Grosjean: “Dopo il podio in Canada sto vivendo un sogno”

Il pilota della Lotus è stato acclamato dai suoi meccanici e dalla stampa

Grazie al suo secondo posto a Montreal e a una gara senza errori, utilizzando una sola sosta, il pubblico ha scoperto il talento del francese, capace di alternare gare disastrose come a Monaco a momenti da vero campione
Grosjean: “Dopo il podio in Canada sto vivendo un sogno”

Romain Grosjean sta ancora festeggiando per il suo secondo posto in Canada: il pilota della Lotus, tornato alla sede di Enstone, è stato acclamato da tecnici e meccanici per la sua straordinaria gara a Montreal.

“Ad essere onesti, io sto ancora festeggiando”, ha detto il francese sul sito della sua scuderia. “E’ bello essere qui a Enstone per vedere come tutta la squadra sia positiva e motivata dopo un buon risultato durante il fine settimana. Si può veramente vedere quanto sia difficile lavorare per spingere la macchina verso i risultati che contano, e speriamo che le prestazioni che abbiamo avuto fino ad ora diano ai ragazzi ancora di più la fiducia in ciò che possiamo ottenere come squadra”. Grosjean ripensa alla gara di Montreal e al secondo posto agguantato a pochi giri dal termine, dopo una strategia a una sola sosta: “Ci sono tanti ricordi dopo um weekend così bello. Il momento chiave è stato a due giri prima del traguardo, quando ho superato Fernando Alonso e ho visto che il divario si allungava, è stata una grande sensazione. Naturalmente, in piedi sul podio è davvero speciale, ma anche festeggiare con il team è stato un vero fiore all’occhiello per me”.

Quando il francese è giunto a Enstone, è stato accolto da un lunghissimo applauso da parte di tutti i dipendenti della Lotus. Un momento magico per un pilota giunto in sordina, con l’accusa di essere un brocco, mentre finora ha dimostrato di essere pari se non meglio rispetto al blasonato compagno di squadra, Kimi Raikkonen. “Era pazzesco, per una volta non sapevo cosa dire! Non appena arrivato a Enstone per lavorare con gli ingegneri, ho potuto vedere tutte le persone che non sono con noi quando viaggiamo. Ho avuto l’occasione per ringraziarli, quindi è stato fantastico avere questa opportunità di questa settimana”. Ma non è stato solo acclamato dai suoi tecnici: anche lo sport si è accorto di questo ragazzo, che lo scorso anno è stato campione della GP2 e improvvisamente Grosjean è diventato un divo, apparendo sulle copertine di varie riviste prestigiose. “Per qualsiasi sportivo francese, ad essere sulla copertina se L’Equipe è un grande onore. Si tratta di uno dei più grandi giornali del paese, così quando l’ho visto ero davvero sorpreso. E’ come un sogno, sono molto orgoglioso di questo momento e spero di continuare con i miei risultati anche in futuro”, ha concluso l’alfiere della Lotus.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

16 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati