Haas conferma il rinvio del suo team di F1 al 2016

Il team statunitense avrà una struttura satellite in Inghilterra

Haas conferma il rinvio del suo team di F1 al 2016

Gene Haas ha confermato che il suo nuovo team di Formula 1 debutterà solo nel 2016. Di recente si era appreso della possibilità che il debutto, previsto per il 2015, venisse posticipato.

“Da un punto di vista personale, avrei davvero preferito correre nel 2015. E’ stato difficile sedersi e dire no” ha spiegato Haas al giornalista Christian Sylt. “Credetemi, avrei voluto davvero correre. Il primo anno è sempre difficile ma penso che aspettare un anno ci permetterà di vivere solo sei mesi difficili perchè saremo meglio preparati” ha aggiunto.

Partire con un anno di ritardo permetterà ad Haas di preparare il reparto aerodinamico nel North Carolina e trovare una struttura satellite nel sud dell’Inghilterra.

“Il piano è assolutamente quello di lanciare il team nel 2016 e siamo pienamente impegnati su questo” ha aggiunto Haas. “Non penso ci siano dubbi a riguardo”.

Inizialmente il piano prevedeva l’utilizzo di un telaio costruito da Dallara e un grosso apporto tecnico da parte della Ferrari. “Penso che debuttando nel 2016 avremo un team migliore perchè avremo più tempo per pianificare e saremo in grado di ingegnerizzare maggiormente a Kannapolis. Abbiamo deciso che sarebbe stato meglio essere certi al cento per cento di poter correre anzichè affrettare i tempi e non correre” ha spiegato Haas, il quale sarà presente a Montreal per il GP Canada: “C’è molto da imparare in termini di logistica e questo weekend farò molte domande a riguardo”.

Haas conferma il rinvio del suo team di F1 al 2016
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. Federico Barone

    4 giugno 2014 at 19:57

    Mi auguro che questa sia la verità e non faccia la fine della USF1…

  2. ASOT

    6 giugno 2014 at 13:17

    Questo é lo stesso imbecille che doveva salvare il progetto USF(ail)1.
    Lo stesso imbecille che aveva previsto una struttura unicamente in America nonostante lo scetticismo di tutti.

    Lo stesso imbecille che ha più volte detto che ci sarà per l`anno prossimo.

    In Europa uno così non potrebbe stringere accordi neanche con una pasticceria… negli USA e getta invece, grazie alla stupidità della popolazione e a leggi troppo blande può divenire multimilionario.

    Sono curioso di vedere (se accadrà) quanto del paventato patriotismo porterà nel team ehehehe

    Vedrete che alla fine saranno tutti ingegneri inglesi…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati