Gran Premio del Messico 2019: anteprima e orari del weekend

Diciottesimo appuntamento del Mondiale

Gran Premio del Messico 2019: anteprima e orari del weekend

Orari

Venerdì 25/10

Prove Libere 1: 17:00-18:30
Prove Libere 2: 21:00-22:30

Sabato 26/10

Prove Libere 3: 17:00-18:00
Qualifica: 20:00-21:00 (differita su TV8 dalle 21:15)

Domenica 27/10

Gara: 20:10 (differita su TV8 dalle 21:15)

Gentili appassionati, vi ricordiamo che potrete seguire l’intero weekend motoristico anche sul nostro portale F1GrandPrix con live e aggiornamenti in tempo reale.

Gara Precedente

Il Gran Premio di Suzuka ha visto il trionfo di Valtteri Bottas e della Mercedes che ha vinto per la sesta volta consecutiva il campionato costruttori.

Il finlandese è stato autore di un’ottima partenza, complice anche gli errori delle Ferrari di Sebastian Vettel e di Charles Leclerc. Da lì in poi, Bottas è riuscito a controllare la gara, come sempre buona la strategia della Mercedes.

Sebastian Vettel ha concluso in seconda posizione ed è riuscito a difendersi dagli attacchi di Lewis Hamilton che si è fatto minaccioso nell’ultimo giro. Terza posizione per l’altra Mercedes di Lewis Hamilton.

Ottima quarta posizione per Alex Albon che precede un bravissimo Carlos Sainz e Charles Leclerc. Il monegasco è atteso in direzione gara per il contatto ad inizio gara con Max Verstappen. Settimo Daniel Ricciardo davanti ad un bravo Pierre Gasly con la Toro Rosso; Sergio Perez e Nico Hulkenberg concludono la top 10. Ordine di arrivo valido al 52esimo giro dei 53 disputati in quando la bandiera a scacchi è stata esposta erroneamente un giro prima.

Circuito

Nome: Autodromo Hermanos Rodriguez

Luogo: Città del Messico, Messico

Costruzione: il circuito venne costruito agli inizi degli anni Sessanta, sull’onda dell’entusiasmo locale per i beniamini di casa, i fratelli Rodriguez. Sfortunatamente il più grande dei due, Ricardo, rimase ucciso in un tragico incidente proprio su questa pista, in una gara non valida per il campionato di Formula 1 nel 1962. Il fratello Pedro, più giovane ma altrettanto talentuoso, corse numerose edizioni del Gp del Messico ma non riuscì mai a cogliere una vittoria. Sfortunatamente anche lui morì nel 1982 in una gara automobilistica in Germania, e da allora il circuito è intitolato a loro. Su questa pista si sono disputate sedici edizioni di un gran premio di Formula 1: dal 1963 al 1970 e dal 1986 al 1992, per poi ritornare in calendario nel 2015. In questa occasione il tracciato ha subito delle sostanziose modifiche, specialmente all’ultima curva, che è stata accorciata per favorire una sezione del circuito interamente all’interno di uno stadio, dove si trova anche il podio. Davvero spettacolare!

Distanza a giro: 4,304 km

Numero di curve: 17, dieci a destra e sette a sinistra

Senso di marcia: orario

Dati tecnici:

Carico aerodinamico: Basso Medio Alto
Apertura del gas: 50%
Consumo di carburante al giro: 1,41 kg/giro
Velocità massima: 360 km/h
Possibilità di safety car: 100%
Tempo di percorrenza della pit lane con sosta: 23 secondi
Possibilità di sorpasso: Facile Medio Difficile
Vincitori dalla pole position: 9 su 18 edizioni in questo tracciato
Peggiore posizione di partenza per un vincitore: tredicesimo (Prost 1990)

Particolarità del tracciato: dato che il tracciato si trova a ben 2000 metri slm vi sono problematiche che solo su questa pista si presentano. Il raffreddamento è molto difficoltoso specialmente in una giornata molto limpida, e richiede speciali dispositivi studiati apposta per questo tracciato. Anche la rarefazione dell’aria è un fattore importante di cui tenere conto per l’assetto aerodinamico: infatti qui si vedono ali con incidenza molto più alta, per compensare la bassa densità dell’aria. Sebbene il numero di cambi di marcia al giro sia di appena 47, nei 71 giri previsti i piloti andranno a utilizzare il cambio per circa 5.540 volte: un numero di cambiate tra i più alti dell’intera stagione. La media oraria di questa pista si attesta attorno ai 217 km/h.

Freni:

Categoria di circuito: Light Medium Hard
Numero di frenate: 16
Tempo speso in frenata: 27% del giro
Energia dissipata in frenata durante il Gp: 244 kWh
Carico totale sul pedale del freno durante il Gp: 67.876 kg
Frenata più impegnativa: la prima staccata alla curva uno

Zona DRS: sul rettilineo principale, tra la curva 17 e la curva 1 (con detection point prima della curva 15) e tra la curva 3 e la curva 4 (con detection point nello stesso punto).

Gomme

Questi sono i set di pneumatici scelti da Pirelli per il Gran Premio del Messico

RECORD

Giro prova: 1:14.759 – D Ricciardo – Red Bull– 2018
Giro gara: 1:18.741 – V Bottas –  Mercedes– 2018
Distanza: 1h36:26.552 – M Verstappen – Red Bull Racing – 2017
Vittorie pilota: 2 – J Clark, A Prost, N Mansell
Vittorie team: 3 – Lotus, McLaren, Williams
Pole pilota: 4 – J Clark
Pole team: 6 – Lotus
Migliori giri pilota: 3 – J Clark
Migliori giri team: 4 – Lotus, Ferrari
Podi pilota: 4 – J Brabham, D Hulme, A Senna, N Mansell, R Patrese
Podi team: 10 – Brabham

Albo d’oro

  1. 1963 J Clark – Lotus
  2. 1964 D Gurney – Brabham
  3. 1965 R Ginther – Honda
  4. 1966 J Surtees – Cooper
  5. 1967 J Clark – Lotus
  6. 1968 G Hill – Lotus
  7. 1969 D Hulme – McLaren
  8. 1970 J Ickx – Ferrari
  9. 1986 G Berger – Benetton
  10. 1987 N Mansell – Williams
  11. 1988 A Prost – McLaren
  12. 1989 A Senna – McLaren
  13. 1990 A Prost – Ferrari
  14. 1991 R Patrese – Williams
  15. 1992 N Mansell – Williams
  16. 2015 N Rosberg – Mercedes
  17. 2016 L Hamilton – Mercedes
  18. 2017 M Verstappen – Red Bull Racing
  19. 2018 M Verstappen – Red Bull Racing

Gran Premio del Messico 2019: anteprima e orari del weekend
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Anteprima

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati