Formula 1 | Red Bull, Verstappen al veleno: “Abbiamo perso il podio per un commissario idiota”

“Hanno ucciso le corse: spero che non si presenti nessuno l’anno prossimo” ha aggiunto

Formula 1 | Red Bull, Verstappen al veleno: “Abbiamo perso il podio per un commissario idiota”

Pesante attacco di Max Verstappen nei confronti della Direzione Gara di Austin. L’olandese della Red Bull, autore di una prestazione assolutamente brillante, ha commentato la penalità di cinque secondi inflittagli per il sorpasso a Kimi Raikkonen, sottolineando come questa decisione sia stata incredibile e assolutamente senza senso. Verstappen ha definito “idiota” il commissario che ha scelto di buttarlo giù dal podio, auspicando inoltre un cambiamento di giudizio per il 2018. Secondo Verstappen, infatti, i commissari dovrebbero lasciare una maggiore libertà ai piloti, soprattutto nelle tornate finali dove si decidono le sorti di un Gran Premio. Un attacco pesante che siamo certi avrà delle ripercussioni (probabile una multa per il ventenne olandese.ndr).

Ecco le parole del pilota della Red Bull: “Siamo alla follia e noi piloti sottostiamo alle decisioni di un commissario idiota. Abbiamo chiuso una gara assolutamente magnifica, ma una decisione stupida ha ucciso questo sport. Oggi è stato commesso un omicidio per quanto mi riguarda. Nell’ultimo giro si cerca sempre il massimo, ovviamente, e molte volte è capitato di andare oltre i limiti della pista. La sessa cosa è successa proprio oggi con Bottas e non ho fiatato”.

“Queste decisioni – ha aggiunto – non sono un bene per il nostro sport e spero in cambiamento di giudizio per il 2018. Decisioni di questo tipo uccidono le corse e non permettono a noi piloti di fare quello che ci riesce meglio. Chiediamo spettacolo e poi diamo penalità di questo tipo. Spero che l’anno prossimo non venga nessuno qui perché così non si aiutano gli appassionati. Non è giusto”.

Roberto Valenti

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

24 commenti
  1. the magic

    23 ottobre 2017 at 10:19

    Parole più che giuste, anche perché stiamo qui a criticare regolamenti assurdi che uccidono lo spettacolo è poi quando succede tutti buonisti a evocare che esistono regolamenti che vanno rispettati… Ok vanno rispettati ma da tutti altrimenti siamo sempre alle solite….

  2. michele

    23 ottobre 2017 at 10:19

    All’improvviso qualcuno si ricorda che lentamente stanno portando la F1 verso la F?

    Bisogna vedere cosa dice il regolamento.

    Se il regolamento dice che Max non poteva passare completamente con le ruote fuori della pista,

    allora hanno ragione i commissari.

    Il commissario applica il regolamento.

    Il sorpasso è stato scorretto, perché Raikkonen non se lo aspettava ed è giusto così.

    Il problema sono i regolamenti.

    Qualcuno si è messo in testa di rendere una pista di F1 come una strada statale,

    poi dicono che vogliono rivalutarla.
    L’Halo fa parte di questo?

    In tutte le cose ci vuole buone senso.

    La F1 e gli sport motoristici in genere non posso esistere senza alcun rischio.

    Bisogna avere la capacità di immedesimarsi in uno spettatore che vede un GP.

    Cosa ahimè forse non facile per chi sta in alto.
    Troppo in alto.

    • Daytona

      23 ottobre 2017 at 12:33

      Sono d’accordo che il problema sono questi regolamenti,però piaccia o meno esistono.
      Per una volta il giovanotto è stato trattato come gli altri,semplicemente lui non se lo aspetta,e si lascia andare a dichiarazioni per la quali,qualsiasi altro pilota verrebbe sanzionato.
      Ricordo Balestre quando per molto meno,minacciò di togliere la licenza a Senna,eppure Ayrton aveva ragione al 100%!
      Questo stro***tto non è Senna,eppure si permette di mancare di rispetto a chiunque,e in più ha pure torto marcio.
      E’ora che qualcuno gli insegni l’educazione.

      • michele

        23 ottobre 2017 at 13:14

        Occorre un comportamento identico per tutti i piloti.

        Verstappen è un gran pilota, ma deve portare più rispetto.

        Qualcuno avrebbe già dovuto capirlo da un pezzo,
        così come per Vettel, a cui cmq a mio avviso viene sempre perdonato qualcosa.

        Non lo comprendo, e quando non comprendo mi preoccupo sempre.

      • Daytona

        23 ottobre 2017 at 19:04

        Beh dai Michele..non mi pare ch a Vettel abbiano mai perdonato più di tanto.
        E’ stato penalizzato per manovre che rispetto a quelle di Max a Spa lo scorso anno o in messico erano bazzeccole.
        Giusta ovviamente quella per la stupidata di Baku,ma per il resto non mi pare che sia mai stata usata la mano leggera con Seb.

  3. Ray74

    23 ottobre 2017 at 10:49

    Che fesso,aveva le gomme per superare Kimi in maniera pulita e non l’ha saputo fare!

    • michele

      23 ottobre 2017 at 12:26

      Non sarei molto d’accordo.

      Verstappen ha bruciato i tempi e si avvicinato a Raikkonen subito. Al contrario di tutti gli altri piloti, tranne un’altro, che ci avrebbero messo una vita.

      Il sorpasso è stato un capolavoro di freddezza ed intuito. L’unico che si poteva fare.

      Passando completamente fuori pista è stato giustamente sanzionato,
      ma non mi pare che Max avesse altre possibilità.

      Raikkonen è un pilota molto veloce e non è facile raggiungerlo subito, anche con la superiorità di gomme.

      • Ray74

        24 ottobre 2017 at 11:17

        Ma stai scherzando? Io tifo Kimi!

      • Ray74

        24 ottobre 2017 at 11:31

        Verst è un ottimo pilota che non connette il cervello come disse Daytona.Quello non si poteva chiamare sorpasso ,è uscito dalla pista facendo meno metri di Kimi, ma stavo pensando che potrebbe essere stato proprio Kimi ad indurlo all’errore: quella curva aveva un suo andamento,poi stringeva di colpo ,ecco, li Kimi sembrava un buon “accompagnatore”

  4. Caribe

    23 ottobre 2017 at 11:40

    Come al solito interpreta le regole a modo suo.
    Rispetto all’anno scorso si è deciso di rendere meno fiscale l’applicazione dei limiti di pista in certe circostanze.
    Con Bottas l’ha buttato fuori pista come fa di solito, senza neanche stargli davanti.
    Su Kimi ha volontariamente tagliato un pezzo di curva per fare il sorpasso.

  5. f1erally

    23 ottobre 2017 at 11:44

    bello da vedere, ma ha preso una scorciatoia in sostanza…

    assurdo…

    ed è ancora più assurdo che gli permettono di insultare a ruota libera chi vuole…

  6. Daytona

    23 ottobre 2017 at 12:24

    “una decisione stupida ha ucciso questo sport.”
    Il giovane sbruffone soffre di mania di onnipotenza!!
    Facci capire..quando queste penalità le beccano gli altri,piloti Ferrari in primis che l’anno scorso sono stati massacrati da decisioni simili,allora va bene,ora che per una volta ti hanno semplicemente trattato come gli altri,pretendi che il pubblico boicotti il prossimo gp in america?
    Scendi sulla terra moccioso viziato,hai tagliato la curva all’interno,e poco prima avevi spinto fuori Bottas,questa volta la tua immunità non è servita a pararti il c**o!

  7. attilio

    23 ottobre 2017 at 14:48

    Inoltre se ben ricordate lo scorso anno proprio lui ne fece di tutti i colori in mexico a vettel, che poi mandò a quel paese charlie perche non prendeva una decisione, poi vettel si dovette scusare.
    ora voglio vedere la federazione come si comporterà con verstappen.

  8. attilio

    23 ottobre 2017 at 14:50

    inoltre la Red Bull si sentono truffati? da cosa stiamo parlando. hanno sempre truffato loro con i regolamenti che li aggiravano a loro piacimento.
    ora finalmente qualcuno che li faccia rispettare.

  9. fansebnewey

    23 ottobre 2017 at 19:22

    Io vinco sempre alla play station partendo ultimo ma tagliando le curve. Ovvio metto off l’opzione penalità!!!!! Saluti

  10. Magu

    23 ottobre 2017 at 19:42

    La penalizzazione è giusta regolamento alla mano…quello che non capisco è il perché è stato permesso a TUTTI I PILOTI e dico TUTTI di uscire dalla sede stradale più volte sia in prova che in gara ( basta rivedere le immagini del G.P. per rendersene conto) per poi punire solo l’ultima manovra di Verstappen….chiaramente nessuno dei giornalisti ha commentato o fatto il fermo immagine sulla prima curva dopo lo start con Vettel che mette la macchina tutta fuori dalla sede stradale dopo aver tirato una grande staccata ad Hamilton, a norma di regolamento avrebbe dovuto restituire la posizione……

    • Francesco

      24 ottobre 2017 at 23:07

      Perché vieni penalizzato se nell’eseguire la manovra del “taglio” della pista per sorpassare quello che hai davanti ne trai un beneficio per il sorpasso stesso… se tagli na non ne trai nessun beneficio, che cosa dovrebbero penalizzarti???
      E comunque la manovra è stata da applauso, mi sono alzato in piedi… se poi fatta a due curve dalla bandiera a scacchi per andare a prenderti il terzo posto, è ancora più da elogiare!!!

  11. oniram

    23 ottobre 2017 at 19:46

    E’ stato commesso un “0M|C|D|O”?! Quando? Dove? Chi è morto esattamente, e come? E chi è l’omicida? Chiamate l’FBI!
    Suggerirei a Max di imparare ad esprimersi prima di rendersi ridicolo…

    • oniram

      23 ottobre 2017 at 19:49

      P.S. – la parola “Omicid…” è occultata per ragioni di “moderazione” (non ci si crede, ancora… chi sa mi capisce)

  12. michele

    23 ottobre 2017 at 19:56

    • michele

      23 ottobre 2017 at 20:02

      Qualche parola di troppo vale questo capolavoro assoluto.

      Solo un altro pilota era capace di fare cose simili e voi tutti sapete chi era.

      Un GP unico e irripetibile.

      Un’opera d’arte di valore inestimabile.

      Un momento da tenere gelosamente custodito nelle cineteche di tutte le televisioni.

      Un ritorno al passato. Ai tempi aurei.
      Quelli del Kaiser Michael o del Magic Ayrton,

      Io, uno così come faccio a non perdonarlo?
      per qualche parola di troppo?

      Non posso.
      Mi spiace.

      Ora mio commuovo e poi non so trattenere le lacrime.
      Non riesco.

    • michele

      23 ottobre 2017 at 20:05

      Meditate gente, meditate!

  13. cevola

    23 ottobre 2017 at 21:57

    Facciamo come una volta: pista, cordolo, erba, sabbia. Togliamo l’asfalto dall’interno curva e dalle vie di fuga. Esci di pista? la lasci lì. Ti sei ribaltato con l’erba? Amen! Altre soluzioni non ci sono, perché anche la federazione interpreta caso per caso e non va bene. la soluzione è: asfalto, cordolo, erba e sabbia. Punto!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati