridato è davvero un gran risultato. Congratulazioni a lui, se lo merita. Sono certo che questa notte sarà divertente. Festeggerò un bel finale di stagione con la mia famiglia”.

Kevin Magnussen: “Una gara difficile. Al primo giro mi sono toccato con Sutil e da lì in poi la parte anteriore della macchina non è più stata a posto, ma non era così terribile quindi ho potuto continuare. Il mio primo stint con le Prime è stato buono visto che le gomme tenevano bene e riuscivo a gestirne il degrado. Ma quando sono passato alle Option la gara ci è scivolata di mano. La gomma più morbida avrebbe dovuto aiutarci a guadagnare posizioni sui piloti che montavano le Prime, ma siamo sostanzialmente rimasti dove eravamo e questo ha compromesso la gara. I miei complimenti vanno a Lewis, che ha guidato brillantemente per tutta la stagione e si meritava il titolo quest’anno. E’ stato incredibile sempre. Inoltre voglio ringraziare tutta la McLaren. Questa stagione è stata un’esperienza incredibile per me. Ho imparato molto in quest’anno ed è stato fantastico, quindi grazie ragazzi!”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

5 commenti
  1. ASOT

    23 Novembre 2014 at 19:14

    Adieu Jenson. Bell` intervista alla BBC: molto emozionante nonostante te lo si leggeva negli occhi che avevi perso qualcosa di importante.

  2. ILLINOISF1

    23 Novembre 2014 at 20:10

    Ironia della sorte, proprio nel giorno che Button lascia la f1, il suo ex compagno di squadra in McLaren, diventa per la seconda volta campione del mondo.
    Ricordo pure che Hamilton non aveva vita facile con il suo compagno Button, correvano alla pari.. é in tanti occasioni l’ha fatto vedere il proprio limite a Luis!
    Purtroppo lascia la f1 un grande pilota!!!

  3. Gigetto

    23 Novembre 2014 at 21:40

    Mi pare ovvio che l’arrivo di Alfonso abbia causato il licenziamento di Button, si sa che il nano non gradisce compagni di livello.

    • ASOT

      23 Novembre 2014 at 22:58

      Beh é vero che accettando una mezzasega come Rikkionen potresti pensare così, ma Alonso sicuramente teme più Magnussen che Button (giustamente) quindi i conti non tornano.

  4. golfsei

    24 Novembre 2014 at 07:08

    da tifoso mclaren dico che se la macchina sara’ un fulmine chiunque la guidera’ fara’ risultati altrimenti prepariamoci ad un altro anno di c…a
    button o non button

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati