Le 10 Pillole del Gp del Brasile 2010

Le 10 Pillole del Gp del Brasile 2010

Eccoci al secondo appuntamento con le “Pillole”.

Il Gp del Brasile regala nuove perle oltre al Mondiale Costruttori (quello che conta quando viene a mancare quello piloti) alla Red Bull. L’immagine in copertina ironizza sulla situazione piloti nella casa Austriaca.

1 – Sebastian Vettel aka Baby Crucco:
Vince, stravince e dalla gioia, oltre alla coppa del vincitore, si porta via anche quella della squadra, quella di Webber, quella di Alonso e quella in mano da due ore circa ad Emerson Fittipaldi. Like the Real Crucco prima Era parte, si difende alla prima curva e poi non lo vedono più. E’ stato avvistato lungo il vecchio tracciato degli anni 70.

2 – Mark Webber:
Per festeggiare il Mondiale Costruttori gli mettono in testa un cappello con le corna del Toro. Lui è un bonaccione e non capisce che tutto ciò ha un significato preciso: il cornuto prescelto è lui, quindi poco da ridere Mark..Occhio che oltre alle corna tra 6 giorni tu non debba fare i conti con altro, del Toro!

3 – Fernando Alonso:
“Quando a Nando va, che strane cose fa, lui può passare tutti col pensiero”…Parafrasando la sigla del Cartone Johnny, arriva terzo sul podio a bordo della sua “Pressione” motorizzata Ferrari. Anche stavolta, con la sola forza del pensiero (come Johnny appunto), ghiaccia i freni ad Hamilton e Hulkenberg. Inestimabile.

4 – Lewis Hamilton:
Gomme morbide: “I have no grip..”. Gomme dure: “I have no grip..” . Gli si è incantato il disco? Quello dei freni sicuramente. Sul bagnato in prova rischia il colpaccio e poi deve soccombere alla macumba di Nando, come già successo in Corea. Consiglio per Abu Dhabi..parti dietro alla Ferrari n°8!

5 – Jenson Button:
Opta per la strategia della vita. Monta le gomme dure all’uscita dal circuito il sabato sera, facendosi aiutare da quattro tifosi Brasiliani che, per farsi pagare, tentano di rapinarlo. Alla guida della Mercedes c’è Bern Mailander e così il belloccio se la scappa appena finito il pitstop e recupera una marea di posizioni in gara.

6 – Michael Schumacher:
Beh, lui è 7 volte campione, che sarà mai se in Mercedes, per essere sicuri che arrivi dietro a Rosberg, lo costringono al sabato a scendere dalla macchina e tirarla giù dai cavalletti per qualificarsi, e alla domenica lo lasciano con le gomme usate mentre a Nico vengono cambiate 75 volte??

7 – Spaghetti Gangster aka Vitantonio Liuzzi:
Al posto degli spaghetti questa volta fa la frittata, tentando di mimetizzarsi con le gomme della esse intitolata a Senna e riducendo la Force India una Force Singapore. C’è da dire che, fino al suo out, la gara era abbastanza soporifera, pertanto possiamo ringraziarlo per aver risvegliato qualche tifoso assonnato.

8 – Vitaly Petrov:
Dopo Suzuka, Yeongam e Interlagos, è stato contattato dalla EuroNcap per diventare il primo umano a prender parte ai crash test Europei al posto dei manichini, che poracci ne avranno anche piene le scatole. Intanto il Premier Putin prova una Renault in patria. Occhio, Vitaly!

(NB: per dovere ed onestà di cronaca il riferimento all’EuroNcap è un omaggio ad un tifoso francese, che ha augurato una futura illuminante carriera al Russo proprio come Crash-Tester)

9 – Felipe Massa:
Rosberg passa a fregare le gomme a tutti, e così quando Felipe arriva per il suo pit gli montano una gomma di una F430. Peccato che il cerchio sia da 19 e rispetto agli altri tre (da 13) balli giusto un po’. Gara rovinata e così Felipao tenta di incantare il pubblico facendo un po’ di autoscontro.. Paperinizzato..

10 – L’incredibile Hulk..enberg:
Chissà sabato come se la sono passata, quelli che volevano puntare su Barrichello per le qualifiche bagnate e hanno sbagliato clic con il mouse, pensando di aver buttato via soldi. Eroico in prova, in gara si difende con le armi, i denti e i chiodi lanciati alle spalle, ma la Williams è quella che è.

Fuori Concorso – Bern Mailander:
Siamo arrivati al sabotaggio. Pur di compiere qualche giro in una gara senza problemi, attiva la funzione “solletico” sotto le ascelle del nostro Vitantonio, che lascia il volante e regala al Nostro qualche lap anche ad Interlagos. Cosa si inventerà per Abu Dhabi?

MENZIONI SPECIALI

1 – Le basette di Emerson Fittipaldi:
A 40 anni dai suoi successi gli regalano una coppa, Emerson pensa sia per lui e invece è per le sue basette, che resistono alle intemperie e alle tinte e presto verranno protette dal governo come monumento nazionale e insignite di qualsiasi onoreficienza. Si scherza, ovviamente, grande Emerson!

2 – La “Pressione”:
Il nuovo fattore determinante della Formula 1 ha il nome di “Pressione di Alonso”. Viene citata decine di volte in telecronaca (tanto da superare i vari “Taci” e “Capra” di Vittorio Sgarbi) e anche questa volta dà i suoi frutti. Tanto invisibile quanto decisiva, imponente, inafferrabile. L’anno prossimo la Ferrari dello Spagnolo correrà con numerazione doppia. Un numero per lui, uno per lei.

Ci si rivede tra 7 giorni per le Pillole digestive di questo Mondiale 2010.

Alessandro Secchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

34 commenti
  1. pastaker

    8 Novembre 2010 at 19:09

    Ancora con stà storia che Hamilton è meglio di Alonso…ma ve la date una svegliata e cercate di essere più obiettivi? Alonso ieri ha fatto due grandissimi sorpassi, di cui uno al tanto decantato Hamilton, che non ha neppure seminato il suo compagno Button. Hamilton ha più talento di Alonso? Non ci giurerei…il primo anno ha giocato il fattore sorpresa (e il favoritismo di Ron Dennis), ma oramai Alonso ne ha preso le misure. E cmq le pillole sono divertenti

  2. Frigole

    8 Novembre 2010 at 19:49

    Tutto quello che é stato scritto qui in negativo su Hamilton è vero !
    Favoritismo dalla parte di Ron Dennis ed anche quest’anno con la sua squadra che dice a Button di stare attento alla benzina, favoritismo dalla parte della FIA (storia della safety car con la quale ha preso un giro alle ferrari). Il fatto di non imparare mai dai suoi errori, non ha imparato come i veri campioni che hanno cominciato con delle squadre come minardi e jordan. Non ha riuscito a capire di stare attento alle gomme. Lo posso comparare ad un bimbo intelligente ma viziato con la fortuna di essere il preferito di papà e mamma.

  3. leonardo

    8 Novembre 2010 at 20:34

    TheRealJb86 : vero!! come talento puro Button è inferiore ad Hamilton ma giustamente anche Button ha vissuto un pò tutte le situazioni..da team di fondo classifica e da top team…ora inoltre non fa più quelli errori che faceva fino a 2-3 anni fa..l’unica sua pecca è che si accontenta facilemnte e questo sinceramente mi fa un pò incavolare…quest’anno poteva almeno vincere qualche Gp in più..detto questo si,per vincere un mondiale preferisco Button ad hamilton…Button non avrebbe mai eprso il titolo 2007 ne avrebbe rischiato di perdere quello 2008.

  4. _TheRealJB86_

    8 Novembre 2010 at 20:48

    @Leonardo
    ormai siamo amici!

  5. leonardo

    8 Novembre 2010 at 21:10

    TheRealJb86: ahahah si si ma io nel forum discuto,non litigo…fanno innervosire persone come Misteriusman, David eccetera che a malapena possono sostenere una frase articolata ed in quel caso mi diverto a sfotterli, ma con gente ‘seria’ si può anche discutere ed avere idee diverse civilmente 😀

  6. D-Lord

    8 Novembre 2010 at 21:54

    Non è che dato che Alonso riesce a vincese unicamente per culo questo lo facciano anche gli altri… ma dai…

    Allora anche a Schumacher Cina 2006 si è rotto il motore perchè stavano provando un’evoluzione extra in vista del blocco sullo sviluppo dei motori e la Mclaren nel 2005 ha perso perchè era estrema e non per sfortuna, quest’anno stesso discorso: la Red Bull è una vettura fragile, non è Alonso che ha fortuna!

  7. Ingenuo

    8 Novembre 2010 at 22:35

    @Leonardo
    @_TheRealJB86_
    Vi quoto

    ma sopratutto la frase di _TheRealJB86_

    “JB avrà 3decimi in meno nel piede,ma 1secondo tondo nel cervello!:-)”

    Fantastica!!!

  8. Ingenuo

    8 Novembre 2010 at 22:55

    @Ksmim
    E tu fermarsi a 400 metri dal traguardo come la chiami?
    Sono sicuro che un certo Mika Hakkinen la chima semplice pura “sfiga”… lui che fini la benzina e pianse come un bebé che faceva tenerezza…

    E poi è stato il comportamento o meglio l’approccio che ha portato Hamilton al GP che infastidisce: e cioè partecipare unicamente per arrivare 5.
    Mi aspettavo da un vicecampione che almeno ci provasse a prendere il 3/4 posto invece nada de nada sembrava che l’unica cosa che gli interesasse fosse quella posizione presa con le qualifiche e tenuta parsimoniosamente per tutta la gara eccetto che gli ultimi due giri
    Io avrei preferito più combattivo che almeno ad inizio gara provasse a ficcarsi dietro alle due ferrari ed in caso di possibile pericolo si tenesse fuori dai guai arrivando anche 5°… allora sarebbe stato meritato il titolo invece mi sembra un furto…

  9. Daniele

    9 Novembre 2010 at 12:07

    @D-Lord
    Chi è che mi sta tirando giu’ dalla classifica TIFOSO DOC?

  10. D-Lord

    9 Novembre 2010 at 15:11

    Non ho capito cosa intendi ma se vuoi sapere ho cambiato parecchio idea su di te, non sei più il tifoso “Hamilton grande, Alonso suka” di un tempo! E non può che far piacere discutere con gente che pensa invece di premere tasti a caso sulla tastiera 😀

  11. Daniele

    9 Novembre 2010 at 15:43

    Beh..Alonso..come non odiarlo per quello che ha fatto..
    Comunque, non ti credere, non sono mai stato un grande tifoso di Hamilton, ma della mc laren, e ritengo che lewis sia probabilmente il piu’ grande talento in circolazione, ma non ha proprio la testa per pensare a lungo termine. Quest’anno ha deluso molto le aspettative, parliamoci chiaro..
    Gli manca la forza d’animo/trascinatrice del leader della squadra, che in realtà, non è hamilton ma è button.
    Il suo rendimento dipende troppo da quanto il compagno si impegni o meno.
    Dopo SPA, button ha chiaramente allentato con la lotta al mondiale, e li hamilton ha perso tutta la lucidità.
    Ad interlagos, dopo la spinta di button per cercare di recuperare sul costruttori, ha fatto una gara QUASI buona.
    Vedremo ad abu dahbi…

    PS a me la gente che prede a capocciate la tastiera mi diverte, se non ci fossero sai che noia!!

  12. CEPPA

    9 Novembre 2010 at 21:57

    STO MORENDO DAL RIDERE!!!! Dopo le altre pillole e dopo le pagelle dei gp finalmente trovo un sito di FORMULA UNO E NON DI FORMULA FERRARI.
    Belle e divertenti queste parentesi nelle cronache inerenti a questo sport….
    a parer personale: quelle sul pilota della safety car mi spaccano alla grande!!! E’ l’attore non protagonista piu’ attore non protagonista del mondo!!!!!
    FORZA WILLIAMS, SEMPER FIDELIS.

  13. CEPPA

    9 Novembre 2010 at 23:07

    Button? Alonso? Hamilton??… Be’,..onestamete sono contento di questo mondiale ricco di vincitori e contendenti che hanno altalenato momenti forti a meno lucidi ed aggressivi.
    Button puo’ esser meno forte di Hamilton come scirve qualcuno,..ma Button e’ stato cacciato fuori da Vettel e a monaco un meccanico l’ha fatta grossa con il tappo radiatore,..e questi non sono stati errori suoi. (A monaco era leader del mondiale se non erro…cmq avrebbe portato a casa punti importanti).
    Hamilton e’ stato cacciato fuori da Webber e ha pagato dazio con monza e ungheria per la fortuna del famoso caso safety car. Anche lui avrebbe avuto piu’ punti, meritati direi, vista la competitivita’ dimostrata in quei momenti.
    Alonso ha fatto un inizio stagione irritante e poi ho preso a volare grazie anche alle sfighe altrui. (merito cmq alla ferrari per aver revuperato gap)
    Vettel invece e’ un talento fortissimo,..ma non vai da nessuna parte con errori come quello contro button e webber… certo che se la sua vettura avesse tenuto quando era in testa in vari gp strameritati,..forse a quest’ora non si parlerebbe di un campione ancora immaturo…
    Il fatto che quest’anno la red bull ha preso la malattia della williams: zero ordini di scuderia e lotta alla morte tra i due piloti…. ma il team di Sir Frank non insegna nulla? Jones? Reutman? Piquet? Mansell? Montoya? Rlaf?……….
    La gente ricorda i team anche grazie ai piloti…e forse alla Ferrari sotto questo punto di vista portano a casa piu’ mondiali per una piu’ dosata razioanlita’ nei campionati.
    Io cmq sono idolatra WIlliams da sempre,…e come per lui alla fine condivido il punto: esiste solo il titolo costruttori,..i piloti vanno e vengono,…il team e’ sempre li a lottare.
    Forza WIlliams,….e vinca il piu’ contropallato!!!

  14. CEPPA

    9 Novembre 2010 at 23:39

    Ps:
    @Daniele: approvo il discorso su Hamilton NON trascinatore di squadra,…

    @Andrea: non condivido il la vittoria di Villeneuve su Schummy nel 97 del mondiale…. Anche Villeneuve fu vittima di alcune situazioni sfortunate….
    diciamo che quell’ anno alla fine vinse un buon pilota su una gran macchina ma che fu vincitore anche quello con un pizzico di fortuna in piu’. (e la fortuna si sa, a volte conta piu’ della bravura!)

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati