La Ferrari è il team con la vettura piu’ affidabile

La Ferrari è il team con la vettura piu’ affidabile

Dalle due classifiche iridate non si direbbe, eppure è proprio la Ferrari la scuderia con la migliore affidabilità di questo 2010.

La F10 guidata da Fernando Alonso e Felipe Massa ha completato 1471 dei 1474 giri totali in queste dodici gare, 98 giri in più di quelli completati dalla Red Bull. Tuttavia al momento ritroviamo il team italiano terzo in classifica costruttori (con un ampio distacco di punti dalla vetta) e Fernando Alonso, pilota di punta, quinto con venti punti di ritardo dal primo.

La Red Bull, che sta conducendo il campionato, ha raccolto il maggior numero di vittorie e pole position pur registrando due guasti e un incidente tra i suoi piloti.

La Mercedes è l’unico team nel quale i piloti non si sono ritirati a causa di incidenti, invece la McLaren, “cugina di motore”, ha dovuto affrontare due guasti tecnici e un incidente.

Tra i top team, la Renault è la pecora nera con al suo attivo quattro problemi tecnici e due ritiri per incidente.

Tra i nuovi team, in testa la Virgin con undici ritiri per guasti tecnici, la Sauber con dieci, la Lotus con nove e la HRT con otto, il team più affidabile tra quelli debuttanti.

Eleonora Ottonello

La Ferrari è il team con la vettura piu’ affidabile
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

11 commenti
  1. Pasquale Luc@noDOC

    13 agosto 2010 at 14:01

    chi l’avrebbe mai detto, dopo la crisi del sistema pneumatico delle valvole?

  2. Giovanni

    13 agosto 2010 at 14:13

    certo non a tutti viene dato il permesso di intervenire sul motore 😉

  3. Max

    13 agosto 2010 at 14:20

    ad onor del vero è stato variato solo il materiale con il quale vengono realizzate le valvole.

  4. strige

    13 agosto 2010 at 14:33

    secondo me questi dati sono errati, mi volete dire che la ferrari ha perso solo i 3 giri di alonso quando ruppe il motore? boh…pensavo che fosse stata doppiata pure in qualche gara, tipo turchia oppure canada dove massa toccò schumacher e ruppe l’alettone. Sbaglio io?

  5. Daniele

    13 agosto 2010 at 15:47

    Cero vengano sottratti solo i giri non percorsi per guasto tecnico o incidente..comunque non lo so ho perso il conto..hihihi =)

  6. Giovanni

    13 agosto 2010 at 16:05

    variare il materiale sbaglio o è modificare il motore?

  7. Federico Barone

    13 agosto 2010 at 16:30

    Interventi tesi a migliorare l’affidabilità del motore dovrebbero essere permessi solo alla Renault? Che fra l’altro intervenne principalmente per aumentarne la potenza…

    Vabbè, ma se vuoi polemizzare, Giovanni, continua pure… ne hai il diritto.

    Se non sbaglio anche i motori Mercedes, famosi per dei fantastici fili di fumo azzurro/argento, approfittarono di cambi di regolamenti, riguardanti la centralina (unica) prodotta da una ditta appartenente al gruppo McLaren.

    Chi è senza peccato, scagli la prima pietra (ed Horner continua a piangere chiedendo un altro aumento di potenza per i motori Renault…).

    😀

  8. franck1

    13 agosto 2010 at 16:32

    sbaglio o anche la red bull lo ha fatto (modificare i motori renault x questioni di affidabilità)?

  9. Max

    13 agosto 2010 at 23:32

    Caro Giovanni, mi sa che se è stato dato l’ok per queste modifiche, evidentemente non sono irregolari.

  10. giacomo

    15 agosto 2010 at 12:47

    caro max,
    tu sai di quale materiale si trattava e quali erano le sue caratteristiche?
    caspita…. o sei il progettista o parli a nome della squadretta di montezumolo…
    ascoltiamo…

  11. Motore Asincrono Trifase

    16 agosto 2010 at 13:25

    @max chissa perche’ quando una decisione fia favorisce la mclaren e’ ingiusta e di parte.Se favorisce la ferrari dato che l’ha detto la fia e’ giusta.Poi secondo voi i materiali nuovi con tutte le modifiche che devono fare per forza quando si cambia qualcosa,migliora o peggiora le prestazioni?Detto questo la renault ha modificato il motore perche’ era di una trentina di cavalli meno potente,non per l’affidabilita’

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati