Formula 1 | Red Bull, Verstappen curioso di scoprire i valori: “Non vedo l’ora di volare in Australia e di ricominciare a correre”

"Le nostre prestazioni mi sono sembrate promettenti", ha dichiarato l'olandese

L'olandese è pronto a sfruttare il potenziale del binomio Red Bull - Honda già dal prossimo Gran Premio d'Australia, appuntamento inaugurale del mondiale 2019 di Formula 1
Formula 1 | Red Bull, Verstappen curioso di scoprire i valori: “Non vedo l’ora di volare in Australia e di ricominciare a correre”

Intervistato dal sito Red Bull poco prima di volare a Melbourne, Max Verstappen ha parlato del prossimo Gran Premio d’Australia, appuntamento inaugurale del mondiale 2019 di Formula 1, sottolineando come l’intera squadra sia pronta a scoprire le carte dopo gli ultimi test di Barcellona.

Nonostante l’arrivo della Honda e gli incidenti di Pierre Gasly durante gli otto giorni di lavoro in Spagna, la Scuderia austriaca è riuscita a mettere insieme un buon pacchetto, soprattutto per quello che riguarda l’interazione tra la uova power unit Honda e il telaio della RB15.

Melbourne chiaramente sarà il banco di prova definitivo, ma l’aria che si respira all’interno della factory di Milton Keynes è assolutamente positiva e l’olandese spera di poter essere competitivo già dalla corsa in programma domenica mattina.

“Non vedo l’ora di volare in Australia e di ricominciare a correre”, ha dichiarato l’olandese della Red Bull. “Anche se la stagione inizia abbastanza presto quest’anno, devo ammettere che l’inverno è stato abbastanza lungo. Melbourne è un fine settimana interessante, visto che parliamo della prima gara della stagione e nessuno sa davvero i livelli in gioco, soprattutto dopo il cambio regolamentare. Noi inoltre abbiamo una nuova power unit”.

Sulle caratteristiche del tracciato australiano ha invece aggiunto: “Albert Park è una pista interessante. Ci sono molte zone sconnesse e noi piloti affrontiamo qualche curva veloce, ragion per cui è necessaria una macchina ben bilanciata. Superare non è semplice, visto che non ci sono lunghi rettilinei, e questo creerà un problema in termini di passo gara”.

Conclusione infine sui test a Barcellona: “Le nostre prestazioni mi sono sembrate promettenti e speriamo di poter essere competitivi già dall’inizio dell’anno. Nel complesso penso che abbiamo un pacchetto abbastanza buono”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati